News CENSURA

SABATO 15 DICEMBRE 2018, IN TERRIS

Censurata canzone di Natale: "Incita allo stupro"

Il classico "Baby, It's Cold Outside" eliminato da alcune radio negli Stati Uniti

REDAZIONE
Baby, It's Cold Outside
S
arà per l'onda emotiva provocata dalla nascita del movimento MeToo, sarà perché c'è sempre un motivo per colpire i simboli del Natale, festa considerata fuori luogo in un società secolarizzata, anche quando sono laici, sta di fatto che finiscono nel mirino dei censori non solo i presepi, ma anche le canzoni natalizie. A farne le spese negli Stati Uniti è il classico 'Baby, It's Cold Outside', accusato di essere una sorta di...
MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2018, IN TERRIS

Cosa nasconde la battaglia contro le fake news?

La scrittrice Enrica Perucchietti: "Così il potere vuole reprimere il dissenso"

FEDERICO CENCI
Masse al cinema
N
ella dialettica politica, ormai da qualche tempo, c’è un modo rapido ed efficace per delegittimare l’avversario: accusarlo di diffondere fake news. L’ennesimo termine inglese è entrato prepotentemente nel nostro vocabolario, assumendo presso l’opinione pubblica la forma di un allarme sociale. Tale è la sensibilità di alcune forze politiche sul tema che in diversi Paesi - tra cui l’Italia - prendono forma o sono già state approvate...
MARTEDÌ 15 MAGGIO 2018, IN TERRIS

"Facebook e Google censurano chi è contro l'aborto"

La denuncia dei gruppi "pro-life" in vista del referendum del 25 maggio

IGNAZIO STATUARIO
Manifesto contro l'aborto in Irlanda
I
l sistema liberale rende tutti più liberi, ma fino a un certo punto. Quando le aziende private hanno il potere di condizionare l'opinione pubblica o, peggio, di censurare idee a loro sgradite, è lecito chiedersi se non ci si trovi davanti a una libertà fittizia. In Irlanda il prossimo 25 maggio si terrà il referendum sulla legalizzazione dell'aborto: uno snodo cruciale nella storia del Paese, che a tutt'oggi resta uno di quelli con la legge più...
MERCOLEDÌ 18 APRILE 2018, IN TERRIS

Anche in Piemonte polemiche per il manifesto pro-vita

Il sindaco fa affiggere l'immagine censurata a Roma, ma un assessore regionale insorge

REDAZIONE
Sindaco Elena Chiorino con manifesti pro-vita
P
onderano è un paese in provincia di Biella di circa 4mila abitanti, Roma è Capitale d'Italia e metropoli. Nel piccolo centro c'è spazio per manifesti che inneggiano alla vita e invitano le donne a riflettere sul tema dell'aborto, a Roma no. L'immagine del feto stampata su un maximanifesto dell'Associazione ProVita Onlus e poi fatto rimuovere dal Campidoglio dopo le polemiche suscitate, è riapparsa nei giorni scorsi a Ponderano su...
SABATO 06 GENNAIO 2018, IN TERRIS

Twitter: "Nessuna censura ai leader mondiali"

L'azienda risponde a quanti chiedevano il blocco di Donald Trump: "Ostacolerebbe il pubblico interesse"

REDAZIONE
La sede di Twitter a San Francisco
"B
loccare un leader mondiale su Twitter o rimuovere i suoi tweet controversi nasconderebbe informazioni importanti che la gente dovrebbe poter vedere e discutere". Ne è convinta l'azienda che gestisce uno dei social network più importanti al mondo sul quale, sempre più di frequente, si consumano vere e proprie battaglie a colpi di "cinguettii" non solo fra persone comuni ma anche fra esponenti del mondo politico. Non fa eccezione Donald Trump che, anzi,...
MARTEDÌ 12 DICEMBRE 2017, IN TERRIS

Il Campidoglio censura manifesti contro l'aborto?

