Primo piano

L’Atalanta regge, la Roma si sgonfia

Non bene, anzi, il contrario. Le semifinali europee regalano pochi sorrisi e tanti pensieri per le italiane. Il sorriso lo strappa solo l’Atalanta che esce con un pareggio dalla bolgia di Marsiglia, mentre la Roma contro i campioni di Germania del Bayer Leverkusen, si fanno male da soli, perdono 2-0 con la qualificazione tutta dalla parte dei tedeschi. In Conference, la Fiorentina supera il Bruges (3-2) in pieno recupero.

Roma, errori fatali

All’Olimpico, è festa Leverkusen, al quarantasettesimo risultato utile consecutivo. I rossoneri di Xabi Alonso mettono in discesa la qualificazione alla finale, passando per 2-0 in una partita che la Roma ha giocato bene per venti minuti, colpito una traversa con Lukaku, costruito una buona opportunità con Pellegrini, prima dell’errore fatale di Karsdorp che appoggia lento a Svilar permette l’inserimento di Grimaldo che al limite scarica su Wirtz che tutto solo deve solo soffiare sul pallone per spingerlo in rete. La Roma si sgonfia e fatica a ritrovare il bandolo della matassa. La musica non cambia nella ripresa, l’imprecisione sotto misura frena la rincorsa giallorossa. E proprio quando il Bayer sembra aver rallentato, ecco il raddoppio. Un lampo, una magia di Andrich che raccoglie un pallone al limite, lo addomestica, poi fa partire un tiro a giro che si infila all’angolino dove Svilar può nulla: 2-0 e qualificazione che passa nelle mani dei tedeschi

Atalanta indenne a Marsiglia

Al Velodrome di Marsiglia si gioca in una bolgia, ma l’Atalanta non soffre l’ambiente oltre misura e chiude con un pareggio (1-1) che lascia aperte le porte della finale da centrare tra sette giorni al Gewiuss di Bergamo. Tutto nel primo tempo, con Scamacca che zittisce i tifosi francesi firmando in avvio il vantaggio bergamasco. Koopmeiners allarga bene per il centravanti nerazzurro che da fuori infila con un diagonale imprendibile Pau Lopez. Ma il Marsiglia è squadra tosta e  a stretto giro si rimette in corsa, prima Kolasinac salva a porta vuota dopo un’uscita a vuoto di Musso, poi, arriva il pari con Mbemba che conclude dalla distanza, anche stavolta Musso rimane impietrito e palla che si insacca alle sue spalle. Il Marsiglia aumenta i giri del motore, con Ederson che salva in scivolata sull’ex Roma Veretout. La partita si apre e il Marsiglia allo scadere fallisce una ghiottissima occasione con Aubameyang che calcia fuori da buonissima posizione. Nella ripresa la gara non scende di intensità, con il Marsiglia ad attaccare e la Dea a contenere con ordine. Alla fine è 1-1, si decide tra sette giorni in casa della Dea.

Cuore Fiorentina

Lo scorso anno contro il Basilea era andata male con una sconfitta poi ribaltata nella gara di ritorno. Stavolta la Fiorentina, nell’andata delle semifinale di Conference, si impone in pieno recupero (3-2) al Franchi contro il Bruges. Non bastano i gol di Sottil in avvio e Andrea Belotti perché i belgi la riprendono con un rigore di Vanaken e con Rodriguez. Poi, il gran finale viola con il gol di Nzola al primo di recupero. Ed è un gol pesante, da difendere con i denti al ritornoin Belgio.

Massimo Ciccognani

Recent Posts

Antonio da Padova, il santo di tutti

Parlare di Antonio di Padova, uno dei santi più venerati della Chiesa, significa ricordare la…

13 Giugno 2024

Sant’Eliseo: ecco cosa significa il suo nome

Sant'Eliseo, profeta dell'Antico Testamento, S. ELISEO Profeta dell'Antico Testamento Palestina, ?- Samaria (Palestina), 790 a.C.…

13 Giugno 2024

Ue-Africa: le politiche migratorie dopo il voto europeo

Un ponte tra Ue e Africa dopo le elezioni europee. Oltre alla guerra scatenata dalla…

13 Giugno 2024

Iraq, la diaspora dei cristiani

In Iraq più del 90 per cento dei cristiani fuggiti da Mosul non pensa di…

13 Giugno 2024

La grande sfida del G7: usare l’intelligenza (umana)

La questione del finanziamento della resistenza ucraina all’invasione russa con i beni del Cremlino all’estero…

13 Giugno 2024

Siccità in Italia: è già emergenza

"Al momento abbiamo una severità idrica alta per quanto riguarda la Sicilia, che è la regione del…

13 Giugno 2024