TRENO SALTA LA STAZIONE E LASCIA A PIEDI I PENDOLARI

477

Il Frecciabianca dimentica di fermarsi a Vercelli e i pendolari diretti a Milano restano a piedi. Come sempre, decine di pendolari e viaggiatori, complici anche le partenze per le festività, erano sulla banchina della stazione in attesa del treno in partenza da Torino, che doveva portarli a Milano, quando se lo sono visti sfrecciare davanti a tutta velocità. Pochi minuti e il treno non era più in stazione. Tra gli sguardi increduli, alcuni viaggiatori, dopo aver realizzato cosa fosse accaduto, si sono recati dal capostazione per chiedere spiegazioni. Una protesta che è continuata anche sul web e social network con comunicazioni scritte anche a sindaci e assessori.

“Siamo alla follia – scrivono alcuni – quanto accaduto è peggio di qualsiasi ritardo. Il treno, inserito negli orari, era stato pure annunciato dall’altoparlante della stazione. Ci sentiamo presi in giro da Trenitalia: chi ci giustifica ora il ritardo al lavoro o blocca le coincidenze? Qualcuno deve intervenire”. Intanto giungono le prime ammissioni, con tanto di scuse da parte di Trenitalia: “E’ un episodio raro, stiamo appurando i motivi della mancata fermata”. I viaggiatori poi sono stati fatti salire sul treno Frecciabianca successivo, passato dopo un’ora.

“Le scuse non bastano, chiediamo che Trenitalia traduca un simile disservizio in un concreto risarcimento – dicono i due consiglieri regionali vercellesi del Pd, Giovanni Corgnati e Gabriele Molinari -. Quest’episodio per quanto paradossale e imputabile all’errore umano, rappresenta solo l’ultimo disservizio di una lunga serie. Abbiamo chiesto all’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, di intervenire su Trenitalia per chiedere maggior rispetto dei passeggeri e delle loro esigenze. La Regione ha un contratto di diversi milioni di euro con Trenitalia, quindi una maggiore attenzione ai consumatori è un diritto dei cittadini che utilizzano un servizio pubblico”.

Questo non è il primo incidente di percorso per i Frecciabianca a Vercelli: a settembre piovvero le polemiche dopo la proposta dell’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, di trasferire i convogli di questo tipo sulla linea ad alta velocità Torino-Milano: una modifica che taglierebbe fuori proprio Vercelli dalle località servite dal Frecciabianca.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS