News EL CHAPO

MARTEDÌ 05 NOVEMBRE 2019, IN TERRIS

Messico, gruppo di mormoni massacrato dai narcos

Almeno nove vittime, molte delle quali bambini. I killer hanno esploso colpi di mitra e bruciato i corpi

DM
Nel riquadro, una delle vetture bruciate
U
na scena orrenda quella che si è materializzata a Rancho de la Mora, a cavallo fra gli Stati messicani di Chihuahua e della Sonora, dove un gruppo di mormoni statunitensi, tra i quali almeno quattro bambini, sono stati massacrati a colpi di arma da fuoco, prima di essere bruciati, alcuni ancora vivi, assieme al van che li trasportava. Una strage che, secondo i media internazionali, sarebbe stata opera di uno dei cartelli narcos della provincia messicana, particolarmente attivi in quella...
SABATO 19 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

L'appello dei vescovi ai cartelli narcos: "Pentirsi e convertirsi"

"Come Chiesa, ci impegniamo in azioni pastorali per il rispetto della dignità di ogni persona"

MILENA CASTIGLI
Guerriglia urbana a Culiacán
I
n seguito ai fatti accaduti giovedì scorso a Culiacán (Sinaloa, Messico), quando le forze dell’ordine messicane, dopo aver arrestato Ovidio Guzmán López, 28 anni - uno dei dieci figli del boss del narcotraffico El Chapo - sono state costrette a desistere dal loro intento perché assediate dall’esercito “parallelo” del Cartello di Sinaloa, l’intera Chiesa messicana si è schierata a difesa della popolazione e delle forze...
LUNEDÌ 23 SETTEMBRE 2019, IN TERRIS

Arrestato il boss dei narcos Dottor Wagner

Socio di El Chapo, coordinava il trasferimento di stupefacenti dal Messico agli Stati Uniti

MILENA CASTIGLI
"D
ottor Wagner" è stato preso a Fiumincino. Ramon Cristobal Santoyo, questo il vero nome del boss narcos quarantatreenne, è stato arrestato all’aeroporto romano: Santoyo si stava per imbarcare su un aereo, che doveva fare scalo a Parigi, diretto a Città del Messico. La Dea, l’agenzia federale che si occupa del contrasto agli stupefacenti, lo stava cercando da anni: cintro di lui era stato spiccato un mandato d'arresto internazionale nel...
MERCOLEDÌ 17 LUGLIO 2019, IN TERRIS

El Chapo condannato all'ergastolo

L'ex re dei narcos dovrà restituire anche 12,6 miliardi di dollari, ritenuti i proventi delle sue attività criminali

DM
Joaquin
U
na sentenza che, già negli scorsi giorni, appariva estremamente probabile per quella che è stata la sua entità: la corte di New York demandata a giudicare Joaquin Guzman, detto El Chapo, ha infatti decretato la pena dell'ergastolo per il 62enne ex re dei narcos, condannato peraltro alla restituzione di 12,6 miliardi di dollari, ritenuti i proventi dei suoi crimini e già richiesti dalla Procura di Brooklyn, secondo la quale la somma equivarrebbe agli introiti...
SABATO 06 LUGLIO 2019, IN TERRIS

Processo a El Chapo: le autorità chiedono 12,6 miliardi

La Procura di Brooklyn ha chiesto ai giudici il recupero della somma ritenuta frutto dei proventi del narcotraffico

DM
Joaquin Guzman
R
ecuperare 12,6 miliardi di dollari da Joaquin Guzman, detto "El Chapo", ex re dei narcos attualmente ancora in attesa del pronunciamento defenitivo a suo carico, previsto per il 17 luglio e già pronosticato come ergastolo: questo quanto richiesto dalla Procura di Brooklyn a un giudice, per costringere il criminale messicano a restituire una somma (pari a 11,2 miliardi di euro) che, secondo i pm, equivarrebbe ai proventi del traffico di droga derivati dal suo cartello. Una...
MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

El Chapo verso l'ergastolo

Decisione unanime dei 12 giurati. La sentenza nei prossimi mesi

DANIELE VICE
El Chapo in manette
S
arà ergastolo per Joaquin Guzman, detto El Chapo, ex boss del cartello messicano di Sinaloa, responsabile dell'esportazione negli Stati Uniti, tra il 1989 e il 2014, di centinaia di tonnellate di droga.  Fine pena: mai La sentenza del giudice della corte federale di Brooklyn, a New York, non è ancora arrivata. Ma la giuria, composta da 12 persone, si è già pronunciata, all'unanimità, per la colpevolezza. Difficilmente, dunque,...
VENERDÌ 21 OTTOBRE 2016, IN TERRIS

Narcos: si avvicina l'estradizione negli Usa di "El Chapo"

