News MYANMAR

LUNEDÌ 03 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Card. Bo: "Non violenza contro l'estremismo religioso"

L'Arcivescovo di Yangon: "I cristiani capri espiatori di tante tensioni e interessi politici"

MILENA CASTIGLI
Donne birmane
I
n Asia bisogna predicare la pace, promuovere la riconciliazione, praticare la non violenza, per contrastare l'estremismo religioso: lo ha detto Cardinale birmano Charles Maung Bo, Arcivescovo di Yangon e presidente della Federazione delle Conferenze episcopali asiatiche (Fabc), rivolgendosi ai leader delle Chiese asiatiche riuniti nei giorni scorsi a Bangkok per il seminario su "Bibbia ed evangelizzazione in Asia". Il Cardinale ha citato come fonte di ispirazione lo storico leader...
MARTEDÌ 07 MAGGIO 2019, IN TERRIS

Rilasciati i due reporter detenuti

Wa Lone e Kyaw Soe Oo liberati dopo oltre un anno. Esulta la Reuters

FRANCESCO VOLPI
Wa Lone e Kyaw Soe Oo
I
 due giornalisti della Reuters detenuti in Myanmar perché accusati di aver violato il segreto di Stato diffondendo informazioni sulla persecuzione dei Rohingya sono stati rilasciati dopo oltre 500 giorni di carcere. Liberi La liberazione di Wa Lone e Kyaw Soe Oo, detenuti nel penitenziario Insein di Yangon, è avvenuta questa mattina (ora locale). La scarcerazione è avvenuta nell'ambito di un provvedimento di amnistia concessa dal presidente Win Myint che...
VENERDÌ 11 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Restano in carcere 2 reporter che indagavano sui Rohingya

Respinto l'appello. Portavano avanti l'inchiesta della Reuters sulla persecuzione della minoranza

DANIELE VICE
I due reporter
R
estano in carcere due giornalisti della Reuters che stavano indagando sulle atrocità commesse nei confronti dei Rohingya e condannati a 7 anni per possesso illegale di documenti riservata. I due avevano presentato appello, sperando in una scarcerazione anticipata, che un giudice dell'Alta corte regionale di Yangon ha rigettato.  La decisione Wa Lone, 32 anni, e Kyaw Soe Oo, 28 - questi i nomi dei giornalisti - sono stati arrestati a Yangon nel dicembre 2017. I pm...
VENERDÌ 26 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

Myanmar a caccia di investitori

Elaborato un programma ventennale per attrarre capitali dall'estero

REDAZIONE
Win Myint
I
l Myanmar cerca di attrarre investitori dall'estero e vara un piano ad hoc per il 2018, elaborato dalla Myanmar Investment Commission (Mic) in collaborazione con la Japan International Cooperation Agency che, partendo dalla legge sugli investimenti del 2016, sostituisce il Fdi Promotion Plan varato nel 2014 presentando un percorso ventennale di attrazione degli investimenti. Il piano Il programma si pone tre obiettivi: la trasformazione del Myanmar in un Paese a reddito medio...
MARTEDÌ 09 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

L'Onu: "Deferire il Myanmar alla Corte dell'Aja"

Durissima accusa del relatore speciale: "Il governo non vuole fare chiarezza sul genocidio"

EDITH DRISCOLL
I Rohingya
I
l governo del Myanmar "non vuole fare chiarezza sul genocidio dei Rohingya e deve essere deferito alla Corte penale internazionale". E' durissima l'accusa rivolta all'ex Birmania da parte del relatore speciale delle Nazioni Unite, Yanghee Lee, riguardo la gestione del dramma della minoranza musulmana che popola la regione del Rakhine, perseguitata dall'esercito e costretta ad abbandonare le proprie case.  L'accusa "Le misure limitate e...
VENERDÌ 07 SETTEMBRE 2018, IN TERRIS

La Corte dell'Aja sfida il Myanmar

La Cpi si dichiara competente. Il governo locale protesta: "Non abbiamo aderito alla convenzione"

REDAZIONE
La sede della Cpi
L
a Corte penale internazionale (Cpi) dell'Aja si è proclamata competente a giudicare sulla "presunta deportazione del popolo Rohingya", minoranza etnica di religione musulmana che abita le zone occidentali del Myanmar. Cavillo Dal 24 agosto dell'anno scorso, quasi un milione di Rohingya sono stati costretti a fuggire in Bangladesh. Ed è questa la chiave di volta della sentenza della corte: il Bangladesh, a differenza del Myanmar, aderisce alla convenzione...
MERCOLEDÌ 29 AGOSTO 2018, IN TERRIS

Il Myanmar respinge le accuse di genocidio

Il governo replica al rapporto Onu: "Contiene falsità. Da noi tolleranza zero sui diritti violati"

