Vangelo del giorno

“La luce è venuta nel mondo” Il commento di mons. Angelo Spina

Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 3,14-21

 

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo:
«Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna.
Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.
E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».

redazione

Recent Posts

Tajani: “Attacco all’Occidente? Non credo, evitiamo il panico”

Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, cerca di smorzare l'agitazione creatasi attorno a una foto…

21 Aprile 2024

Roma, Caput Mundi e Caput Fidei

Il 21 aprile Roma compie 2777 anni. Essendo stata fondata da Romolo nel lontanissimo 753…

21 Aprile 2024

Il Papa: “Il Buon Pastore trova in noi la bellezza che non vediamo”

La domenica del Buon Pastore è un momento di particolare riflessione sulla condizione dell'uomo e…

21 Aprile 2024

Raid a Rafah: bambini fra le vittime

Nuovi attacchi israeliani sull'area di Rafah, nella Striscia di Gaza. Secondo quanto riferito dall'agenzia di…

21 Aprile 2024

Basilicata, il giorno del voto: in mezzo milione alle urne

Terza tornata elettorale, a livello regionale, del 2024. Stavolta, a essere chiamati alle urne sono…

21 Aprile 2024

Sant’Anselmo di Aosta, il “dottore magnifico”

Sant'Anselmo di Aosta, arcivescovo benedettino e dottore della Chiesa, Aosta 1033 ca.-Canterbury (Inghilterra), 21/04/1109. Riceve…

21 Aprile 2024