News TERRORISTI

GIOVEDÌ 13 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Serraj: "Migranti e terroristi verso l'Italia se..."

Il presidente libico riconosciuto dall'Onu chiede aiuto al nostro Paese

FC
Fayez al Serraj
"N
oi prevediamo di ricevere un supporto concreto dall'Italia, i libici non dimenticheranno quei Paesi che durante questa crisi si sono dimostrati amici". Lo ha detto il presidente libico riconosciuto dall'Onu Fayez al Serraj in un'intervista esclusiva a Sky TG24, in onda alle 19.30 su Sky TG24 Mondo. "Se la guerra continuerà a Tripoli - ha continuato - ci saranno sicuramente conseguenze, a cominciare dall'immigrazione illegale. Non sarà possibile...
MARTEDÌ 23 APRILE 2019, IN TERRIS

Stragi di Pasqua. L'appello del vescovo: "Pregate per noi"

Il vescovo di Chilaw ad Aiuto alla Chiesa che Soffre: "Attacco totalmente inaspettato"

REDAZIONE
Mons. Warnakulasuriya Devsritha Valence Mendis - Foto Acs
"A
bbiamo assistito ad attacchi brutali, ad atti di violenza inaudita", così al telefono con Aiuto alla Chiesa che Soffre monsignor Warnakulasuriya Devsritha Valence Mendis, vescovo di Chilaw ha definito gli attentati che, nel giorno di Pasqua, hanno colpito la comunità dello Sri Lanka. Il bilancio dei morti questa mattina è salito a 310, mentre i feriti sono oltre 500. "La serie di attacchi ha avuto inizio nella capitale Colombo", racconta il vescovo. La prima...
MERCOLEDÌ 17 APRILE 2019, IN TERRIS

Fermati due "lupi solitari"

I due uomini per mesi si sarebbero addestrati in rete per compiere attentati

REDAZIONE
Bandiera dell'Isis sullo schermo di un pc
S
arebbero dei "mujaheddin virtuali" i due giovani fermati con l'accusa di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per compiere atti terroristici. Così li ha definiti il pm di Palermo. I due, un italiano di 25 anni e un marocchino, per mesi si sarebbero addestrati attraverso internet per compiere atti terroristici e di sabotaggi: si sarebbero preparati all'uso delle armi e si sarebbero allenati per raggiungere una preparazione fisica e militare...
SABATO 30 MARZO 2019, IN TERRIS

Preparavano un attentato: 10 arresti in Germania

E' il secondo blitz della polizia tedesca contro presunti appartenenti all'Isis in pochi giorni

MILENA CASTIGLI
Polizia tedesca
L
a polizia tedesca ha arrestato 10 persone perchè sospettate di preparare un attentato terroristico di matrice jihadista. Gli arresti sono stati fatti tra venerdì e sabato in diverse città della Germania tra le quali figurano Essen, Düsseldorf, Wuppertal e Moenchengladbach. Un portavoce della polizia ha detto che le persone sono sospettate di avere legami con lo Stato Islamico (o Isis) e che al momento non si pensa che avessero un obiettivo specifico. Si sa...
MARTEDÌ 15 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Francia: "Analizzeremo richieste di estradizione dall'Italia"

Dopo l'arresto di Cesare Battisti, il Ministero della Giustizia francese si dice pronto a collaborare

REDAZIONE
Scritta di Potere Operaio
B
rigate Rosse, Prima Linea, Lotta Continua, Potere Operaio: sono tante le sigle di gruppi armati di sinistra degli anni '70 che hanno lasciato una scia di sangue nella storia d'Italia. Gli autori degli attentati non sempre sono stati consegnati alla giustizia: molti sono fuggiti all'estero, trovando magari protezione negli altri Stati, come è capitato a Cesare Battisti prima che ieri tornasse in Italia per scontare la sua pena. Alcuni di loro si trovano oggi in Paesi...
MERCOLEDÌ 12 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Scarcerati 5 pachistani accusati di terrorismo

Finiti in manette nel 2015 con l'accusa di aver avuto legami con Al Qaeda e di aver pianificato stragi

