Chiesa Cattolica

Francesco incontra i giovani: “Non vivete di istanti, siate campioni di costanza”

Un incontro non con i giovani ma con le nuove generazioni. Per le quali il futuro è da costruire ma anche da gestire, nella consapevolezza di un mondo in continuo cambiamento che, se non osservato con i giusti occhi, potrebbe indurre a far ritenere giusto ciò che in realtà è lontano dalla moralità. Papa Francesco lo ricorda alle centinaia di ragazzi e ragazze che, nel piazzale antistante la Basilica di Santa Maria della Salute di Venezia, sono accorsi per incontrarlo e per “condividere, anche solo attraverso una preghiera, uno sguardo e un sorriso, la meraviglia che siamo”. Perché tutti noi, nella nostra natura di “figli di Dio amati”, siamo “chiamati a realizzare il sogno del Signore: testimoniare e vivere la sua gioia”. Talmente grande e bella da sentire il bisogno di condividerla.

Il Papa e i giovani

È Venezia, “la città della bellezza”, che Papa Francesco vive assieme ai giovani il momento dell’incontro. Il quale, nei giorni a venire, renderà pronti ad accogliere “la bellezza che siamo e alimentare”. Un compito da espletare attraverso due parole guida, due “verbi di movimento che animavano il cuore giovane di Maria”: alzarsi e andare. Il primo, un invito a ridestarsi, a levarsi da terra “perché siamo fatti per il Cielo”. Rifuggire dalle tristezze per stare in piedi dinnanzi alla vita e accogliere il dono: “Eppure spesso ci si trova a lottare contro una forza di gravità negativa che butta giù, un’inerzia opprimente che vuole farci vedere tutto grigio”. Per questo non bisogna dimenticare di “lasciarci rialzare: farci prendere per mano dal Signore, che non delude mai chi confida in Lui, che sempre risolleva e perdona”. Aiutare qualcuno a rialzarsi, è l’unico momento in cui “si può guardare una persona dall’alto in basso”, come Gesù fa con noi.

Campioni di costanza

La nostra bellezza compensa le nostre fragilità, e viceversa. Il Papa invita i giovani a un paragone con la stessa Venezia, “che è splendida e delicata al tempo stesso. È bella e delicata, ha qualche fragilità che dev’essere curata”. E, una volta tornati in piedi, occorre restare in questa posizione: “Il segreto di grandi conquiste è la costanza. È vero che a volte c’è questa fragilità che ti tira giù, ma la costanza è quello che ti porta avanti, è il segreto. Oggi si vive di emozioni veloci, di sensazioni momentanee, di istinti che durano istanti. Ma così non si va lontano. I campioni dello sport, come pure gli artisti, gli scienziati, mostrano che i grandi traguardi non si raggiungono in un attimo, tutto e subito”. E se questo “vale per lo sport, l’arte e la cultura, vale a maggior ragione per ciò che più conta nella vita”.

Usare il cellulare ma incontrare le persone

L’invito del Santo Padre ai giovani è a vivere con la costanza di chi cerca di raggiungere un risultato attraverso l’onestà e le proprie forze. Vivendo appieno i momenti di bellezza: “Non isolatevi, cercate gli altri, fate esperienza di Dio assieme, seguite cammini di gruppo senza stancarvi. Tu potresti dire: ‘Ma attorno a me stanno tutti per conto loro con il cellulare, attaccati ai social e ai videogiochi’. E tu senza paura vai controcorrente: prendi la vita tra le mani, mettiti in gioco; spegni la tv e apri il Vangelo – è troppo questo? –, lascia il cellulare e incontra le persone! Il cellulare è molto utile, per comunicare, è utile, ma state attenti quando il cellulare ti impedisce di incontrare le persone. Usa il cellulare, va bene, ma incontra le persone! Sai cos’è un abbraccio, un bacio, una stretta di mano: le persone”.

Damiano Mattana

Recent Posts

Antonio da Padova, il santo di tutti

Parlare di Antonio di Padova, uno dei santi più venerati della Chiesa, significa ricordare la…

13 Giugno 2024

Sant’Eliseo: ecco cosa significa il suo nome

Sant'Eliseo, profeta dell'Antico Testamento, S. ELISEO Profeta dell'Antico Testamento Palestina, ?- Samaria (Palestina), 790 a.C.…

13 Giugno 2024

Ue-Africa: le politiche migratorie dopo il voto europeo

Un ponte tra Ue e Africa dopo le elezioni europee. Oltre alla guerra scatenata dalla…

13 Giugno 2024

Iraq, la diaspora dei cristiani

In Iraq più del 90 per cento dei cristiani fuggiti da Mosul non pensa di…

13 Giugno 2024

La grande sfida del G7: usare l’intelligenza (umana)

La questione del finanziamento della resistenza ucraina all’invasione russa con i beni del Cremlino all’estero…

13 Giugno 2024

Siccità in Italia: è già emergenza

"Al momento abbiamo una severità idrica alta per quanto riguarda la Sicilia, che è la regione del…

13 Giugno 2024