“DIFENDERE SCHENGEN”, ASSE RENZI-MERKEL SUI MIGRANTI

375
renzi merkel

Fronte comune sull’emergenza migranti, divergenze sui fondi. Può riassumersi così il faccia a faccia tra Matteo Renzi e Angela Merkel andato in scena a Palazzo Chigi. Roma e Berlino hanno ribadito il loro “no” alla chiusura dei confini nazionali per evitare l’ingresso dei profughi. “Abbiamo esplicitato netto dissenso e stupore per alcune prese di posizione degli amici austriaci verso il Brennero – ha detto Renzi -. Sono posizioni sbagliate e anacronistiche, contro la logica e la storia e per di più non giustificate da nessuna emergenza. Il Brennero è piu di un confine, è un simbolo”. Secondo la cancelliera tedesca occorre “difendere il trattato di Schengen altrimenti si rischia di ricadere nei nazionalismi. E’ in gioco il futuro dell’Europa”.

Il premier italiano ha spiegato che è dovere di tutti far funzionare la “scommessa Ue sull’immigrazione. Siamo impegnati perché l’accordo con la Turchia possa essere incoraggiato e implementato. C’è una forte convergenza tra Germania e Italia per un approccio carico di valori umani e dignità ma anche per offrire una proposta politica come Ue seria, credibile e di lungo periodo”. Per Renzi “occorre una strategia per l’Africa come c’è stata per la rotta balcanica. Abbiamo presentato un documento in merito ai nostri partner europei e ne abbiamo discusso con lo staff di Angela. Non siamo d’accordo su alcuni punti, in particolare sui finanziamenti. Noi abbiamo proposto gli eurobond ma non c’è condivisione su questo argomento”.

In Italia, ha ricordato, “non c’è un’emergenza sul fronte dell’immigrazione, nel 2015 sono arrivati 26mila migranti, solo mille in più rispetto al 2014. Questo non vuol dire che non si debba lavorare insieme per avere la stessa filosofia che ha ispirato l’accordo con la Turchia”.

Merkel ha ribadito la necessità di rispettare “la dignità delle persone”. “Bisogna rispondere a livello pratico della questione e abbiamo una responsabilità globale che dobbiamo rispettare” ha sottolineato la cancelliera che ha ggiunto: “Sui migranti, stimo molto gli impulsi importanti dati dall’Italia con il migration compact: siamo dello stesso parere, anche se abbiamo idee diverse sugli strumenti di finanziamento”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS