News COMUNISMO

SABATO 16 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

Gilet gialli: perché non bisogna sottovalutarli

RENATO FEDERICI
Gilet giallo a Parigi
L
e espressioni “sistemi giuridici”, “ordinamenti giuridici” e “diritto oggettivo” possono essere considerate come sinonimi. E così è anche per l’uso del termine “diritto” senza alcuna specificazione. L’ordinamento giuridico è il cuore e il cemento di ogni società umana. Senza organizzazione giuridica lo Stato non è lo Stato, la società non è la società, il partito politico non...
DOMENICA 10 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

Micich: "Io, figlio di esuli, racconto la tragedia delle foibe"

Nel Giorno del Ricordo la testimonianza del direttore dell’Archivio del Museo Storico di Fiume

FEDERICO CENCI
Marino Micich
“I
 miei genitori sono profughi da Zara, in Dalmazia. Sono venuti in Italia nel 1957, molto tardi. Non riuscivano a vivere sotto il regime comunista jugoslavo, che tuttavia da anni gli rifiutava l’opzione di andare via”. Quella che dà ad In Terris Marino Micich, direttore dell’Archivio del Museo Storico di Fiume, è una testimonianza tra tante, di figli di esuli del confine orientale italiano. Viaggi rocamboleschi, rischiosi, da parte di italiani che erano stati...
SABATO 09 FEBBRAIO 2019, IN TERRIS

Foibe, Mattarella: "No al riduzionismo"

Il capo dello Stato ricorda la tragedia degli italiani del confine orientale: "Non fu ritorsione per i crimini del fascismo"

REDAZIONE
Mattarella parla alla celebrazione del Giorno del Ricordo
"C
elebrare questa giornata significa rivivere una grande tragedia italiana, vissuta allo snodo tra la fine della seconda guerra mondiale e l'inizio della guerra fredda". Così Sergio Mattarella, presidente della Repubblica, nel corso del suo intervento alla celebrazione del Giorno del Ricordo avvenuta al Quirinale. Mattarella: "Propaganda comunista contro gli esuli" Il capo dello Stato ha ricordato il destino crudele che ha accomunato molti popoli dell'Est...
MERCOLEDÌ 16 GENNAIO 2019, IN TERRIS

Jan Palach: il ricordo del suo sacrificio

Cinquant'anni fa il giovane studente si diede fuoco a Praga per protestare contro l'occupazione comunista

REDAZIONE
Jan Palach
È
 passato mezzo secolo, il mondo è cambiato, ma il ricordo resta integro. Cinquant'anni fa sulle strade di Praga il giovane studente cecoslovacco Jan Palach si diede fuoco: un gesto grave, dimostrativo, per esprimere la rabbia e la frustrazione del suo popolo nei confronti dell'occupazione sovietica della Cecoslovacchia. Trovò la morte per le ustioni tre giorni più tardi: il 19 gennaio 1969. Erano gli anni della contestazione, mentre nel lato occidentale...
MARTEDÌ 19 GIUGNO 2018, IN TERRIS

La difficile logica del perdono

Il Papa invita a pensare a uno che ci ha fatto del male e a pregare per lui

SALVATORE CAPORALE
Papa Francesco
"D
obbiamo perdonare i nemici", "lo diciamo tutti i giorni nel Padre Nostro; chiediamo perdono come noi perdoniamo: è una condizione" necessaria anche se tutt'altro che facile. Com pure "pregare per gli altri", per "quelli che ci danno difficoltà," "che ci mettono alla prova: anche questo è difficile, ma lo facciamo. O almeno, tante volte siamo riusciti a farlo. Ma pregare per quelli che vogliono distruggermi, i nemici,...
MERCOLEDÌ 25 APRILE 2018, IN TERRIS

Perché il 25 Aprile continua a dividere

Lo storico Luciano Garibaldi: "Troppi interessi ostacolano la memoria condivisa"

ANDREA ACALI
I festeggiamenti per la Liberazione
I
l 25 aprile 1945 finiva la Seconda Guerra Mondiale con la Liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Si chiudeva così una pagina buia della nostra storia ma se ne apriva una non meno drammatica fatta anche di rappresaglie e vendette. In Terris ne ha parlato con il giornalista e saggista Luciano Garibaldi, autore di una quarantina di libri di storia in gran parte dedicati proprio a Hitler, Mussolini e alle vicende belliche di quel periodo. Proprio in questi giorni, viene pubblicata...
LUNEDÌ 16 APRILE 2018, IN TERRIS