EDITH DRISCOLL
Proteste contro la persecuzione dei Rohingya
I
l governo del Myanmar ha rispedito al mittente le accuse di genocidio contenute in un rapporto dell'Onu sul caso della minoranza musulmana dei Rohingya, stanziata nello Stato settentrionale del Rakhine e perseguitata dalle forze armate birmane. I risultati dell'indagine delle Nazioni Unite hanno spinto gli Usa e altri Paesi a chiedere che la giustizia accerti le responsabilità dei vertici militari birmani.  La replica Il portavoce del governo, Zaw Htay, ha...
LUNEDÌ 27 AGOSTO 2018, IN TERRIS

Rohingya, l'Onu: "Processare i generali per genocidio"

Chiesto l'intervento della giustizia internazionale. "Indagare i vertici militari birmani"

FRANCESCO VOLPI
Rohingya
"G
enocidio intenzionale", "crimini contro l'umanità" e "crimini di guerra". Questi i capi d'accusa per i quali le Nazioni Unite chiedono alla giustizia internazionale di perseguire il capo dell'esercito birmano per le persecuzioni contro la minoranza musulmana dei Rohingya.  Il rapporto "I principali generali birmani, tra cui il comandante in capo Min Aung Hlaing, devono essere indagati e perseguiti per genocidio nel nord dello Stato di...
MARTEDÌ 23 GENNAIO 2018, IN TERRIS

Slitta il ritorno dei rohingya in Myanmar

Il Governo del Bangladesh ha congelato la decisione

REDAZIONE
Rohingya in Bangladesh
U
n "benvenuto sospiro di sollievo". Così Amnesty International ha definito la decisione del governo del Bangladesh di rimandare il rimpatrio dei rohingya in Myanmar, che aveva annunciato nei giorni scorsi. L'organizzazione internazionale aveva sottolineato che il ritorno della minoranza etnica nel Paese da cui i rohingya fuggono avrebbe procurato un rischio per l'incolumità di 650mila di loro. “Data la dimensione e l’orrore della violenza...
MARTEDÌ 16 GENNAIO 2018, IN TERRIS

"Myanmar luogo inospitale per i rohingya"

L'organizzazione contesta l'annuncio del Bangladesh di iniziare il rimpatrio dei rifugiati

REDAZIONE
Donna rohingya con bambino
“C
ol ricordo ancora fresco degli stupri, delle uccisioni e delle torture nella mente dei rifugiati rohingya, pianificare il loro rientro in Myanmar suona prematuro in maniera allarmante. L’annuncio odierno è stato fatto senza consultare i rohingya e non contiene alcuna rassicurazione che le persone potranno rientrare di loro volontà”. Così James Gomez, direttore regionale di Amnesty international per l’Asia sudorientale e il Pacifico, a...
NEWS
Nicola Zingaretti

La nobile arte del compromesso

Nicola Zingaretti ha varato la nuova segreteria del Pd, ed è già polemica interna. Soprattutto i renziani...
Francesco Totti agli esordi
CALCIO CAPITALE

Roma triste, Totti va via

Lunedì l'annuncio: dopo aver lasciato l'attività agonistica, la bandiera si dimette anche da dirigente
Italia under 21 festeggia un gol
EUROPEO UNDER 21

Gli azzurrini e la voglia di tornare sul tetto d'Europa

Domani a Bologna l'esordio contro la Spagna, avversaria sempre molto scomoda
Autobomba a Mogadiscio
SOMALIA

Ancora un'autobomba a Mogadiscio: 8 morti

Il Governo ha creato nuovi posti di blocco per impedire altri attacchi di al-Shabaab
Pesce fresco
BENESSERE IN TAVOLA

Allarme Coldiretti: stranieri 8 pesci su 10, pericolo per la salute

Rapporto “Sos pesce italiano” presentato in occasione della Giornata nazionale del pesce italiano
L'epicentro del sisma
FRIULI VENEZIA GIULIA

Terremoto a Tolmezzo: oggi la seconda scossa

La prima si era verificata ieri pomeriggio nella medesima zona ma con magnitudo maggiore
Volante della Polizia
PISA

Percosse ai bimbi che non imparano il Corano

Arrestati due insegnanti ed indagato un membro di un'associazione islamica
Nave Sea Watch 3
MIGRANTI

Sea Watch 3, vietato l'ingresso in Italia

Firmata la disposizione dal ministro Salvini: messo il pratica il decreto Sicurezza bis
Franco Zeffirelli
LUTTO NEL CINEMA

Morto il maestro Franco Zeffirelli

Il regista fiorentino se ne va a 96 anni
Robert Habeck e il card. Reinhard Marx
GERMANIA

Asse tra Verdi e Chiesa cattolica tedesca

Incontro tra il leader del partito rivelazione alle Europee e il card. Marx: "Al centro della politica l'uomo"