GIOVEDÌ 27 AGOSTO 2015, 004:30, IN TERRIS

Stephen Hawking e la nuova teoria sui buchi neri: "c'è modo di uscirne"

Secondo il celebre astrofisico le particelle entranti sarebbero restituite in una forma caotica e l'informazione, per qualsiasi scopo pratico si perderebbe

MANUELA PETRINI
Stephen Hawking e la nuova teoria sui buchi neri:
Stephen Hawking e la nuova teoria sui buchi neri: "c'è modo di uscirne"
Dopo aver visto il colosso di fantascienza Interstellar, firmato Christopher Nolan, a nessuno sarebbe venuto in mente di mettere in discussione la teoria fisica secondo la quale tutto ciò che entra in un buco nero viene distrutto. Ma, ora, a farlo è lo scienziato Stephen Hawking, che durante la conferenza al Kth Royal Institute Of Technology di Stoccolma ha affermato: "Se vi sentite come se foste finiti in un buco nero non disperatevi, c'è modo di uscirne".

Ma cosa accade a ciò che entra in un buco nero? Secondo la "relatività generale" ciò che precipita al suo interno verrebbe distrutto, ma l'ipotesi non concorda con quanto sostiene la "meccanica quantistica", secondo la quale - semplificando al massimo - ciò non sarebbe possibile. Il celebre astrofisico, nella sua teoria, sostiene che ciò che viene risucchiato all'interno di un buco nero rimarrebbe intrappolato lungo "l'orizzonte degli eventi", ossia quella sfera che circonda un buco nero e che lo delimita dal resto dell'universo, e lì rimarrebbe sotto forma di una specie di ologramma.

Da qui, secondo lo scienziato, riemergerebbe nel nostro universo - o in uno parallelo - attraverso la radiazione di Hawking, ossia protoni che riuscirebbero a sfuggire al buco nero grazie a delle fluttuazioni quantistiche. "L'informazione delle particelle entranti viene restituita, ma in una forma caotica e non più utilizzabile - ha sottolineato Hawking -. L'informazione, per qualsiasi scopo pratico, si perde".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...