News EUTANASIA

LUNEDÌ 12 NOVEMBRE 2018, IN TERRIS

Accompagna l'amico a morire in Svizzera: archiviato

Secondo il pm il contributo è stato minimo e ininfluente sulla decisione dell'uomo, affetto da depressione

REDAZIONE
Confine tra Italia e Svizzera
I
l suo amico soffriva di una grave depressione, per questo, al fine di esaudire un suo desiderio, lo accompagnò in Svizzera, in una clinica dove potesse togliersi la vita. L'amico è così finito sotto indagine nel settembre 2017, quando ai carabinieri di Erba (CO) era giunta una segnalazione da parte dei servizi sociali ai quali era arrivata una lettera dell'uomo, 62 anni, che nel frattempo aveva già portato a termine il suo progetto di suicidio...
GIOVEDÌ 08 NOVEMBRE 2018, IN TERRIS

Cassazione: nessuno "sconto etico" a chi uccide per pietà

Condannato un marito che aveva sparato alla moglie ricoverata per Alzheimer

REDAZIONE
E
ntro il 24 settembre 2019, giorno in cui la Consulta dovrebbe pronunciarsi sul caso Dj Fabo-Cappato, il Parlamento potrebbe varare una legge sul suicidio assistito. Intanto, però, giunge una sentenza della Cassazione la quale ribadisce che non sono applicabili attentuanti a favore di chi uccide una "persona che si trovi in condizioni di grave ed irreversibile sofferenza fisica". Così la Suprema Corte ha confermato la condanna per omicidio volontario...
SABATO 03 NOVEMBRE 2018, IN TERRIS

Il potere di decidere chi debba vivere e chi no

STEFANO OJETTI
Medico
I
l punto di domanda è se sia opportuno richiedere una nuova legge, in presenza di una vigente e in corso di una sentenza. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi quando la Consulta, riunitasi per pronunciarsi sul caso giudiziario relativo alla richiesta di suicidio assistito del Dj Fabo, ha rimandato in un certo senso al Parlamento l’onere della decisione richiedendo una revisione del dispositivo dell’art. 580 del codice penale che, vale la pena di ricordare,...
SABATO 27 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

Eutanasia: insorgere contro un’approvazione possibile

MIRKO DE CARLI
Marco Cappato
L
a sentenza pronunciata dalla Consulta sul caso di Marco Cappato interroga il Paese; di fatto la Corte ha preferito “lavarsi le mani” non esprimendo una sentenza precisa, non applicando la legge esistente nel nostro Paese che prevede la condanna, con pena detentiva, per “coloro che favoriscono il suicidio assistito”. Quanto avvenuto, ricordiamo tutti del caso di Dj Fabo, accompagnato dallo stesso Cappato in una clinica svizzera per porre fine alla sua vita con una puntura...
GIOVEDÌ 25 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

I pro-vita: "Consulta pilatesca"

La decisione della Corte di rimandare la questione al Parlamento criticata da chi è contro l'eutanasia

REDAZIONE
Marco Cappato davanti alla Consulta
C'
era grande attesa ieri, quando la Corte costituzionale avrebbe dovuto decidere sulla questione di costituzionalità dell’articolo 580 del codice penale, che punisce l'istigazione al suicidio, in merito alla vicenda di Marco Cappato, il leader radicale che nel febbraio 2017 accompagnò Dj Fabo a morire in una clinica svizzera in cui si pratica il suicidio assistito. Avrebbe, ma la Consulta alla fine non ha deciso, rimandando l'udienza al 24 settembre 2019 e...
MARTEDÌ 23 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

Processo a Cappato: slitta la decisione della Consulta

La Corte Costituzionale decide oggi se aver aiutato Dj Fabo ad ottenere il suicidio assistito è reato penale

REDAZIONE
Cappato parla con la compagna di Dj Fabo
T
utto rimandato a domani. La Consulta ha deciso di far slittare la decisione sulla questione che riguarda l'aiuto al suicidio legata al caso di Marco Cappato e dj Fabo. L'udienza per l'esame di tutte le cinque cause che erano a ruolo ha occupato la mattina e si è protratta anche nel pomeriggio, dalle 16 alle 18 circa. I giudici hanno quindi deciso di aggiornare a domani mattina, a partire dalle 9.30, la camera di consiglio per decidere sull'aiuto al suicidio e la...
SABATO 22 SETTEMBRE 2018, IN TERRIS

Thomas Evans: “Alfie non è morto invano”

