News HOUTI

LUNEDÌ 16 FEBBRAIO 2015, IN TERRIS

Golpe nello Yemen: i Paesi arabi minacciano ritorsioni contro gli Houti

Scontri e diversi feriti in una manifestazione a sud di Sana'a. Gli sciiti hanno sparato contro la folla

REDAZIONE
Golpe nello Yemen: i Paesi arabi minacciano ritorsioni contro gli Houti
Dai paesi arabi riuniti nel Consiglio di cooperazione del Golfo (Ccg) arrivano minacce di ritorsioni e sanzioni nei confronti dei ribelli sciiti che hanno attuato un colpo di stato in Yemen e che sono accusati di aver ostacolato la transizione di potere nel paese. Nel documento finale della riunione dei ministri degli Esteri del Ccg che si è tenuta sabato sera a Riad si legge che "verranno presi provvedimenti per salvaguardare gli interessi e la sicurezza dello Yemen dopo il golpe nel caso...
MERCOLEDÌ 28 GENNAIO 2015, IN TERRIS

Crisi in Yemen: si va verso la creazione di un consiglio presidenziale

Summit tra sciiti, politici e rappresentanti del congresso generale per porre fine alla guerra civile

AUTORE OSPITE
Crisi in Yemen: si va verso la creazione di un consiglio presidenziale
Le forze politiche e i rappresentati dei ribelli Houti sono al lavoro per trovare una soluzione alla crisi nello Yemen. Durante i primi colloqui sarebbe stata avanzata la proposta di creare un consiglio presidenziale che possa guidare il Paese. La notizia è stata data da una fonte vicina ai negoziati all'agenzia di stampa Anadolu. Il summit vede protagoniste tutte le fazioni che a settembre avevano siglato un accordo di pace con le milizie sciite, con la mediazione decisiva dell'Onu, e i...
VENERDÌ 23 GENNAIO 2015, IN TERRIS

Yemen, si dimettono Presidente e Primo Ministro

Il parlamento al momento non ha accettato la decisione del capo di Stato Mansour Hadi

AUTORE OSPITE
Yemen, si dimettono Presidente e Primo Ministro
Dopo il colpo di stato messo in atto dai ribelli sciiti, il governo guidato da Khaled Bahah ha presentato le dimissioni al presidente dello Yemen Abd-Rabbu Mansour Hadi – al potere dal 2012 – che sui è dimesso a sua volta dopo poche ore. Ma il Parlamento, al momento ha rifiutato la sua decisione. Yahia al Raie, il presidente del parlamento yemenita, ha convocato per sabato un’assemblea urgente per decidere se accettare o meno le dimissioni del Presidente Hadi. Ma se il Parlamento...
GIOVEDÌ 27 NOVEMBRE 2014, IN TERRIS

Yemen: fallito il blitz delle truppe Usa per liberare un giornalista rapito da Al Qaeda

L'uomo era stato trasferito poche ore prima dell'operazione. Scia di sangue nel Paese, nuovo attacco contro gli Houti

LUCA LA MANTIA
Yemen: fallito il blitz delle truppe Usa per liberare un giornalista rapito da Al Qaeda
Un blitz delle forze speciali statunitensi e dell'esercito governativo ha portato alla liberazione di 8 ostaggi tenuti prigionieri di Al Qaeda nello Yemen orientale. Le persone sequestrate erano di diverse nazionalità: sei yemeniti, un saudita e un etiope. Ma l'obbiettivo dell'operazione, secondo il New York Times, era un altro: un giornalista americano. L'uomo, tuttavia, non si trovava più all'interno del covo jihadista. Protagoniste del blitz sono state una ventina di teste di cuoio dei...
LUNEDÌ 24 NOVEMBRE 2014, IN TERRIS

Tensione infinita nello Yemen. Attacco a un convoglio sciita, 3 morti

Scia di sangue nel Paese. L'attentato è stato attribuito ad Anshar al Sharia. Nel nord i sunniti si mobilitano per bloccare l'avanzata degli Houti

LUCA LA MANTIA
Tensione infinita nello Yemen. Attacco a un convoglio sciita, 3 morti
Violenze senza fine nello Yemen, sempre più sull'orlo della guerra civile. L'esplosione di un ordigno nella provincia di al Baitha, nel centro del Paese, ha ucciso almeno tre militari delle tribù sciite. L'attacco avrebbe provocato anche un imprecisato numero di feriti. La notizia è stata data da alcuni testimoni oculari, i quali hanno raccontato che incidenti come questo avvengono quasi tutti giorni. Autori dell'attentato sarebbero stati gli uomini del gruppo integralista Anshar al Sharia...
GIOVEDÌ 09 OTTOBRE 2014, IN TERRIS

Yemen, il nuovo primo ministro rinuncia all'incarico

Mubarak, nominato martedì in seguito alla firma di un accordo sotto l’egida dell’Onu, ha annunciato le sue dimissioni in seguito alle contestazioni dei ribelli Houti

GIULIA CAPOZZI
Yemen, il nuovo primo ministro rinuncia all'incarico
I ribelli sciiti Houti controllano la capitale dello Yemen da quasi venti giorni: chiedono al governo una maggiore gestione degli affari di stato e il controllo di alcune aree strategiche e i loro attentati, rivolti principalmente al sostegno da parte delle forze internazionali al Paese, aveva allarmato anche gli esecutivi dei sei stati membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo, che riunitisi a Gedda, la capitale dell’Arabia Saudita, avevano promesso interventi militari per contrastare...
NEWS
Classe elementare

I meno pagati

I   Sindacati della Scuola hanno revocato lo sciopero programmato per il 17 maggio, a fronte della...
Milan-Lazio 0-1. Un contrasto fra Luiz Felipe e Castillejo
COPPA ITALIA

Correa stende il Milan: Lazio in finale

Una rete dell'argentino manda i biancocelesti alla loro decima finalissima con una tra Atalanta e Fiorentina
Aereo EasyJet
PAURA AD ALTA QUOTA

Tenta di aprire il portellone in volo: fermato dai passeggeri

Attimi di panico sul volo Londra-Pisa: l'uomo, un giovane con disturbi psichiatrici, è stato immobilizzato e poi...
Sergio Mattarella
25 APRILE

Mattarella: "Fu un secondo Risorgimento"

Il Capo dello Stato alle associazioni dei combattenti: "La Liberazione, un momento fondante della nostra democrazia"
Di Maio al tavolo permanente per il Contratto istituzionale di sviluppo.
TARANTO

Di Maio: "Tolta l'immunità penale per i vertici di Ilva"

L'annuncio del vicepremier non lo esenta da dure contestazioni dei cittadini
Lo striscione inneggiante a Mussolini
25 APRILE

Choc a Milano, striscione neofascista e saluti romani

Autori del gesto sarebbero alcuni ultrà laziali. La scritta "Onore a Mussolini" esposta nei pressi di Piazzale...