Glocal News

Cinema revolution, che spettacolo l’estate

Oggi in questo articolo parleremo del Cinema, poiché il suo ruolo è fondamentale in una società sempre più frenetica e dai ritmi serranti. Si trova sempre meno il tempo per fermarsi e soprattutto di emozionarsi. Siamo costantemente catturati dal vortice degli impegni, ma il cinema è uno di quei pretesti che ti fa staccare davvero la spina da tutto e tutti. E’ quella magia che ti fa ritrovare al fianco mano nella mano della persona che ami, facendoti provare sensazioni particolarissime e intense. E’ quell’alchimia che riunisce le famiglie seduti vicinissimi. In un mondo dove c’è sempre meno dialogo se non tramite slogan, il Cinema ha la capacità di parlare al cuore della gente. Trasmette attraverso le storie, i valori. Ci rende tutti un po’ bambini durante la visione di un film, proiettandoci in ciò che spesso ci sfugge, per poi riportarci nel mondo reale con una consapevolezza più ricca.

Ed ecco che siamo a giugno, inizia l’estate, e come si sa l’estate è sinonimo di mare e vacanza. Ma il mondo del cinema quest’anno non va in vacanza poiché c’è un’iniziativa molto importante che tiene accesi i riflettori, ed è “Cinema revolution – che spettacolo è l’estate”. Presentata in questi giorni alla Casa del Cinema di Roma dal Ministero della Cultura, dal Sottosegretario Lucia Borgonzoni con delega proprio al cinema, assieme ai rappresentanti dei produttori, esercenti e distributori, “Cinema Revolution”. Che consiste nel pagare soli 3,50 euro di biglietto fino al 21 settembre per vedere i film in più di 3 mila schermi aderenti in tutta Italia. Con un investimento di circa 20 milioni di euro il Ministero della Cultura promuove fermamente questa campagna che trasforma i mesi più caldi dell’anno in una stagione straordinaria di film e promozioni. Tra gli obiettivi quello di rieducare il pubblico a tornare a vedere i film al cinema. E non a casa o attraverso i cellulari, con un modo disattento e soprattutto poco coinvolgente, perdendo il gusto e il senso del film, bensì nel luogo più idoneo, poiché è nella sala di un cinema che circondati da persone, e da un impianto audio idoneo e schermo che ti catapulta dentro a 360 con tutti i sensi, si può vivere una storia. Un’iniziativa dunque fondamentale per questa forma d’arte. Un’iniziativa fortemente voluta da tutte le componenti del comparto che durerà nei 3 mesi estivi durante i quali si potranno vedere in sala nuove uscite di film italiani, europei ed internazionali. Cinema Revolution si concluderà con la cinque giorni di cinema in festa, l’appuntamento che per cinque anni (2022 – 2026) a giugno e a settembre prevede l’ingresso a prezzo ridotto per film in normale programmazione, anteprima, masterclass e altri eventi speciali alla presenza di protagonisti. Il ricchissimo programma delle proiezioni è su cinemarevolution.it

Dunque un’iniziativa da non perdere, sognare costa pochissimo e fa bene. Un invito rivolto a tutti ma specialmente ai ragazzi, perché il Cinema è una via maestra, e andare nelle sale cinema ci arricchisce sotto ogni punto di vista. E allora che altro aggiungere se non … Buon Cinema!

Ivan Cardia

Recent Posts

Tutela della biodiversità: sono i giovani i nuovi maestri

Difficilmente, per problemi di interesse comune, esistono soluzioni universali. C'è bisogno di sondare, magari, diverse…

22 Maggio 2024

La vita e il martirio di santa Giulia

Santa Giulia, martire, Cartagine (Tunisia), 400 ca.- Corsica (Francia), 439 ca. E' molto venerata in…

22 Maggio 2024

Allarme India: “60 mila sfollati nei campi di soccorso”

Sos India. E' sempre più profondo il divario etnico nello stato indiano del Manipur. L'India…

22 Maggio 2024

Leniterapia: continuità ospedale-territorio

Il progetto si chiama "Cure Palliative e Leniterapia: Continuità Ospedale-Territorio" ed è promosso assieme al…

22 Maggio 2024

Gaza, l’agonia dei civili: la missione è salvare vite

Trentacinquemila morti, 78mila feriti e un milione e 600mila persone (in pratica tutti gli abitanti)…

22 Maggio 2024

Declino dell’Italia: è ora di far parlare i numeri

Sono anni che si sente parlare di un declino italiano, anche se questo discorso viene…

22 Maggio 2024