Il presidente di Steadfast Onlus, Di Leo: “Ospedali inventati per curare non per sopprimere”

REDAZIONE
Coniugi Evans ad Atreju 2018
"I
nno alla vita". E’ stato intitolato così lo spazio dedicato alla triste vicenda di Alfie Evans all’interno della tre giorni di Atreju, festa annuale di Fratelli d'Italia, che ha animato l’Isola Tiberina a Roma. In una sala gremita hanno preso la parola prima Thomas Evans, padre di Alfie e poi Emmanuele Di Leo, presidente di Steadfast Onlus, l’associazione che per prima ha portato alla ribalta della cronaca le conseguenze tragiche delle scelte dei...
LUNEDÌ 10 SETTEMBRE 2018, IN TERRIS

"Una celebrazione ipocrita, ecco perché..."

ProVita Onlus: "Quando si legalizza l'eutanasia, aumentano le persone che si tolgono la vita"

REDAZIONE
Eutanasia
L
a Giornata Mondiale di Prevenzione al Suicidio “è una celebrazione ipocrita - secondo Toni Brandi, presidente di ProVita Onlus - in una società dove si celebra e si promuove il suicidio assistito e l’eutanasia attraverso il biotestamento, o Dat, o disposizioni anticipate di trattamento che dir si voglia”. “La legalizzazione dell’eutanasia – sotto forma di suicidio assistito tramite biotestamento – comporta un...
SABATO 18 AGOSTO 2018, IN TERRIS

Troppi pazienti considerati 'senza speranza' per errore

Uno studio pubblicato su un portale scientifico evidenzia troppe imprecisioni nelle diagnosi

REDAZIONE
Un paziente in stato neurovegetativo
I
l portale medico Medscape ha pubblicato in questi giorni un articolo scientifico in cui dà notizia delle nuove linee guida emesse dall'American Academy of Neurology nel fornire "diagnosi accurata, prognosi e trattamento" adeguati per i pazienti in stato neurovegetativo. L'obiettivo dello studio è quello di fare chiarezza su un tema su cui spesso si fa confusione. Sostiene il dottor Joseph Giacino, direttore del centro di riabilitazione...
DOMENICA 05 AGOSTO 2018, IN TERRIS

Sempre più facile morire in Canada

Dopo la legalizzazione del suicidio assistito aumentano i decessi nel Paese nordamericano

REDAZIONE
Eutanasia in Canada
N
umeri shock dal Canada: da quando è stata legalizzata l'eutanasia, a partire dalla regione del Quebec nel 2015, sono stati quasi quattromila i pazienti uccisi. Sono dati che vengono riferiti all'interno del terzo rapporto interno sul tema elaborato dai medici ed infermieri canadesi. Le statistiche dimostrano che dopo la legalizzazione con la legge approvata nel 2015 sono aumentati i casi di decessi. Negli ultimi mesi del 2017, ad esempio, sono stati 200 in più i casi di...
NEWS
Riccardo Magherini
FIRENZE

Morte Magherini, la Cassazione assolve i tre carabinieri

L'uomo è deceduto dopo l'arresto il 3 marzo 2014: per la Corte non sussiste il reato di omicidio colposo
Gessica Notaro
BOLOGNA

Aggredì con l'acido Gessica Notaro, 15 anni a Tavares

Il 30enne capoverdiano condannato in Appello. L'ex miss: "Sentenza giusta"
Lavoratori Pernigotti sotto il Mise
PERNIGOTTI

Di Maio: "Presto una legge che lega i marchi al territorio"

Il ministro tra i lavoratori di Novi Ligure chiede un confronto con Toksoz, che ribadisce la chiusura
Lavoratori precari
LAVORO

Il posto fisso sempre più un miraggio

L'Osservatorio Inps rileva che nel 2017 è diminuito il numero dei dipendenti
SENATO

Il Decreto Genova è legge: bagarre in aula

Toninelli esulta in aula: gioia per i genovesi
BREXIT

Si dimette il ministro Dominic Raab

Il segretario per la Brexit ha afferamto di non poter sostenere i termini dell'accordo con l'Ue
Matteo Salvini
DECRETO SICUREZZA

Salvini: "A Strasburgo ignoranza e pregiudizio anti-italiano"

Il Consiglio d'Europa ha definito il provvedimento "un passo indietro dei diritti umani"
MILANO

Incidente in metropolitana: feriti tra i pendolari

Un convoglio che proveniva da Bonola ed era direttoa verso il centro della città ha frenato bruscamente