Chiesa Cattolica

Incontro Mattarella – Parolin per promuovere la pace in Ucraina

È in programma per il prossimo martedì 13 dicembre a Palazzo Borromeo, presso la sede dell’ambasciata italiana presso la Santa Sede, una iniziativa comune tra Italia e Santa Sede per trovare una soluzione diplomatica al conflitto in Ucraina.

Promuovere la pace

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin si incontreranno per parlare e promuovere la pace in Ucraina alla luce dello “spirito di Helsinki” il giorno 13 dicembre.

L’impegno per la pace

“La guerra scoppiata nel cuore dell’Europa con l’aggressione della Russia all’Ucraina – è detto in un comunicato reso noto dalla sala stampa della Santa Sede – continua senza sosta con pesantissime conseguenze per la popolazione del Paese aggredito che affronta l’inverno sotto i bombardamenti non potendo più contare su tante infrastrutture distrutte. Se da una parte si fatica a vedere possibili vie d’uscita, dall’altra ci si domanda se e come riprendere la via del negoziato per avviare un processo che porti a una pace giusta. Nei mesi scorsi sia il Presidente della Repubblica italiana che Papa Francesco hanno citato la Conferenza internazionale di Helsinki e i suoi principi che contribuirono alla distensione in Europa codificando dei punti fermi sul dovere di rispettare i confini degli Stati e di risolvere le controversie con la diplomazia”. È quanto afferma un comunicato dell’ambasciata di Italia presso la Santa Sede annunciando una iniziativa comune Italia-Santa Sede per una via diplomatica alla soluzione del conflitto. “I molti cambiamenti avvenuti da allora rendono difficile il replicare iniziative simili, ma Helsinki rimane un riferimento e un valore, proprio a partire dallo spirito che animò la Conferenza – spiega la nota -, al quale non a caso oggi si riferisce chi cerca soluzioni di pace. Per discutere di questo e interrogarsi su quali siano le vie concrete e percorribili per ridare spazio al dialogo, tenendo anche presente l’importanza di costruire un nuovo e più giusto sistema di relazioni internazionali, l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, in collaborazione con la Rivista di geopolitica Limes e i Media vaticani (L’Osservatore Romano e Radio Vaticana – Vatican News), organizza l’incontro “L’Europa e la guerra. Dallo spirito di Helsinki alle prospettive di pace”, che si svolgerà martedì 13 dicembre a Palazzo Borromeo, presso la sede dell’Ambasciata”.

I partecipanti

È prevista la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo i saluti introduttivi di Francesco Di Nitto, ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede, e di Andrea Tornielli, direttore editoriale dei Media vaticani, prenderà la parola Matteo Luigi Napolitano, dell’università del Molise, per un breve inquadramento storico sulla Conferenza di Helsinki. Interverrà quindi il cardinal Parolin. La seconda parte dell’incontro prevede una tavola rotonda, coordinata dal direttore di Limes Lucio Caracciolo, alla quale prenderà parte, tra gli altri, Andrea Riccardi, storico e Fondatore della Comunità Sant’Egidio.

Fonte: Ansa

redazione

Recent Posts

Antonio da Padova, il santo di tutti

Parlare di Antonio di Padova, uno dei santi più venerati della Chiesa, significa ricordare la…

13 Giugno 2024

Sant’Eliseo: ecco cosa significa il suo nome

Sant'Eliseo, profeta dell'Antico Testamento, S. ELISEO Profeta dell'Antico Testamento Palestina, ?- Samaria (Palestina), 790 a.C.…

13 Giugno 2024

Ue-Africa: le politiche migratorie dopo il voto europeo

Un ponte tra Ue e Africa dopo le elezioni europee. Oltre alla guerra scatenata dalla…

13 Giugno 2024

Iraq, la diaspora dei cristiani

In Iraq più del 90 per cento dei cristiani fuggiti da Mosul non pensa di…

13 Giugno 2024

La grande sfida del G7: usare l’intelligenza (umana)

La questione del finanziamento della resistenza ucraina all’invasione russa con i beni del Cremlino all’estero…

13 Giugno 2024

Siccità in Italia: è già emergenza

"Al momento abbiamo una severità idrica alta per quanto riguarda la Sicilia, che è la regione del…

13 Giugno 2024