Gli Usa accelerano: l'uomo entro 5 anni di nuovo sulla Luna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:46

Gli Usa accelerano la corsa alla Luna. Infatti, il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha annunciato nel corso del Consiglio Spaziale Nazionale la prima missione con astronauti fra cinque anni. “La politica di questa amministrazione è di riportare gli astronauti americani sulla Luna entro il 2024“, ha affermato Pence. “La prima donna e il prossimo uomo sulla Luna – ha aggiunto il vicepresidente statunitense – saranno americani, lanciati da razzi americani dal suolo Usa”. 

Quattro anni prima del previsto

In realtà, in passato, la Nasa e l'amministrazione Trump avevano annunciato di puntare a riportare gli astronauti sulla Luna entro il 2028, ma ora Pence ha affermato che la Nasa dovrà far sbarcare gli astronauti vicino al polo sude del nostro satellite entro 5 anni “con ogni mezzo necessario”, chiedendo di accelerare il programma spaziale statunitense. “Per raggiungere questo obiettivo – ha concluso Pence – dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi”. 

Entusiasmo alla Nasa

L'agenzia spaziale americana non si è fatta intimorire dall'annuncio del vicepresidente Usa. L'amministratore capo della Nasa, Jim Bridenstine, ha dichiarato: “Siamo pronti per la sfida”. Bridenstine, inoltre, ha spiegato che per garantire il successo della missione è stato necessario definire “un piano chiaro e stiamo creando un direttorato dedicato che si chiamerà 'dalla Luna a Marte'”. Per rimanere nei tempi, la Nasa prevede di lanciare entro il 2020 l'Exploration Mission 1, che sarà il secondo volo di collaudo, senza equipaggio, della capsula Orion e il primo lancio del razzo Space Launch System, e di inviare la prima missione con equipaggio nelle vicinanze della Luna entro il 2022. 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.