News ESTRADIZIONE

GIOVEDÌ 14 MARZO 2019, IN TERRIS

Ue approva l'estradizione di Casimirri

L'ex brigatista è stato condannato in via definitiva a sei ergastoli per il sequestro Aldo Moro

MILENA CASTIGLI
Alessio Casimirri
D
opo Cesare Battisti, è possibile una prossima estradizione di un altro ex brigatista, Alessio Casimirri. E' quanto chiesto durante l’ultima giornata di plenaria oggi a Strasburgo al Parlamento europeo. La risoluzione non vincolante è stata approvata con 322 voti a favore, 25 contrari e 39 astensioni e chiede l’immediata estradizione in Italia di Casimirri, residente in Nicaragua da anni. L'uomo, ex brigatista, è stato condannato in via...
DOMENICA 13 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Una vita in fuga, chi è Cesare Battisti

Dai Pac alla latitanza in Francia e Brasile: in Italia, una condanna all'ergastolo per quattro omicidi

REDAZIONE
Cesare Battisti durante un processo
E'
del sud del Lazio Cesare Battisti, nativo di Cisterna di Latina. Da lì è cominciato tutto: l'infanzia complicata, l'ascesa al mondo dei Proletari armati per il comunismo, la vita da terrorista prima e quella da uomo in fuga poi. Fece parte di quella schiera di personaggi che fecero degli Anni di piombo uno dei periodi più violenti della storia italiana del dopoguerra, esecutore materiale o co-organizzatore di almeno quattro delitti. Quattro, tanti, alcuni finiti al...
VENERDÌ 21 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Arrestata la mente dell'attacco a Charlie Hebdo

L'uomo, conosciuto anche come Abou Hamza, è in attesa di essere estradato in Francia

ANGELA ROSSI
I
l jihadista francese Peter Cherif, sospettato di essere una delle menti del sanguinoso attacco alla redazione del giornale satirico Charlie Hebdo nel gennaio del 2015 a Parigi, è stato catturato a Gibuti, è già nelle mani della polizia francese e sarebbe in via di estradizione verso Parigi. Termina così, la latitanza dell'uomo che era amico dei fratelli Kouachi, autori della strage nella redazione. Noto come Abou Hamza, era in fuga dal 2011. Chi è Peter...
MARTEDÌ 18 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Battisti, il governo ammette: "La fuga è una possibilità"

Lo ha riferito il ministro alla Pubblica sicurezza, Raul Jungmann. Salvini: "Non metteremo premi o wanted"

REDAZIONE
Cesare Battisti
A
ncora non si trova Cesare Battisti, l'ex terrorista italiano sul quale, da alcuni giorni, pende un mandato di cattura emesso dal Supremo tribunale federale del Brasile. Dopo che il suo legale aveva ammesso di non essere riuscito a contattarlo per comunicargli la decisione dei giudici e che le autorità avevano pubblicato una serie di foto segnaletiche per favorirne il riconoscimento, a farsi avanti è ora il governo brasiliano che, per la prima volta, ha ammesso che l'ex pac...
VENERDÌ 14 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Il legale di Battisti: "E' sparito da ieri"

L'avvocato dell'ex terrorista ammette di non essere riuscito a contattare il suo assistito, sul quale pende un ordine di arresto

REDAZIONE
Cesare Battisti
N
essuna notizia di Cesare Battisti, da ieri ormai. Il mandato d'arresto spiccato nei suoi confronti per "pericolo di fuga" dal giudice del Supremo tribunale federale (Stf) Luis Fux, sarebbe immediatamente eseguibile ma l'ex terrorista italiano sarebbe al momento irrepreribile. A rivelarlo è il suo legale, Igor Sant'Anna Tamasauskas, durante un colloquio con l'Ansa ma anche i suoi vicini di casa a Cananeia, dove si sono recati un gran numero di cronisti....
MERCOLEDÌ 31 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

"Battisti non è fuggito, presto tornerà a casa sua"

Il legale dell'ex terrorista: "È andato a San Paolo dai suoi legali, mi ha detto che rientrerà a Cananeia"

REDAZIONE
Cesare Battisti
C
esare Battisti non sarebbe fuggito dal Brasile, piuttosto si sarebbe recato a San Paolo dai suoi legali con l'intento di rientrare a Cananeia, dove risiede. Lo ha riferito alla redazione Ansa di San Paolo il suo avvocato, Igor Tamasauskas. Dopo la riunione che avrebbe avuto ieri con i suoi legali - spiega l'avvocato - Battisti gli avrebbe detto che "avrebbe fatto visita ad alcuni amici e poi sarebbe tornato" a Cananeia, sulla costa dello stato di San Paolo,...
SABATO 13 OTTOBRE 2018, IN TERRIS

