Sonda cinese atterra sulla faccia nascosta della Luna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18

La sonda Chang'e-4 è atterrata “con successo” sulla faccia nascosta della Luna alle 10:26 locali (3:26 in Italia): lo ufficializzano i media cinesi dopo alcune ore di suspense, in merito alla missione iniziata il 7 dicembre. Si tratta di un risultato storico: mai nessuna sonda era atterrata sul lato nascosto della Luna, vale a dire quella parte del satellite che non è visibile dalla Terra in quanto la velocità di rotazione sul proprio asse del nostro satellite naturale è pari a quella della sua rivoluzione intorno alla Terra stessa, per cui noi vediamo sempre lo stesso emisfero lunare.

Il cratere Von Karman

La sonda è atterrata nella parte meridionale del cratere Von Karman: una struttura di 186 chilometri di diametro all’interno del bacino Aitken, nei pressi del Polo Sud lunare. 

Chang’e-4 è entrata in orbita lunare il 12 dicembre, per poi portarsi in un’orbita polare ellittica e provare le comunicazioni con la Terra tramite il satellite-sponda Queqiao. Il lander pesa 1.200 chilogrammi e contiene un rover automatico di 140 chili. L’atterraggio sul lato oscuro della Luna era particolarmente difficile perchè la superficie di questo emisfero è molto più accidentata rispetto a quello visibile.

Le ambizioni aerospaziali della Cina hanno preso forma nell'anno del 50/mo anniversario dello storico sbarco dell'Apollo 11 che portò l'americano Neil Armstrong a essere il primo uomo a calpestare il suolo lunare. La missione successiva, Chang’e-6, che dovrebbe partire nel 2020, potrebbe riuscire a riportare campioni sulla terra dal Polo Sud lunare.
   

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.