News PETROLIO

VENERDÌ 15 NOVEMBRE 2019, IN TERRIS

Al via il razionamento del petrolio e prezzi più alti

Tehran ha annunciato che utilizzerà le entrate per aumentare i sussidi per i bisognosi

MILENA CASTIGLI
Distributore di benzina in Iran
I
l governo iraniano ha iniziato il razionamento del petrolio e ha aumentato i prezzi a mezzanotte ora locale. Secondo le nuove disposizioni, ogni auto potrà avere al massimo 60 litri al mese, riferisce l'agenzia Irna, aggiungendo che il prezzo della benzina è stato aumentato a 15.000 Rial (12,7 centesimi di dollaro USA) da 10.000 Rial, e per ogni acquisto aggiuntivo si dovrà pagare 30.000 Rial per litro. Tehran utilizzerà le entrate per aumentare i...
LUNEDÌ 23 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

Iran: liberata la petroliera inglese Stena Impero

Sequestro di due mesi per violazioni leggi marittime

LORENZO CIPOLLA
La petroliera Stena Impero
P
uò riprendere il largo. La petroliera Stena Impero è libera di andare, dopo un sequestro lungo 65 giorni. A darne l'annuncio è il portavoce del governo iraniano Ali Rabiei. Lo segue la conferma del presidente dell'autorità portuale delle provincia di Hormozogan Allahmorad Afifipour. La compagnia proprietaria dell'imbarcazione esprime la sua soddisfazione con cautela: "Non diamo nulla per scontato". La nave era stata attaccata dalle...
MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

L'ombra di Teheran sull'attacco al petrolio saudita?

Secondo la Cnn vi sarebbero "probabilità molto alte" della presenza iraniana dietro l'offensiva ad Abqaiq

DM
Fumo dal complesso di Abqaiq - Foto Reuters
C
olpa dell'Iran? Per Donald Trump al momento è solo una possibilità ma ha già fatto sapere che lui e il suo staff stanno verificando se "dietro gli attacchi in Arabia Saudita" (rivendicati dai ribelli Houthi) ci sia proprio la regia di Teheran. Un'ipotesi avanzata dalla Cnn (che a sua volta cita fonti a conoscenza dell'indagine), secondo la quale "le probabilità sono molto alte" ma comunque ancora non sufficienti ad attribuire...
LUNEDÌ 16 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

Crisi del petrolio, gli Usa all'attacco

Per Washington c'è la mano iraniana. Pechino invita a non giudicare

MG
Le immagini satellitari dell'attacco diffuse dagli Stati Uniti - Foto © Ansa / AP
A
due giorni dall'attacco agli impianti petroliferi in Arabia Saudita, gli insorti Houthi hanno rivendicato la paternità degli attetnati costati la perdita di oltre cinque milioni di barili al giorno, il 5% della produzione mondiale. Restano forti dubbi sulla rivendicazione da parte Usa: in un recente incontro con i giornalisti, gli esperti della Casa Bianca hanno sottolineato come, per la modalità "strategica" dell'attacco,...
LUNEDÌ 16 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

Trump autorizza l'uso delle scorte petrolifere

L'Arabia ha dimezzato l'estrazione dopo gli attacchi di ieri agli impianti di produzione

MILENA CASTIGLI
Riserve petrolifere
B
otta e risposta tra Stati Uniti e Iran. Il presidente americano Donald Trump ha annunciato in queste ore su Twitter di aver autorizzato l'uso delle risorse petrolifere strategiche, "se necessario, in una quantità da determinare, sufficiente a mantenere forniti i mercati". Il presidente ha riferito inoltre di aver "informato tutte le agenzie appropriate per accelerare l'approvazione" dell'uso degli oleodotti in Texas e in vari altri Stati. La...
SABATO 14 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

Droni bombardano due giacimenti petroliferi in Arabia Saudita

Colpito il più grande impianto di lavorazione del greggio del paese. I sospetti sui ribelli Houthi dello Yemen

