Chiesa Cattolica

Il Papa al Colosseo il 25 ottobre: “Pregherò per la pace in Ucraina”

“Dopodomani, martedì 25 ottobre mi recherò al Colosseo a pregare per la pace in Ucraina e nel mondo insieme ai rappresentanti delle Chiese e comunità cristiane e delle religioni mondiali riunite a Roma per l’incontro ‘Il grido della pace’. Invito a unirvi spiritualmente a questa grande invocazione a Dio. La preghiera è la forza della pace. Preghiamo, continuiamo a pregare per l’Ucraina così martoriata”. L’annuncio arriva al termine di un Angelus particolare, corredato dall’iscrizione di Papa Francesco (via tablet) da pellegrino alla prossima Giornata Mondiale della Gioventù, prevista a Lisbona ad agosto 2023. Affacciati in finestra con lui, per l’occasione, due giovani portoghesi: “Cari giovani, vi invito ad iscrivervi a questo incontro nel quale, dopo un lungo periodo di lontananza, ritroveremo la gioia dell’abbraccio fraterno tra i popoli e tra le generazioni, di cui abbiamo tanto bisogno”.

L’Angelus del Papa

Il Papa ricorda però anche un’altra necessità, ossia quella di “risvegliare in tutti i battezzati il desiderio di partecipare alla missione universale della Chiesa, mediante la testimonianza e l’annuncio del Vangelo”. Un compito che riemerge con particolare forza nella Giornata Missionaria Mondiale, incentrata sul tema “Di me sarete testimoni”. “Incoraggio tutti – ha detto Francesco – a sostenere i missionari con la preghiera e con la solidarietà concreta, affinché possano proseguire nel mondo intero l’opera di evangelizzazione e di promozione umana”.

Un invito che il Santo Padre rivolge al termine di una riflessione incentrata sulla parabola evangelica che vede protagonisti un fariseo e un pubblicano. “Cioè un uomo religioso e un peccatore conclamato. Entrambi salgono al tempio a pregare, ma soltanto il pubblicano si eleva veramente a Dio, perché con umiltà scende nella verità di sé stesso e si presenta così com’è, senza maschere, con le sue povertà”. Atteggiamenti che lasciano emergere due verbi, dal significato solo apparentemente ovvio: salire e scendere.

Salire e scendere

I due uomini “salirono al tempio”. Un aspetto che richiama tanti episodi biblici, da Abramo, che sale sul monte per offrire il sacrificio, a Mosè e Gesù, che sul monte sarà trasfigurato. “Salire, perciò, esprime il bisogno del cuore di staccarsi da una vita piatta per andare incontro al Signore; di elevarsi dalle pianure del nostro io per salire verso Dio – liberarsi del proprio io –; di raccogliere quanto viviamo a valle per portarlo al cospetto del Signore”. Un incontro che, però, richiede di “essere trasformati dalla preghiera”. In sostanza, per elevarci a Dio, “c’è bisogno del secondo movimento: scendere”. È nell’umiltà, infatti, che “diventiamo capaci di portare a Dio, senza finzioni, ciò che realmente siamo, i limiti e le ferite, i peccati, le miserie che ci appesantiscono il cuore, e di invocare la sua misericordia perché ci risani, ci guarisca, ci rialzi”.

Il rischio dell’Io

Il pubblicano si ferma a distanza, ha vergogna, chiede perdono ed è rialzato dal Signore. Il fariseo si lascia andare all’esaltazione e alla lode di sé stesso: “Questa è la superbia spirituale… E così, senza accorgerti, adori il tuo io e cancelli il tuo Dio. È un ruotare intorno a sé stessi. Questa è la preghiera senza umiltà“. Un errore al quale siamo tutti esposti: “Verifichiamo se in noi, come nel fariseo, c’è ‘l’intima presunzione di essere giusti’ che ci porta a disprezzare gli altri”. Il Papa invita a vigilare “sul narcisismo e sull’esibizionismo, fondati sulla vanagloria, che portano anche noi cristiani, noi preti, noi vescovi ad avere sempre una parola sulle labbra: ‘Io'”.

Damiano Mattana

Recent Posts

Papa: “Cattolici in Cina: contributo reale alla convivenza sociale”

Papa Francesco, in un messaggio per il Convegno internazionale sulla Chiesa in Cina, intitolato “100…

21 Maggio 2024

Sale il prezzo del gasolio, scende la benzina

Prezzo del gasolio ancora in crescita mentre cala - dopo i rialzi delle settimane precedenti…

21 Maggio 2024

I Paesi Bassi forniranno l’Ucraina di carri armati

La guerra in Ucraina è giunta al giorno 818. Proseguono gli attacchi russi su Kharkiv,…

21 Maggio 2024

La raccolta fondi presidenziali tra Biden e Trump ha un chiaro vincitore

Joe Biden ha raccolto 51 milioni di dollari ad aprile per la campagna 2024, mentre…

21 Maggio 2024

San Costantino il grande, venerato in Oriente come il tredicesimo apostolo

San Costantino il grande, Imperatore Serbia, 285 ca. - Nicomedia (Turchia), 22/05/337. Non è presente…

21 Maggio 2024

Agenda 2030: la sfida dello sviluppo sostenibile

Non c'è futuro senza sviluppo sostenibile. La Snaitech Sustainability Week è la settimana ideata dall'azienda…

21 Maggio 2024