Scoperta la “gemella galattica” della Via Lattea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:26

Una sosia della Via Lattea? Esiste ed è situata a circa 180 milioni di anni luce dalla Terra. A scoprirla, tra oltre 20.000 foto di piccole galassie, due ricercatori della Yonsei University, in Corea del Sud. Contornata da due piccole galassie irregolari, simili alle nubi di Magellano che orbitano attorno alla nostra Milky Way, la gemella della nostra Via Lattea sembra possedere delle caratteristiche rare, rivelandosi “unica” nel suo genere. Ribattezzata Ngc 2718, si tratta di una galassia a spirale isolata che interagisce però con una coppia di galassie nane chiamata Ugc 4703.

La Ngc 2718

Come riporta Global Science, l’impressionante somiglianza di Ngc 2718 con la nostra galassia sorprende perché la conformazione della Via Lattea possiede caratteristiche insolite: la Grande Nube di Magellano e la Piccola Nube di Magellano, le due più famose formazioni satelliti della nostra galassia, luminose e attive nella produzione stellare, non sono frequentemente rintracciabili, sia nell’osservazione dell’Universo, sia nella riproduzione di modelli teorici. La rarità di questo tipo di formazioni irregolari, in coppia e in prossimità di una grande galassia con cui interagiscono, genera molti interrogativi. Le nubi si sono generate indipendentemente intorno alla galassia e hanno quindi iniziato ad interagire con essa? Sono state recentemente catturate? Quesiti alle quali lo studio della Ngc 2718 potrà rispondere, svelando così ulteriori misteri sul comportamento delle coppie di galassie nane e sulla loro interazione con la galassia più grande attorno alla quale orbitano.

Una ricerca “fotografica”

Sanjaya Paudel and Chandreyee Sengupta, i ricercatori della Yonsei University, hanno condotto il loro studio mediante l'analisi di migliaia di fotografie scattate a galassie nane. L'analisi è stata condotta sulle immagini di archivio acquisite con la Sloan Digital Sky Survey, con i telescopi spaziali Galaxy Evolutionary Explorer e Spitzer, e con il Giant Metrewave Radio Telescope, sito in India per lo studio della distribuzione dei gas, riscontrando, tra le varie analogie con la Via Lattea, simili masse stellari. Chissà se in futuro Ngc 2718 non riveli anche la presenza di qualche isopianeta con caratteristiche ideali per ospitare la vita.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.