News LIBANO

GIOVEDÌ 25 LUGLIO 2019, IN TERRIS

Libano: l'inferno dei campi profughi

Presentato il report di Operazione Colomba: le violenze contro i rifugiati Siriani sono in aumento

WILLIAM VALENTINI
Uno scatto da furi il campo
I
l Libano è un piccolo Paese di circa 6 milioni di abitanti. A partire dal 2012, dopo l'esplosione della crisi siriana, è stato oggetto di un importante flusso migratorio proveniente proprio dalla vicina Siria. E così, nel giro di pochi anni, una regione grande la metà della Lombardia si è trovata ad accogliere quasi due milioni di disperatii che scappavano dalla guerra. “La crisi dei profughi siriani nel Paese ha aspetti di assoluta novità,...
GIOVEDÌ 27 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Libano: Stop alla vendita di beni immobiliari cristiani ai musulmani

Per cercare di mantenere inalterati i fragili equilibri demografici del Paese

MILENA CASTIGLI
Cristiani libanesi
N
ella municipalità di Hadath, inserita nel distretto urbano di Baabda - parte dei sobborghi meridionali di Beirut in Libano - le autorità locali confermano le disposizioni amministrative miranti a impedire che le terre e le case appartenenti a proprietari cristiani siano vendute ad acquirenti musulmani. In quell’area urbana si è assistito nel recente passato a un crescente attivismo immobiliare da parte di esponenti della comunità mussulmana sciita, che...
MARTEDÌ 25 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Apre il primo Giardino dei Giusti del Libano

Alberi di olivo in onore di dieci Giusti dell’umanità appartenenti a etnie, religioni e credi diversi

MILENA CASTIGLI
 Giardino di Yad Vashem a Gerusalemme
D
opo Israele, un Giardino dei Giusti anche in Libano. Sabato 29 giugno a Kfarnabrakh, villaggio a 45 km circa da Beirut, capitale libanese, sarà inaugurato il primo Giardino dei Giusti del Libano con la dedica di dieci alberi di olivo in onore di dieci Giusti dell’umanità appartenenti a etnie, religioni e credi diversi. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra Gariwo e l’associazione libanese Annas Linnas, sarà realizzata all’interno del...
MARTEDÌ 18 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Il Medio Oriente si sta svuotando dei cristiani

L’allarme della Chiesa maronita riunita nel sinodo annuale

MILENA CASTIGLI
Un cristiano prega in una chiesa distrutta ad Aleppo
U
n Medio Oriente senza cristiani. Il sinodo annuale della Chiesa maronita (svoltosi in due fasi dal 5 all’8 giugno, poi dal 10 al 15 giugno in Libano) si è concluso sabato scorso con una "grave scoperta", come emerge dall’espressione usata nel comunicato finale per parlare dell’argomento: il Medio Oriente, partendo proprio dal Libano che presenta una situazione particolare, si sta svuotando dei cristiani.  Il sinodo Affrontando questo...
SABATO 15 GIUGNO 2019, IN TERRIS

Save The Children: "Futuro incerto per i bimbi rifugiati siriani"

Rase al suolo le strutture di Aarsal non costruite esclusivamente in legno o plastica

MILENA CASTIGLI
Il campo rifugiati siriani di Aarsal in Libano
L
a decisonione di demolire le abitazioni ad Aarsal - città libanese a 124 chilometri a nord-est di Beirut, nel distretto di Baalbek, con popolazione prevalentemente sunnita denominata - rendono incerto il futuro di migliaia di bambini rifugiati siriani e delle loro famiglie. La decisione delle autorità libanesi di radere al suolo qualsiasi struttura utilizzata dai rifugiati che non sia stata costruita esclusivamente in legno o plastica mette in dufficoltà molti dei...
DOMENICA 16 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

L'esercito: "Scoperto il quarto tunnel di Hezbollah"

Il passaggio porta dal Libano al territorio israeliano. Un portavoce militare afferma: "Grave violazione della Risoluzione 1701"

REDAZIONE
Uno dei presunti tunnel di Hezbollah
D
al Libano a Israele, passando sotto la superificie: questo il percorso del quarto tunnel di Hezbollah scoperto dall'esercito israeliano. Un passaggio che, secondo quanto riportato da un portavoce militare, "si trova sotto il controllo delle forze armate israeliane e non costituisce una imminente minaccia", per poi sottolineare che "chiunque entri dal lato libanese perde la sua vita", in quanto l'esercito ha "posto cariche esplosive nella galleria sotterranea, e...
GIOVEDÌ 13 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Hariri: "Netanyahu non vuole la pace"

Il premier libanese: "Se Israele ci attacca non vincerà la guerra"

EDITH DRISCOLL
Il premier libanese Hariri
"S
e Israele decide di attaccare il Libano, non riuscirà a vincere la guerra. Io sono convinto che Netanyahu non voglia la pace, lui vuole prendersi un piccolo pezzo di Libano, così come un piccolo pezzo di Giordania e un piccolo pezzo di Palestina". Lo ha detto il premier libanese, Saad Hariri, durante una conferenza stampa tenutasi nel centro studi Chatham House, a Londra.  Tensione alle stelle Al confine tra i due Paesi la situazione è altamente...
SABATO 08 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Libano contro Israele: "Ci vuole attaccare"

Tensione alle stelle dopo la scoperta di presunti tunnel di Hezbollah

REDAZIONE
La Linea Blu
I
l Libano è pronto a presentare formale protesta al Consiglio di sicurezza dell'Onu per le recenti attività israeliane a ridosso della Linea Blu di demarcazione tra i due paesi, affermando che queste azioni sono "un preludio a un attacco israeliano contro il Libano". Lo riferisce l'agenzia governativa libanese Nna, citando un comunicato del ministero degli Esteri di Beirut. Il comunicato "E' in corso una vera e propria campagna di diplomatica e...
MARTEDÌ 04 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Operazione contro i tunnel di Hezbollah

Tel Aviv lancia "Scudo del nord" per difendersi da futuri attacchi dal Libano

DANIELE VICE
V
asta operazione dell'esercito israeliano per distruggere i tunnel sotterranei di Hezbollah al confine con il Libano.  Scudo del nord Un portavoce delle Forze Armate, il tenente colonnello Jonathan Conricus, ha spiegato ai giornalisti che questi "tunnel d'attacco", di cui non ha precisato il numero, non sono ancora operativi e che la popolazione del nord d'Israele non ne è minacciata. Conricus ha aggiunto che l'esercito ha stabilito una zona militare...
VENERDÌ 30 NOVEMBRE 2018, IN TERRIS

Atterrati 70 profughi a Fiumicino

I volontari della Comunità di Sant'Egidio hanno accolto i rifugiati siriani provenienti dal Libano

REDAZIONE
Corridoi umanitari di Sant'Egidio
S
ono atterrati all'aeroporto di Fiumicino i settanta profughi siriani attesi a Roma nell'ambito del progetto dei Corridoi Umanitari. Si tratta di un'inziativa promossa dalla Comunità di Sant'Egidio con la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese, in collaborazione con la Farnesina ed il Viminale. I rifugiati arrivano in Italia a spese delle associazioni che si occuperanno anche della loro accoglienza. Questo progetto si...
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro