News DROGA

MARTEDÌ 12 NOVEMBRE 2019, IN TERRIS

Colpo al clan Cesarano: 20 ordinanze di custodia cautelare

Per associazione per delinquere di stampo camorristico, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti

MILENA CASTIGLI
Carabinieri
V
asta operazione anticamorra del gruppo della Guardia di finanza di Torre Annunziata (Napoli), che coordinato dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea ha eseguito venti misure cautelari nei confronti di 20 persone ritenute dagli investigatori appartenenti al clan Cesarano di Castellammare di Stabia (Napoli). Gli inquirenti contestano agli indagati i reati di associazione per delinquere di stampo camorristico, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti. Lo scorso maggio...
SABATO 26 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

Baby gang dedita allo spaccio: 19 indagati

Quattro maggiorenni tra i 22 e i 26 anni e ben 15 minori, tra i 15 e i 17 anni

MILENA CASTIGLI
Spaccio di sostanze stupefacenti
S
pacciavano droga, organizzandosi in chat con gli smartphone, e mettevano a segno di tanto in tanto anche piccoli furti negli esercizi commerciali tanto per "passare il tempo": per questo 19 ragazzi, di cui 15 minorenni, sono finiti nel mirino di un blitz dei carabinieri di Reggio Emilia volto a smantellare quella che considerano una gang di baby pusher ben strutturata attiva nelle province di Reggio Emilia e Modena. A seguito delle perquisizioni scattate oggi in una ventina di...
SABATO 26 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

"Non volevo ucciderlo, solo spaventarlo"

La spiegazione di Valerio del Grosso, fermato insieme all'amico Paolo Pirino

MILENA CASTIGLI
Paolo Pirino e Valerio del Grosso
"V
olevo, spaventarlo, non volevo ucciderlo". Si giustifica così Valerio del Grosso, uno dei due assalitori di Luca Sacchi e Anastasia Kylemnyk, con un amico e con la fidanzata mentre tentava di nascondersi. Si nascondeva dopo una tentata rapina finita in tragedia. Sarebbe lui quello che ha premuto il grilletto della P38 che ha ucciso Luca, colpendolo alla testa. Inutili i soccorsi, il 25enne è morto poco dopo in ospedale. Valerio ripeterà la stessa...
VENERDÌ 25 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

"Droga e mancanza di lavoro fanno crescere la criminalità"

Il commento di Achille Serra, già prefetto di Roma, sull’uccisione di Luca Sacchi

MILENA CASTIGLI
L'ex prefetto di Roma, Achille Serra
"R
ispetto alle altre città italiane, negli ultimi anni, a Roma, è aumentata la criminalità di strada. Questo non è dovuto all’assenza di forze di polizia, che invece compiono il loro dovere in maniera encomiabile. Perché bisogna prendere atto che chi va in pensione non viene sostituito”. Lo dice Achille Serra, già prefetto di Roma, commentando l’uccisione di Luca Sacchi, il ragazzo di 25 anni che ha cercato di difendere la sua fidanzata...
SABATO 19 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

L'appello dei vescovi ai cartelli narcos: "Pentirsi e convertirsi"

"Come Chiesa, ci impegniamo in azioni pastorali per il rispetto della dignità di ogni persona"

MILENA CASTIGLI
Guerriglia urbana a Culiacán
I
n seguito ai fatti accaduti giovedì scorso a Culiacán (Sinaloa, Messico), quando le forze dell’ordine messicane, dopo aver arrestato Ovidio Guzmán López, 28 anni - uno dei dieci figli del boss del narcotraffico El Chapo - sono state costrette a desistere dal loro intento perché assediate dall’esercito “parallelo” del Cartello di Sinaloa, l’intera Chiesa messicana si è schierata a difesa della popolazione e delle forze...
VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

Arrestato e poi rilasciato il figlio di "El Chapo"

Ovidio Guzmán López, 28 anni, è ricercato negli Stati Uniti per le sue attività legate al narcotraffico

MILENA CASTIGLI
Il fumo causato da automobili incendiate a Culiacán, in Messico
L
e autorità messicane hanno annunciato di aver arrestato uno dei figli di Joaquin "El Chapo" Guzman salvo poi rilasciarlo. Il tentativo di catturarlo ha scatenato una vera e propria guerriglia, con sparatorie, automobili in fiamme, barricate, diversi feriti (ma non è chiaro quanti). I violenti scontri si sono svolti giovedì pomeriggio a Culiacan, città del Messico nordoccidentale nello Stato di Sinaloa, considerata la roccaforte...
MERCOLEDÌ 16 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio

GIACOMO GALEAZZI
Spaccio
P
ugno duro del governo contro i trafficanti di droga. Il Viminale ha inviato una circolare alle prefetture per disporre maggiore sorveglianza sulle piazze di spaccio. Più controlli per fermare i mercanti di morte Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha chiesto ai prefetti di dare maggiore impulso all’azione di vigilanza del territorio, con specifico riferimento alle aree cittadine maggiormente esposte alle attività di spaccio di sostanze stupefacenti ed ai...
VENERDÌ 11 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