REDAZIONE
Processo
E
rano stati arrestati il 24 aprile 2015 in un blitz coordinato dalla Dda di Cagliari e condotto dalla Digos di Sassari. Oggi, con la scarcerazione degli ultimi cinque, sono tornati tutti in libertà gli undici presunti terroristi pachistani che, secondo l'accusa, sarebbero legati a una cellula di Al Qaeda con base ad Olbia. La decisione è stata presa dal tribunale del Riesame della Corte d'assise di Sassari. Come riporta l'Ansa, "gli altri sei,...
MERCOLEDÌ 12 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Salvini: "In Europa rifletta chi vuole i porti aperti"

Il ministro dell'Interno: "Nessuna compassione verso chi porta morte". E poi: "Massima allerta in Italia"

REDAZIONE
Matteo Salvini guarda con il binocolo
A
ncora non si è placata la polemica sulle parole di Matteo Salvini pronunciate in Israele, secondo cui il movimento libanese Hezbollah sarebbe terrorista, che il terrore torna a incombere sulle città europee. Il ministro dell'Interno, ancora impegnato nella sua visita diplomatica in Terra Santa, commenta: "Morti e feriti ai mercatini di Natale di Strasburgo. Per anni, da europarlamentare, questa città è stata casa mia e quei mercatini erano un...
MERCOLEDÌ 05 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

L'Isis minaccia Venezia

Sui social la locandina che ritrae un miliziano di spalle e la bandiera nera sulla chiesa della Madonna della Salute

REDAZIONE
Locandina dell'Isis che minaccia Venezia
L'
Isis torna a minacciare l'Italia. Stavolta nel mirino dei miliziani jihadisti finisce Venezia. Sui circuiti social è stata lanciata un'immagine che ritrae un terrorista armato di spalle, sullo sfondo l'ex capitale della Serenissima, con una bandiera nera che domina sopra la chiesa della Madonna della Salute, quasi di fronte a piazza San Marco. Sul drappo scuro l'inconfondibile icona dell'Isis con la scritta "Shahada La ilàha illa Allàh", ossia...
GIOVEDÌ 18 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

Aumentano gli jihadisti in Italia

Ogni mese dieci stranieri vengono espulsi per motivi legati al rischio terrorismo

REDAZIONE
Jihadisti
G
li stranieri espulsi dall'Italia per motivi riguardanti i rischi del terrorismo sono sempre di più. Il numero è nettamente maggiore a quello di tutti i Paesi dell'Unione europea. Nel 2018 la media è salita a dieci soggetti espulsi ogni mese (rispetto agli 8 al mese del 2017). Dal 2018 fino ad oggi sono stati 105 i provvedimenti presi dal Ministero dell'Interno, le Prefetture e le autorità giudiziaria, raggiungendo quota 340 negli ultimi tre...
MERCOLEDÌ 19 SETTEMBRE 2018, IN TERRIS

Niger: "Cristiani nel mirino del jihad"

Rapimento di padre Maccalli: parla padre Porcellato, vicario della Società delle Missioni Africane

NICO SPUNTONI
padre Pierluigi Maccalli con parrocchiane in Niger
A
ncora un missionario rapito, sembrerebbe, da un commando di presunti jihadisti. Si tratta di padre Pierluigi Maccalli, sacerdote della Società delle Missioni Africane originario di Madignano, nella provincia di Cremona. Padre Gigi, come lo chiama chi lo conosce bene, dopo un’esperienza in Costa d’Avorio, è attivo da qualche anno come missionario in Niger nella parrocchia di Bomoanga, da cui è stato rapito. Il gruppo di terroristi, sopraggiunto in moto, ha fatto...
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Jeremy Corbyn
LO SCONFITTO

Corbyn, la caduta del leader ombra

I laburisti colano a picco e puntano il dito contro il loro presidente, accusato di troppe incertezze sul fronte Brexit
I sofficini - screenshot di uno spot pubblicitario
PALERMO

Quando la cena si trasforma nel pomo della discordia

Un antico proverbio recita: "Tra moglie e marito non mettere il dito", ma ci sono alcuni casi in cui è...
Scritta contro la mafia a Capaci

Mafia e razzismo, voci dolenti della povertà morale

Mafia, razzismo e povertà sono le manifestazioni più tragiche ed inquietanti della società...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora