Primo piano

Inter, che combini?

L’Inter si scioglie

E’ ritornata pazza. L’Inter manca la fuga in vetta facendosi uccellare al Meazza dal Sassuolo che passa in rimonta, confermandosi dopo la squillante vittoria ai danni della Juventus. Finisce 2-1 per gli emiliani. Primo tempo di marca nerazzurra, tanta sostanza e occasioni per Barella, Acerbi e Thuram, ma a sbloccare la sfida è un gol di Dumfries in pieno recupero. Meglio gli emiliani nella ripresa, con Erlic che si divora il facile pareggio che il Sassuolo trova a stretto giro con Bajrami lanciato nello spazio da Berardi. Destro non irresistibile che trova impreparato Sommer per l’1-1. Il pari esalta il Sassuolo che due minuti più tardi mette la freccia e trova l’incredibile raddoppio. La firma è quella di Berardi che al limite salta Mkhitaryan e di sinistro gonfia la rete: 2-1 Sassuolo. Incredibile, perché il Sassuolo gioca disteso a sfiora in un padi circostanze il raddoppio. Finisce con la vittoria emiliana e la frenata nerazzurra.

Il Milan sbanca Cagliari

Vince e convince il Milan che in rimonta passa alla Domus Unipol di Cagliari: battuti i sardi per 3-1. Partono meglio i rossoneri ma Cagliari attento che in controgioco passa con una conclusione mortifera di Luvumbo che la mette dentro di sinistro. Il Milan si scuote e nel giro di un paio di minuti la ribalta. Prima con un tap in di Okafor dopo un errore di Radunovic, poi arriva il sorpasso grazie a Tomori che raccoglie un centro di Reijnders. Il Cagliari è generoso e va vicino al pari con Luvumbo che colpisce a botta sicura, ma si immola Adli che salva la porta rossonera. Il Cagliari spinge, ma nel miglior momento migliore, subisce il definitivo colpo del ko, con una gran botta da fuori di Loftus-Cheek che si insacca all’angolino. Tre punti d’oro per il Milan che vola in testa agganciando l’Inter, mentre il Cagliari rimane a quota 2, ultimo in classifica, scavalcato dall’Empoli che in contemporanea si è imposto sulla Salernitana.

Il Napoli torna in sella

Doveva cancellare lo stop di Bologna e le polemiche maturate dopo la gara del Dall’Ara. E il Napoli lo ha fatto, spazzando via al Maradona l’Udinese battuta per 4-1. Gli Azzurri la sbloccano con Zielinski su calcio di rigore, e raddoppiano al tramonto della prima frazione con Osimhen che si fa perdonare dell’errore di Bologna.  Nella ripresa si esalta Kvatskhelia che prima colpisce un palo poi firma il 3-0 approfittando di un errore in uscita di Bijol, salta Silvestri e con rabbia la chiude. Nel finale accorcia l’Udinese con la rete di Samardzic, mentre a calare il poker è il Cholito Simeone.

Atalanta corsara a Verona, primo acuto Empoli. Riscatto Lazio

Vince anche l’Atalanta che passa al Bentegodi per 1-0, battendo il Verona grazie alla rete messa a segno da Koopmeiners in avvio di partita con un diagonale imprendibile. Finalmente l’acuto dell’Empoli che conquista la prima vittoria stagionale, battendo al Castellani  la Salernitana grazie ad un gol di Baldanzi. E’ la prima vittoria per i toscani, coincisa con il ritorno in panchina di Aurelio Andreazzoli. All’Olimpico, infine, torna alla vittoria la Lazio che batte il Torino: tutto nella ripresa, dopo un primo tempo equilibrato. La sblocca Vecino che in area anticipa Bellanova e la piazza. Il raddoppio di Zaccagni che aggredisce lo spazio e si ritrova solo davanti a Milinkovic Savic e insacca per il 2-0 definitivo.

Massimo Ciccognani

Recent Posts

San Vladimiro il Grande, ecco perchè viene chiamato “Isoapostolo”

San Vladimiro il Grande, Kiev (Ucraina), 966 ca. - Kiev, 15/07/1015 E' il figlio illegittimo…

15 Luglio 2024

Il primato della grazia nel Magistero pontificio

L'attenzione spirituale nasce dal primato della grazia. L’evangelizzazione per il Papa non ha nulla a…

15 Luglio 2024

Senza welfare non c’è politica sociale europea. La tutela necessaria

Tutela europea per i diritti sociali. Non c'è giustizia senza equità. In senso lato per…

15 Luglio 2024

Disturbo Arfid: natura, cause e soggetti coinvolti

Il rifiuto dei bambini verso alcuni cibi, oggi un fenomeno in crescita nei Paesi occidentali…

15 Luglio 2024

La ferita della democrazia difficile da rimarginare

L’orecchio ferito di Donald Trump – a un centimetro appena dalla morte e dalla seconda…

15 Luglio 2024

L’impegno per rendere il web accessibile

L'accessibilità web è un tema cruciale che va oltre l'uso dei tradizionali screen reader, includendo…

15 Luglio 2024