Bolsonaro: "Se vinco, Battisti subito estradato in Italia"

Il favorito al ballottaggio per le presidenziali: "Mostreremo al mondo il nostro ripudio verso il terrorismo"

REDAZIONE
Cesare Battisti
P
otrebbe presto finire il lungo soggiorno di Cesare Battisti in Brasile. Il favorito al ballottaggio per le presidenziali, Jair Bolsonaro, ha affermato che l'ex terrorista "sarà immediatamente estradato" in Italia. In uno dei suoi tweet in campagna elettorale, Bolsonaro ha scritto: "Come già detto, riaffermo qui il mio impegno di estradare il terrorista Cesare Battisti, amato dalla sinistra brasiliana, immediatamente in caso di vittoria alle...
MARTEDÌ 05 DICEMBRE 2017, IN TERRIS

Braccialetto elettronico per Cesare Battisti

Per l'ex terrorista confermate le misure alternative al carcere

REDAZIONE
Cesare Battisti
N
on è ancora chiaro quale sarà la sorte dell'ex terrorista Cesare Battisti, membro di spicco dei Proletari armati per il comunismo (Pac) e condannato in Italia all'ergastolo per quattro omicidi: all'inizio del mese di ottobre, era stato arrestato per aver tentato, a detta degli agenti, di oltrepassare il confine con fra il Brasile (dove attualmente si trova) e la Bolivia cercando, secondo quanto contestato, di portare denaro all'estero. A seguito dell'episodio,...
SABATO 14 OTTOBRE 2017, IN TERRIS

La Spagna nega l'estradizione in Turchia allo scrittore anti-Erdogan

Il dissidente turco-tedesco Dogan Akhanli ha lo stato di rifugiato politico

VERONICA LEA
Un'immagine di repertorio di Dogan Akhanli
Scontro diplomatico tra Spagna e Turchia. Il governo di Mariano Rajoy ha infatti deciso di negare l'estradizione nel Paese anatolico dello scrittore dissidente turco-tedesco Dogan Akhanli. Lo scrittore è un noto oppositore al regime del presidente islamico turco Recep Tayyip Erdogan. Rifugiato politico Il sessantenne - che viveva a Colonia dagli anni '90 - era stato detenuto per due giorni a Granada (in Spagna) dietro mandato d'arresto internazionale...
SABATO 14 OTTOBRE 2017, IN TERRIS

Battisti, la Corte suprema blocca l’estradizione per 10 giorni

Accolta la richiesta di habeas corpus: necessario il pronunciamento dell'Alta Corte il prossimo 24 ottobre

MATTIA DAMIANI
Cesare Battisti
Estradizione temporaneamente bloccata per Cesare Battisti. Il membro del Supremo Tribunale Fedeale, Luis Fux, ha infatti concesso una misura cautelare che posticipa ogni possibilità di procedere a estradare l’ex terrorista dei Pac almeno fino al 24 ottobre, quando la Suprema Corte brasiliana si riunirà per prendere una decisione in merito all’habeas corpus richiesto dai suoi legali. Una decisione che rimescola nuovamente le carte in...
NEWS
Biglia di Marco Pantani

Marco Pantani il campione

D  opo quindici anni di oblio, ecco che ritorna alle cronache una delle storie più cupe dello sport...
Basket
BASKET

Denuncia di una mamma: "Razzismo verso mio figlio"

Il 13enne sarebbe stato insultato dai genitori di una squadra avversaria a Milano
Pasta con le alici
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pasta con le alici alla palermitana: estate batti un colpo

Sarà una ricetta siciliana a proiettarci, finalmente, verso la bella stagione?
Migranti in Italia

Scontro Onu-Viminale sui migranti

L'Organizzazione contro il Dl sicurezza: "Viola i diritti umani" Secca replica del Ministero dell'Interno
Fake news

Se ad alimentare la democrazia sono le fake

Un'indagine del quotidiano il Sole 24 ore, affronta il tema mai indagato dai media, del numero fasullo dei seguaci...
L'ultima cena (Andrea del Castagno)

Il punto di contatto fra umano e divino

Cosa ci dice Gesù nel Vangelo della quinta domenica di Pasqua