News STATI UNITI

GIOVEDÌ 18 APRILE 2019, IN TERRIS

Come sta la libertà di stampa nel mondo

Norvegia ancora prima, calano gli Usa, superati dall'Italia. Ultimo il Turkmenistan

LUCA LA MANTIA
L'infografica di Rsf sulla libertà di stampa nel mondo
L
a Norvegia si conferma per il terzo anno consecutivo il miglior Paese al mondo per libertà di stampa, seguita dalla Finlandia e dalla Svezia, che perde una posizione per via della recrudescenza del cyberstalking. La classifica, come di consueto, è redatta da Reporter Senza Frontiere, ong francese che monitora lo stato di salute del giornalismo sul pianeta.  Classifica L'Olanda passa dal secondo al quarto posto, visto che due giornalisti risultano sotto scorta...
GIOVEDÌ 18 APRILE 2019, IN TERRIS

Pyongyang contro Pompeo: "E' un ostacolo"

Chiesto un altro negoziatore al posto del segretario di Stato: "Non ci capisce"

EDITH DRISCOLL
Mike Pompeo
P
er la Corea del Nord il mancato decollo dei negoziati con gli Stati Uniti ha un preciso responsabile: Mike Pompeo. Così il governo di Pyongyang ne chiede la sotituzione con un "più accorto e maturo" diplomatico, visto che Pompeo avrebbe mostrato incapacità di comprensione delle posizioni nordcoreane facendo "ingarbugliare" i colloqui sulla denuclearizzazione. Affondo Un funzionario del ministero degli Esteri, ha riportato la Kcna, ha sferrato un...
GIOVEDÌ 18 APRILE 2019, IN TERRIS

Trump sfida in Congresso sullo Yemen

Capitol Hill: "Stop al coinvolgimento Usa". Il presidente pone il veto

ALBERTO TUNO
Donald Trump
D
onald Trump ha posto il veto presidenziale sulla risoluzione con cui il Congresso ha chiesto uno stop  al coinvolgimento americano nella guerra guidata dall'Arabia Saudita in Yemen. Il voto Capitol Hill si era pronunciato contro l'appoggio incondizionato dell'amministrazione a Riad, ovvero al principe alla corona saudita, Mohammed bin Salman, considerato uno dei responsabili dell'omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Questo ha spinto diversi...
GIOVEDÌ 18 APRILE 2019, IN TERRIS

Falso allarme bomba per far uscire la fidanzata dal lavoro

Un 26enne ha lanciato la minaccia al fine di far evacuare il negozio

REDAZIONE
Uomo con telefonino
U
n giovane di 26 anni è finito dietro le sbarre perché nel febbraio scorso avrebbe telefonato minacciando in un negozio minacciando la presenza di una bomba. Tutto ciò, per far uscire dal negozio la sua ragazza, che lì lavorava. L'arresto, dopo le indagini, è avvenuto il 15 aprile scorso. Come riferisce Cbs7, il fatto è avvenuto a Lovington, nel Nuovo Messico, Stati Uniti. Il fatto Secondo il Dipartimento di Polizia di Lovington, sarebbe...
LUNEDÌ 15 APRILE 2019, IN TERRIS

Russiagate: giovedì la pubblicazione rapporto?

Il dossier sarà consegnato al Congresso e messa a disposizione dei cittadini

REDAZIONE
Robert Mueller
D
ovrebbe essere pubblicato giovedì il rapporto delle indagini sul Russiagate del procuratore speciale Robert Mueller. Lo afferma un portavoce del Dipartimento di giustizia Usa. Dossier La versione revisionata del dossier sarà consegnata al Congresso e messa a disposizione dell'opinione pubblica. Mancano solo gli ultimi ritocchi al testo, con i legali del dipartimento alla giustizia e del'ufficio del procuratore speciale che stanno finendo di mettere a punto gli...
VENERDÌ 12 APRILE 2019, IN TERRIS

Dazi ad Airbus: Ue pronta a rispondere

A breve la lista dei prodotti Usa che saranno colpiti dalle tariffe di "rappresaglia"

REDAZIONE
Bandiere di Stati Uniti e Unione europea
A
 giorni dovrebbe arrivare la lista dei "dazi" di rappresaglia con cui l'Unione europea risponderà alle tariffe imposte dagli Stati Uniti ad Airbus. Allo stesso tempo - riporta l'Ansa - il Consiglio Ue ha raggiunto un'intesa di principio, nonostante l'opposizione della Francia, sul mandato negoziale per un "mini accordo" commerciale con Washington per l'eliminazione delle tariffe doganali sui beni industriali.  Lista La...
GIOVEDÌ 11 APRILE 2019, IN TERRIS

