News PERSECUZIONE RELIGIOSA

LUNEDÌ 22 APRILE 2019, IN TERRIS

Il secolo del martirio cristiano

GIACOMO GALEAZZI
Simboli cristiani distrutti
O
ccorre impedire ai terroristi di bestemmiare il nome di Dio usandolo come pretesto per la violenza, come hanno concordemente insegnato gli ultimi tre Pontefici. La Chiesa è in prima linea nel predicare lo spirito di Assisi e il dialogo interreligioso come antidoti al devastante scontro fra civiltà, ma appare sempre più come una colomba tra i falchi. E’ stata una Pasqua di sangue in Sri Lanka con oltre duecento persone uccise da esplosioni a raffica in chiese e hotel...
LUNEDÌ 15 APRILE 2019, IN TERRIS

La denuncia: aumentano le violenze anticristiane

Mons. Mascarenhas: "Gruppi aggressivi non vengono fermati, anzi ricevono privilegi politici"

REDAZIONE
Cristiani indiani
"Q
uello degli attacchi alle minoranze in India è un fenomeno che ha luogo su una scala talmente vasta da far paura". È quanto afferma ad Aiuto alla Chiesa che Soffre monsignor Theodore Mascarenhas, vescovo ausiliare di Ranchi e segretario generale della Conferenza episcopale indiana. Nel Paese asiatico, l’11 aprile scorso si sono aperte le consultazioni generali che si terranno fino al prossimo 19 maggio. Il partito nazionalista di Narendra Modi, il Bharatiya Janata Party...
MARTEDÌ 05 MARZO 2019, IN TERRIS

L'invito del Papa a pregare per i cristiani perseguitati

Il videomessaggio per le intenzioni di marzo realizzato in collaborazione con Aiuto alla Chiesa che Soffre

REDAZIONE
Videomessaggio del Papa con le intenzioni di preghiera di marzo
L'
intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di marzo è dedicata ai cristiani che soffrono a causa della propria fede, come annuncia lo stesso Pontefice in un video prodotto dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa in collaborazione con la Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre. "Perseguitati perché dicono la verità" "Forse sembrerà difficile da credere - esordisce il Santo Padre nel videomessaggio - ma oggi...
VENERDÌ 01 MARZO 2019, IN TERRIS

Quattro donne cristiane accusate di blasfemia

Secondo l'accusa avrebbero rubato una copia del Corano per immergerla in un bidone d'acqua sporca

REDAZIONE
Cristiani pachistani manifestano contro le violenze
C
ristiani nel mirino in Pakistan. Quattro donne rischiano di vivere il calvario che ha dovuto subire per nove anni Asia Bibi, la donna cristiana che solo di recente, dopo l'assoluzione dell'ottobre scorso, ha potuto recarsi in un luogo sicuro. Anche loro, come la Bibi, sono cristiane e accusate di blasfemia nei confronti dell'Islam. La rabbia dei musulmani L'incidente è avvenuto a Karachi. Ad accusarle due musulmani il 19 febbraio scorso. Secondo la loro...
MERCOLEDÌ 27 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

L'urlo dei cristiani perseguitati arriva in Parlamento

Nasce l'Intergruppo per aiutarli. Delmastro (FdI): "Porre il problema dei trattati bilaterali con Paesi persecutori"

FEDERICO CENCI
Donne cristiane in Medio Oriente
L’
urlo dei cristiani perseguitati arriva in Parlamento. Un urlo che in tanti, in Occidente, fingono di non sentire, troppo affaccendati ad occuparsi di nuovi diritti individuali per difendere il diritto primario d’ogni comunità religiosa ad esprimere la propria fede. Stamattina nella sala stampa della Camera l’on. Andrea Delmastro Delle Vedove, di Fratelli d’Italia, ha lanciato un’iniziativa che ha l’obiettivo di colmare questo vuoto di coscienza occidentale:...
LUNEDÌ 11 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

Sostegno ai cristiani perseguitati: mea culpa del governo

Il ministro degli Esteri Hunt: "Non abbiamo fatto abbastanza per i nostri sensi di colpa dovuti al colonialismo"

REDAZIONE
Cristiani in Pakistan
“T
ra tutte le persone perseguitate per la loro fede nel mondo l’80% sono cristiani. Il nostro retaggio coloniale ed i nostri sensi di colpa relativi al periodo coloniale hanno impedito al paese di fare abbastanza per proteggere i cristiani”. Così Jeremy Hunt, ministro degli Esteri della Gran Bretagna, ammette che Londra non ha agito come avrebbe dovuto per arginare la persecuzione dei cristiani nel mondo. La commissione Come riferisce il Guardian, Hunt nel...
DOMENICA 10 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

Fuoco a una statua della Madonna di Lourdes

Il fatto nello Stato di Madhya Pradesh, in India. Comunità cristiana "profondamente ferita"

REDAZIONE
Statua della Madonna bruciata a Ishgar, India
A
ncora un episodio di intolleranza nei confronti dei cristiani in India. Nel villaggio di Ishgar, Stato di Madhya Pradesh, è stata data alle fiamme lo scorso 3 febbraio una statua della Madonna di Lourdes. Come riporta AsiaNews, la denuncia è partita dal gruppo cristiano Global Council of Indian Christians (Gcic). Il suo presidente Sajan K George racconta che la statua di Maria "è stata trovata bruciata nella grotta della parrocchia d St. Joseph, a circa 10...
MERCOLEDÌ 30 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Non solo Asia Bibi, un cristiano su sette perseguitato nel mondo

La donna pachistana è libera. Mantovano (Acs): "Non spegnere i riflettori sul fenomeno"

FEDERICO CENCI
Manifestante con un cartello contro Asia Bibi
U
n raggio di sole sorge ad Est. E squarcia le tenebre in cui è stata avvolta per quasi dieci anni Asia Bibi. La Corte Suprema del Pakistan ha rigettato la richiesta dei fondamentalisti islamici di riapertura del processo che ha scagionato, nell’ottobre scorso, la donna cristiana dall’accusa di blasfemia. Su di lei pendeva una condanna a morte emessa nel 2010, un anno dopo l’arresto. Ora la donna, che vive in una località segreta del Pakistan sotto stretta...
MARTEDÌ 29 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Asia Bibi: respinto il ricorso contro l'assoluzione

La Corte Suprema ha deciso. Ora il calvario della donna cristiana dovrebbe essere davvero finito

REDAZIONE
Manifestanti chiedono l'impiccagione di Asia Bibi
R
espinto il ricorso contro l'assoluzione di Asia Bibi: la Corte Suprema del Pakistan ha deciso. In questo modo termina la lunga battaglia legale sulla donna cristiana che aveva rischiato la condanna capitale perchè accusata di blasfemia. La donna, madre di cinque figli, che dopo la liberazione è nascosta in un luogo sconosciuto, potrebbe subito lasciare il Paese. L'assoluzione Nell'ottobre scorso la Corte Suprema del Pakistan ha...
MERCOLEDÌ 16 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Vietata la targa con il nome di Gesù: "è offensivo"

Funzionari svedesi hanno impedito a un uomo di inserirlo al momento dell'immatricolazione

REDAZIONE
Cattedrale di Staccolma
T
empi duri per i cristiani in Svezia. Funzionari svedesi avrebbero respinto la richiesta di un uomo di inlcudere le parole "Cristo" o "Gesù" sulla targa della sua automobile, sostenendo che ciò avrebbe potuto "arrecare offesa" a coloro che non aderiscono al cristianesimo. Nel Paese è possibile personalizzare la targa della propria auto. Come riferisce il quotidiano scandinavo The Local, un uomo di nome Cesar Kisangani Makombe avrebbe...
NEWS
Il gioco dei rulli
ROMA

Grave incidente per un concorrente di "Ciao Darwin"

L'uomo rischia la paralisi, il cugino: "Hanno continuato a registrare". Trasmissione spostata al 3 maggio per...
Teste di cuoio
LOURDES

L'ex militare si arrende alla polizia

L'unica ferita è l'ex compagna dell'uomo: raggiunta da un colpo di arma da fuoco
L'Ilva di Taranto
ILVA

Si dimettono i commissari straordinari

Lettera recapitata al Mise. Di Maio: "Grazie per il lavoro svolto, inizia fase due"
Luigi Di Maio
25 APRILE

Di Maio attacca: "Chi lo nega era anche a Verona"

Il vicepremier critico: "Coloro che negano la festa della Liberazione passeggiavano con gli antiabortisti"
Simbolo Eurostat
COMUNITÀ EUROPEA

Eurostat: debito in crescita nel 2018

Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017
Una delle chiese attaccate
SRI LANKA

Stragi di Pasqua: l'Isis rivendica

La notizia diffusa dall'agenzia Amaq. Sale a 310 morti il bilancio delle vittime, 40 gli arresti. Ieri nuova esplosione a...