FRANCESCO VOLPI
Narcos: si avvicina l'estradizione negli Usa di
Si avvicina l'estradizione negli Stati Uniti di Joaquín Guzmán Loera, noto come "El Chapo", indiscusso signore del narcotraffico messicano arrestato l'8 gennaio scorso. Ricorsi respinti Un tribunale di Città del Messico ha respinto oggi cinque ricorsi della difesa, e ora il potente e sanguinario ex super boss del cartello di Sinaloa, già evaso due volte da carceri messicane, dispone di una sola possibilità in appello per evitare di essere processato in Texas e California, i due stati...
SABATO 24 OTTOBRE 2015, IN TERRIS

SCOPERTO "MEGA TUNNEL DELLA DROGA" TRA MESSICO E USA: E' LUNGO 800 METRI

Le forze dell'ordine durante l'operazione hanno arrestato 16 persone a Tijuana e 6 a San diego

DANIELE VICE
SCOPERTO
Continua la battaglia del Messico e degli Stati Uniti contro i trafficanti di droga. Questa volta il lavoro congiunto delle autorità competenti dei due Stati ha portato alla scoperta di quello che è stato definito un "mega tunnel della droga"', grazie al quale un cartello di trafficanti trasportava le sostanze stupefacenti da Tijuana a San Diego, in California. Lo riferiscono i media locali, precisando che il passaggio, lungo circa 800 metri e a 9 di profondità, era illuminato, ventilato e...
MARTEDÌ 08 SETTEMBRE 2015, IN TERRIS

MESSICO, 4 FUNZIONARI ACCUSATI DI AVER FAVORITO LA FUGA DI "EL CHAPO"

Due di loro apparterrebbero ai servizi segreti, mentre gli altri due sarebbero dipendenti della sala di controllo che avrebbero dovuto monitorare la cella del boss del cartello di Sinaloa

AUTORE OSPITE
MESSICO, 4 FUNZIONARI ACCUSATI DI AVER FAVORITO LA FUGA DI
Quattro funzionari sarebbero stati arrestati con l'accusa di aver agevolato la fuga da un carcere di massima sicurezza al capo del cartello della droga di Sinaloa, Joaquin "El Chapo" Guzman, avvenuta lo scorso 11 luglio. Due di loro sarebbero membri del servizio segreto del Messico, mentre gli altri sarebbero dipendenti della sala di controllo che avrebbero dovuto monitorare la sua cella. L'accusa a loro carico è quella di non aver dato immediatamente l'allarme una volta che Guzman sarebbe...
NEWS
CINQUE STELLE

M5S, Di Maio non è più il capo politico. Ipotesi Crimi

Il ministro lascia la guida del MoVimento, ma non esclude una sua ricandidatura.
VOLO

Adr, 50 milioni di viaggiatori

Aeroporti di Roma chiude il 2019 con un record di passeggeri transitati dagli aeroporti di Fiumicino e Ciampino
PROCESSO

Quattro anni a Misseri per essersi autoaccusato del delitto di Avetrana

Condannato per depistaggio anche Ivano Russo. Le responsabilità per l'omicidio di Sarah Scazzi sono ricadute sulla...
Vini Doc
LOMBARDIA

Falso vino Doc nell’Oltrepo’ Pavese, cinque arresti

Spacciati per Doc e Igt vini di qualità inferiore addizionati con anidride carbonica
L'autoproclamato presidente del Venezuela, Juan Guaidò
VENEZUELA

L'intelligence irrompe negli uffici di Guaidò

I deputati di opposizione hanno denunciato il rapimento di un parlamentare
L'intervento dei Vigili del Fuoco
LUCCA

Incendio in casa, morta una 14enne

Gravemente ustionato il padre; la madre si schianta in auto per cercare di salvarla
Un soldato israeliano
CONFLITTO ISRAELE - PALESTINA

Gaza: uccisi 3 palestinesi entrati in Israele

Avevano oltrepassato la recinzione nella zona sud della Striscia
Luigi Di Maio
POLITICA

Di Maio verso le dimissioni?

Il ministro degli esteri starebbe pensando di lasciare la guida del Movimento 5 Stelle
Suini
PADOVA

Peste suina: maxi sequestro di carne cinese avariata

Incenerite 10 tonnellate di carni introdotte nell'Ue in violazione delle norme di sicurezza
LEGALIZZAZIONE

Emendamento sulla cannabis light, bufera in Parlamento

Scontro tra maggioranza e opposizione sulla proposta di modifica dell'articolo 34 che regolamenta la coltivazione e la...
LA SETTIMA ARTE

Un secolo da re della commedia all'italiana

È già boom di prenotazioni, oltre 10 mila da tutta Italia, per la mostra "Il Centenario- Alberto Sordi...
Evo Morales
BOLIVIA

Il Parlamento accetta le dimissioni di Morales

La lettera con la rinuncia all'incarico era stata presentata oltre due mesi fa
ECONOMIA GREEN

Bio e sostenibile, boom in Italia dell'agricoltura verde

Tre italiani su quattro chiedono alle aziende attenzione all’ambiente. 60 mila aziende certificate con il bollino verde
Il filosofo Emanuele Severino
BRESCIA

Addio a Emanuele Severino

Il filosofo è morto il 17 gennaio ma la notizia è stata diffusa oggi per suo volere