Julian Assange arrestato a Londra

Il fondatore dell'organizzazione prelevato da Scotland Yard dopo la revoca dell'asilo da parte dell'Ecuador

MATTIA DAMIANI
Julian Assange. Nel riquadro il momento dell'arresto
B
arba bianca lunga e abbigliamento casual: così è apparso Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, al momento del suo arresto, avvenuto nell'ambasciata dell'Ecuador dopo che il governo del Paese latinoamericano ha revocato l'asilo che gli garantiva la permanenza nella sede diplomatica di Londra. Il fermo, eseguito in base al mandato spiccato nel 2012, è stato messo in atto da Scotland Yard che, dopo averlo arrestato, lo ha portato nella propria sede per...
MERCOLEDÌ 10 APRILE 2019, IN TERRIS

Morbillo, epidemia a New York: la situazione

Il sindaco De Blasio ha già dichiarato lo stato di emergenza e disposto vaccinazioni obbligatorie: 250 i casi in città

REDAZIONE
New York
E'
ormai stata dichiarata l'emergenza sanitaria a New York, dove il sindaco Bill De Blasio si è visto costretto a diramare lo stato di allerta per la grave epidemia di morbillo diffusasi ormai in tutta la città. Assieme all'emergenza, De Blasio ha disposto che tutte le persone non ancora vaccinate residenti in quattro aree urbane del quartiere di Brooklyn dovranno al più presto sottoporvisi (compresi i bambini di età superiore ai sei mesi), allo scopo...
MARTEDÌ 09 APRILE 2019, IN TERRIS

Nuovi dazi all'Ue: Trump ci pensa

Washington prepara la risposta alle sovvenzioni europee ad Airbus

EDITH DRISCOLL
Trump e Juncker
L'
amministrazione Usa sarebbe pronta a imporre nuovi dazi su alcuni prodotti dell'Unione Europea in risposta alle continue sovvenzioni europee ad Airbus che, secondo una dichiarazione dell’ufficio del rappresentante Usa al commercio, hanno causato "ripetutamente un impatto negativo nei confronti degli Usa". La querelle La saga lunga 15 anni tra Stati Uniti e Unione Europea sulle reciproche rivendicazioni di aiuti illegali ai loro principali costruttori di...
MARTEDÌ 09 APRILE 2019, IN TERRIS

Caso Khashoggi, Usa vietati a 16 persone

Il divieto è stato imposto anche ai familiari più stretti: il giornalista fu ucciso a ottobre nell'ambasciata saudita di Istanbul

MATTIA DAMIANI
Jamal Khashoggi
V
ietato l'ingresso negli Stati Uniti a 16 persone, sospettate di essere coinvolte a vario titolo nell'assassinio di Jamal Khashoggi, il giornalista del Washington post ucciso lo scorso ottobre mentre si trovava nel consolato saudita di Istanbul. Una decisione annunciata attraverso il segreterio di Stato Mike Pompeo, il quale "denuncia pubblicamente le seguenti persone per i loro ruoli nell'omicidio di Jamal Khashoggi". Si tratta del primo vero provvedimento messo in...
NEWS
Un boccale dell'ex filanda
SAN FRANCESCO

Friar: l'ex filanda francescana che offre birra e serenità

Il "locale" di Monza gestito dai frati che permette a tanti giovani di conoscersi
Inter-Roma 1-1. Un contrasto fra Nainggolan e Dzeko
SERIE A

ElSha, poi Perisic: Inter-Roma è pari

Nella giornata dell'ottavo scudetto consecutivo bianconero, la lotta Champions si accanisce: 1-1 a San Siro
Uova di Pasqua

Una Santa Pasqua, In Terris festeggia grazie a te

Per continuare la nostra missione chiediamo un piccolo gesto di solidarietà e amicizia
Giuseppe Conte
CASI SIRI E ARATA

Pd, mozione di sfiducia al governo Conte

L'annuncio del capogruppo dem al Senato, Marcucci: "Chiarimenti sulla reale salute della coalizione"
Il passaggio del ciclone Idai in Mozambico
MOZAMBICO

Unicef: istruzione a rischio per 300mila bambini

Il ciclone Idai si è abbattuto nell'Africa centro-orientale in marzo provocando oltre 400 morti
Gilet gialli a Parigi
LA PROTESTA

Gilet gialli in piazza, scontri a Parigi

Tornano a sfilare i dimostranti, tensioni fra Polizia e black-bloc a Place de la Republique: 126 fermi