Morti 5 migranti in mare, scambio di accuse tra ong tedesca e marina libica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:19

Secondo l’organizzazione non governativa una delle proprie navi è intervenuta su richiesta della guardia costiera italiana

E’ di almeno cinque morti – tra cui un bambino – e un disperso il bilancio del naufragio di un gommone avvenuto lunedì mattina al largo delle coste della Libia. Una vicenda che ha dato inizio a uno scambio di accuse tra la guardia costiera libica e Sea-Watch, una ong tedesca. Secondo l’organizzazione non governativa una delle proprie navi è intervenuta su richiesta della guardia costiera italiana.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.