Maxi operazione antidroga: 32 arresti

Sequestrati circa 157 kg di stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana

MILENA CASTIGLI
Guardia di Finanza
M
axi operazione antidroga stamani all'alba in varie parti d'Italia. La Guardia di Finanza di Brescia, dietro mandato della direzione della Procura della Repubblica di Bergamo, ha eseguito nelle ultime ore 32 arresti tra Brescia, Bergamo, Monza, Reggio Emilia e Bolzano nell'ambito della maxi operazione antidroga "Sottosopra". Sequestrati circa 157 kg di stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana, provenienti dall'Albania, dalla Spagna e...
LUNEDÌ 07 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

San Patrignano premia il questore Pignataro

Tra le motivazioni, l'impegno assiduo nella lotta alle tossicodipendenze

MARCO GRIECO
A destra, il questore Antonio Pignataro, insignito del premio
"W
e Free", il prestigioso premio "Uomo dell'anno" conferito dalla Comunità di San Patrignano, da sempre in prima linea nella lotta alle tossicodipendenze, quest'anno è stato assegnato all'unanimità al Questore di Macerata, Antonio Pignataro. È la prima volta che un Questore della Repubblica viene insignito della prestigiosa onorificenza, ma in questo caso il nome ha un peso rilevante nella missione che la Comunità porta avanti: "Il...
VENERDÌ 04 OTTOBRE 2019, IN TERRIS

Ndrangheta: arrestato il latitante Alessandro Longo

Il 40enne di origini calabresi era residente a Carmagnola, paese in provincia di Torino

MILENA CASTIGLI
Guardia di Finanza
N
uovo arresto nell'ambito dell'operazione Carminius che lo scorso marzo ha portato in carcere 18 affiliati al clan ndranghetista Bonavota. Si tratta di Alessandro Longo, 40enne di origini calabresi e residente a Carmagnola (Torino), latitante dal 29 luglio. Dalle indagini della guardia di finanza di Torino è emerso che Longo lavorava in sinergia con i vertici dell'organizzazione criminale, i fratelli Salvatore e Francesco Arona, per assicurargli il pieno controllo del settore...
NEWS
Bullismo
MINORI VIOLENTI

Lunedì in aula la legge che toglie i bulli alle famiglie

Numero verde per le vittime e multe ai genitori che non mandano i figli a scuola
Case chiuse

Regione pappona

Il maligno non si rassegna mai, tantomeno quando viene compiuto un gesto simbolicamente fondamentale e senza...
Calzaturificio
EMPOLI

Pagati un euro l'ora: 2 arresti per caporalato

Migranti africani sfruttati in ditte calzaturiere gestite da due coniugi cinesi
Il degrado nell'ex-stabilimento Thyssen di Torino - Foto © Alessandro Di Marco per Ansa
DIRITTI UMANI

Thyssen, la Corte Europea avvia un procedimento contro Italia e Germania

I due Paesi dovranno chiarire a Strasburgo perché i manager dello stabilimento, seppure condannati, sono ancora in...
Giornata Mondiale dei Poveri 2019: logo e tema
EDIZIONE 2019

Giornata Mondiale dei Poveri: le iniziative diocesane

A Rimini un gruppo di giovani condividerà la notte con i senzatetto
Decorazioni natalizie

Sì al Natale a scuola

Si avvicina Natale e immancabilmente alcuni insegnanti, stavolta in provincia di Ancona, ripropongono il solito...
Magistratura

La Magistratura non risponde a logiche politiche

La Magistratura per sua natura ha funzione e carattere professionale. Non è un soggetto del gioco politico o...
Una veduta aerea del complesso scolastico teatro della sparatoria
IL DRAMMA

Sangue negli Usa: spari in un liceo di Santa Clarita

Uno studente di 16 anni ha ucciso due compagni, ferendone altri quattro. Arrestato, anche lui sarebbe gravemente ferito
Fotografia di Stefano Cucchi
ROMA

Caso Cucchi, 12 anni per due carabinieri

Si tratta dei due militari accusati del pestaggio. Tedesco assolto dall'accusa di omicidio preterintenzionale. Prescrizione...
Jorge Lorenzo
MOTO GP

Lorenzo si ritira: ultima gara a Valencia, dove iniziò tutto

Il fuoriclasse maiorchino chiuderà la carriera dove conquistò il primo titolo mondiale: "Era meglio...
L'autoproclamatasi presidente Jeanine Áñez pronuncia il discorso prima di assumere la presidenza
BOLIVIA

La neopresidente Áñez cambia i ministri. Morales dal Messico la condanna

Rimpasto dell'esecutivo a La Paz. Aumentano le incognite di un Paese in bilico
Alvin accompagnato da due membri della Croce Rossa e Mezzaluna rossa Internazionale
AUDIZIONE PROTETTA

Il dramma di Alvin: "Ho visto morire mia mamma"

Il racconto shock del bimbo 11enne, portato in Siria proprio dalla madre unitasi al Califfato. Sei giorni fa il rientro in...