Attualità

Kosovo: tensione in aumento nel nord a maggioranza serba

La tensione interetnica nel nord del Kosovo è tornata a salire dopo i recenti scontri armati e sta preoccupando la comunità internazionale. La crisi nel paese balcanico sarà al centro di un incontro che si terrà con tutta probabilità oggi a Bruxelles fra gli inviati Ue e Usa.

La situazione attuale

Situazione calma ma ancora carica di tensione oggi nel nord del Kosovo, dopo gli scontri e le sparatorie di ieri fra polizia locale e gruppi di estremisti serbi pesantemente armati. Il bilancio ufficiale è di un poliziotto kosovaro e tre rivoltosi serbi rimasti uccisi, oltre a diversi feriti da entrambe le parti. La procura del Kosovo ha riferito dell’arresto di sei serbi accusati di attività sovversive e attacco armato alle forze di polizia, uno di loro anche di terrorismo.

Il contesto geopolitico

La presidente kosovara Vjosa Osmani ha proclamato per oggi una giornata di lutto nazionale in memoria dell’agente rimasto ucciso nella violenta sparatoria della notte fra sabato e domenica nel villaggio di Banjska, presso Zvecan, nel nord del Kosovo a maggioranza serba. In tale località la polizia kosovara era intervenuta per rimuovere un blocco stradale attuato con due camion dalla popolazione serba, sempre più insofferente per la politica ritenuta ostile e discriminatoria da parte del governo di Pristina. Ma contro gli agenti era stato aperto il fuoco da varie direzioni, e uno di loro era rimasto ucciso, altri due feriti. Il premier Albin Kurti e la presidente Osmani hanno accusato Belgrado di sostenere formazioni armate e criminali serbe attive nel nord del Kosovo. Il presidente serbo Aleksander Vucic da parte sua, pur condannando l’uccisione del poliziotto, ha addossato a Kurti la responsabilità dell’accaduto, risultato ha detto della sua politica di “terrore” e fortemente antiserba. Secondo il portavoce del Cremlino, Dimitry Peskov, la situazione nel Kosovo è “estremamente difficile e potenzialmente pericolosa”. La crisi del Kosovo sarà al centro di un incontro che si terrà con tutta probabilità oggi a Bruxelles fra gli inviati Ue e Usa, Miroslav Lajcak e Gabriel Escobar, unitamente ai consiglieri diplomatici dei governi di Francia, Germania e Italia, segnalano i media serbi.

Fonte: Ansa

redazione

Recent Posts

Papa: “Cattolici in Cina: contributo reale alla convivenza sociale”

Papa Francesco, in un messaggio per il Convegno internazionale sulla Chiesa in Cina, intitolato “100…

21 Maggio 2024

Sale il prezzo del gasolio, scende la benzina

Prezzo del gasolio ancora in crescita mentre cala - dopo i rialzi delle settimane precedenti…

21 Maggio 2024

I Paesi Bassi forniranno l’Ucraina di carri armati

La guerra in Ucraina è giunta al giorno 818. Proseguono gli attacchi russi su Kharkiv,…

21 Maggio 2024

La raccolta fondi presidenziali tra Biden e Trump ha un chiaro vincitore

Joe Biden ha raccolto 51 milioni di dollari ad aprile per la campagna 2024, mentre…

21 Maggio 2024

San Costantino il grande, venerato in Oriente come il tredicesimo apostolo

San Costantino il grande, Imperatore Serbia, 285 ca. - Nicomedia (Turchia), 22/05/337. Non è presente…

21 Maggio 2024

Agenda 2030: la sfida dello sviluppo sostenibile

Non c'è futuro senza sviluppo sostenibile. La Snaitech Sustainability Week è la settimana ideata dall'azienda…

21 Maggio 2024