LORENZO CIPOLLA
Uno degli impianti colpiti
B
rucia il Golfo Persico. Nella notte due droni hanno bombardato e incendiato il principale impianto di lavorazione di petrolio dell'Arabia Saudita gestito dalla compagnia nazionale Saudi Aramco a Buqyak, e un giacimento nel campo di estrazione nella zona del Khurais. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare molte ore per domare gli incendi causati dagli attacchi. Le autorità saudite hanno comunicato che la situazione è sotto controllo. L'entità...
SABATO 10 AGOSTO 2019, IN TERRIS

Per ragione di Stato

RAFFAELE BONANNI
Petrolio
A
ncora una volta il prezzo del barile del petrolio, pur calando ai livelli del 2018 (50 dollari al barile), è sempre lo stesso alla pompa rispetto ai 70 dollari al barile del giugno scorso. Se qualcuno domanda del perché avviene questo fenomeno anomalo, i tecnici dei petrolieri rispondono che i meccanismi sono talmente delicati e lenti, da rendere i prezzi poco modificabili all’istante, e dunque richiedonti tempo. Ma queste valutazioni lasciano il tempo che trovano,...
VENERDÌ 08 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

E' battaglia per il petrolio, negoziati a rischio

Scontri fra le truppe di Haftar e quelle del governo di Tripoli. Obiettivo: il campo di al-Sharara

ALBERTO TUNO
Il campo di al Sharara
I
l controllo del più grande campo petrolifero del Paese rischia di far naufragare i piani delle Nazioni Unite per l'organizzazione di una conferenza nazionale libica che dovrebbe portare a elezioni parlamentari e presidenziali e a una nuova Costituzione. Gli scontri Sono, infatti, in corso scontri tra forze al governo di Tripoli appoggiato dall'Onu e l'Esercito nazionale libico (Lna) del generale della Cirenaica Khalifa Haftar. Teatro del conflitto è il...
VENERDÌ 25 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Trivelle sì o no? Parola agli esperti

De Pascale (Sindaco Ravenna): "Il provvedimento favorisce le multinazionali". Minutolo (Legambiente): "Governo punti sulle rinnovabili"

FEDERICO CENCI E LUCA LA MANTIA
Andrea Minutolo e Michele De Pascale
A
ll'esito di un dibattito serrato, nel quale non sono mancati momenti di tensione, il governo gialloverde ha trovato la quadra sull'emendamento al dl Semplificazione che riguarda le attività di trivellazione lungo le coste italiane. Si tratta di un tema caldo, che tira in ballo quello - fondamentale in questo particolare momento storico - dell'approvvigionamento energetico. Per offrire una panoramica chiara sulla questione, In Terris ha dato spazio a due pareri...
NEWS
Uno scorcio del Sasso Caveoso di Matera all'indomani dell'alluvione del 14 novembre - Foto © La Gazzetta del Mezzogiorno.it
PAESE SOTT'ACQUA

Italia senza argini

In Toscana fiumi sotto osservazione, Matera chiede lo stato d'emergenza
Il ponte crollato
FRANCIA

Crolla un ponte a nord di Tolosa: muore 15enne

Un camion e due auto sono precipitati nel fiume, nove i feriti
Area archeologica del Tempio di Apollo Aleo, a Crotone
CROTONE

Maxi retata contro i "tombaroli": 23 arresti e 80 indagati

Recuperati numerosi reperti archeologici per un valore di diversi milioni di euro
Forma di Parmigiano Reggiano
DAZI USA

Vendite in calo del 20% per il Made in Italy

Lo denuncia Coldiretti: "E' sempre più urgente l’attivazione di aiuti compensativi"
I soccorsi
CALIFORNIA | USA

Spara durante una festa in giardino: è strage

Almeno quattro morti e sei feriti a Fresno, sconosciuto movente e killer
Ambiente

L’ambiente

In un mondo come quello in cui viviamo è necessario che in ognuno di noi cresca l’attenzione sui problemi...
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige
Gilet gialli a Parigi
FRANCIA

Guerriglia urbana e arresti: tornano i gilet gialli

Sabato di fuoco a Parigi e in altre città a un anno dall'inizio della protesta. E sono sempre più presenti...
Papa Francesco durante la Messa a San Pietro - Foto © Vatican Media
SANTA MESSA

Il Papa: "I poveri, il tesoro che non parla la lingua dell'io"

Il Santo Padre nell'omelia della Giornata mondiale dei poveri: "In guardia dalla tentazione della fretta"