Rompere il silenzio

RAFFAELE BONANNI
Rolando Rivi
C
hi ha sentito mai in tv, o letto sui giornali, di decine di sacerdoti assassinati da partigiani comunisti in Emilia-Romagna durante la liberazione? Difficilmente troviamo traccia nei talk show e nei dibattiti: una storia vera seppellita con quei poveri religiosi, rei solo di rappresentare un orizzonte di vita diverso dalla ideologia dei propri aguzzini. In Italia, si sa, il soccorso al vincitore è un servizio che viene pagato lautamente, e di quella storia dopo settant’anni, non se...
MARTEDÌ 30 GENNAIO 2018, IN TERRIS

La necessità di una memoria condivisa per l'Italia

Il Centro Studi Machiavelli alla Camera invita a riflettere su Grande Guerra, antisemitismo, foibe

REDAZIONE
Convegno
C
osa hanno in comune la vittoria dell'esercito italiano a Vittorio Veneto, nel 1918, la violenta persecuzione degli ebrei, durante la seconda guerra mondiale, e la tragedia delle foibe, proseguita sul confine nord-orientale italiano anche dopo la fine delle ostilità nel 1945? Tutti e tre gli eventi custodiscono il valore della memoria e sono ricchi di connessioni con l'attualità. Ma non solo. Ad accomunarli c'è anche un filo rosso che disegna il concetto di...
LUNEDÌ 25 DICEMBRE 2017, IN TERRIS

La Cina contro il Natale: "È l'oppio dello spirito"

Disposizioni del Partito comunista ad "astenersi dal celebrare ciecamente feste straniere"

REDAZIONE
Natale in Cina
P
iù che sinonimo di gioia, per i cristiani in alcune aree del pianeta il Natale sarà motivo di preoccupazione. In Cina, ad esempio, dove il braccio disciplinare del Partito comunista cinese vieta a membri e funzionari del governo di celebrare il Natale, definendo la pratica “oppio spirituale” per gli iscritti. Come riferisce AsiaNews, una nota emessa dalla Commissione per l’Ispezione disciplinare della città di Hengyang, nella provincia centrale...
SABATO 18 NOVEMBRE 2017, IN TERRIS

Viaggio nell'Italia nostalgica

Dal mausoleo intitolato a Graziani al busto di Lenin: fascismo e comunismo scolpiti in pietra

FEDERICO CENCI
Busto di Lenin a Cavriago (Re) e mausoleo intitolato a Rodolfo Graziani ad Affile (Rm)
“A
ddatornà Baffone” sospira ancora qualche vecchio fanatico comunista riferendosi a Stalin. “Quando c’era lui…” è invece il motivetto sulla bocca dei nostalgici del Duce d’Italia, Benito Mussolini. Al di là dei modi di dire, il ricordo malinconico dei protagonisti delle grandi ideologie totalitarie del Novecento si traduce spesso, in Italia, in polemiche e risse intorno a nomi di strade, a monumenti ed effigi. Nulla a che vedere con la...
NEWS
Conferenza Parole Guerriere alla Camera
LA RAI DEL CAMBIAMENTO

Foa: "Valorizzare l'informazione alternativa"

Il presidente del servizio pubblico ha partecipato al seminario del M5s "Parole guerriere"
Migranti minori in Italia
RAPPORTO MINORI MIGRANTI IN ITALIA

Unicef: "Obiettivo 2019, raggiungere 6mila ragazzi"

"Manca il 30% dei fondi necessari per raggiungere questi risultati"
SCUOLA

Studenti in piazza contro il nuovo esame di maturità

Gli alunni: "Bocciamo il governo"
Matteo Messina Denaro
CAMPOBELLO DI MAZARA (TP)

Soldi alla famiglia di Messina Denaro: 3 fermi

Un avviso di garanzia è stato notificato al deputato regionale di Forza Italia Stefano Pellegrino
I manifesti contro Juncker e Soros
PPE

Fidesz di Orban rischia l'espulsione

Non rientra il caso degli attacchi a Juncker da parte del governo ungherese
Gianfranco Duini e la vittima, Claudia Bortolozzo
MARGHERA (VE)

Uomo uccide la moglie, poi si costituisce

Gianfranco Duini, 43enne, ha accoltellato la consorte, Claudia Bortolozzo di 52