Ungheria: tra migranti, UE, ed ascesa dell’estrema destra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:19

L’Ungheria e la sindrome del "nemico"

Il 23 ottobre, giorno di festa nazionale, l’Ungheria ha commemorato la rivoluzione anti-sovietica del 1956 contro il regime comunista. Ancora una volta il primo ministro Victor Orban non ha esitato ad attaccare coloro che lo accusano di voler distruggere la civilizzazione europea.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.