L'accusa di ProVita Onlus: "Mai così difficile esprimere le proprie idee a Roma"

REDAZIONE
Campidoglio
I
l Comune di Roma starebbe censurando manifesti che denunciano la pratica dell'aborto e sottolineano l'importanza della vita dal concepimento alla morte naturale? La pesante accusa arriva da Toni Brandi, presidente dell'Associazione ProVita Onlus. "Abbiamo presentato tre diversi tipi di manifesti da affiggere per le vie di Roma al Comune, come da regolare procedura e ricevendo conferma di ricevimento - afferma Bradi -: Il primo per commemorare il Cardinale...
LUNEDÌ 13 NOVEMBRE 2017, IN TERRIS

Via la censura ai manifesti del Bus della Libertà

I messaggi contro l'educazione di genere da propinare ai bambini erano stati bloccati dall'entre preposto

REDAZIONE
D
ietrofront dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (Iap) in merito alla campagna pubblicitaria del Bus della Libertà. L'ente, investito della questione dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in un primo momento aveva censurato i manifesti definendoli in violazione dell’articolo 10, giacché offenderebbero “convinzioni morali, civili e religiose”, e l’articolo 11 che...
LUNEDÌ 23 OTTOBRE 2017, IN TERRIS

Le contraddizioni dei social

MARIO ROSSI
Una delle opere esposte alla mostra
La mostra “Seduzione e potere”, curata da Vittorio Sgarbi con l’aiuto di Antonio D’Amico, sarà allestita nella chiesa monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino, Perugia, fino a domenica 3 dicembre. Lo spot della retrospettiva, però, è stato bloccato da Facebook “dal momento che non rispetta le nostre normative pubblicitarie in quanto promuove prodotti o servizi per adulti” infatti, “non è...
MARTEDÌ 23 MAGGIO 2017, IN TERRIS

Pornografia e violenza in rete: svelati gli algoritmi di Facebook per combatterle

EDITH DRISCOLL
Pornografia e violenza in rete: svelati gli algoritmi di Facebook per combatterle
Quale politica segue Facebook, il più celebre tra i social network, per censurare e moderare i contenuti che circolano tra gli oltre due miliardi di account registrati? A svelarlo è il "Guardian", che sul suo sito ha pubblicato un centinaio di documenti interni al social di Mark Zuckerberg nei quali sono indicate le procedure da seguire per "censurare" foto, video e link. Tuttavia, alcune di queste indicazioni su cui sono formati i moderatori, ovvero quelle persone che intervengono...
MERCOLEDÌ 15 MARZO 2017, IN TERRIS

La Germania dichiara guerra alle fake news: multe fino a 50 milioni di euro per chi non le rimuove

Le piattaforme social avranno 24 ore di tempo per rimuovere i post con contenuti "chiaramente criminali", e 7 giorni per togliere quelli meno gravi

EDITH DRISCOLL
La Germania dichiara guerra alle fake news: multe fino a 50 milioni di euro per chi non le rimuove
La Germania dichiara guerra alla fake news, contro l'odio e le falsità sui social network e nel web in generale. quello che il Paese guidato da Angela Merkel si appresta ad approvare, è uno dei provvedimenti più severi mai previsto da uno stato dell'Unione Europea. Il progetto di legge Il ministro della giustizia tedesco, Heiko Maas, ha presentato a Berlino quelli che sono i punti cardine del progetto di legge contro la proliferazione e diffusione di commenti violenti che istigano l'odio -...
NEWS
Malpensa
MILANO

Scappa dall'aereo prima del rimpatrio, caos a Malpensa

Un egiziano di 30 anni ha fatto perdere le sue tracce: era arrivato in Italia senza documenti e stava per essere rispedito...
L'ambasciata Onu a Gaza
GAZA

Tre carabinieri rifugiati nel consolato Onu

I militari sono sospettati di appartenere alle forze speciali israeliane. Stallo sciolto nella notte
Bandiere brtianniche ed europee fuori dai Comuni
BREXIT

I Comuni bocciano il piano May

Accordo con l'Ue stroncato: 432 no, 202 sì. La premier resiste: "Non mi dimetto". Ma Corbyn chiede la...
Auto in fiamme nei pressi del Dusit di Nairobi
KENYA

Nairobi, ancora incerto il numero delle vittime

Si temo almeno 14 morti in un attacco al Dusit, operazioni dell'antiterrorismo ancora in corso. Al-Shabab rivendica
Aleksandar Vucic
EX JUGOSLAVIA

Dialogo col Kosovo: Vucic detta le condizioni

Il premier serbo: "Via i dazi sul nostro import". Pressing americano su Pristina
Petr Cech
PREMIER LEAGUE

Cech ai saluti, 15 anni da leggenda

Il portiere ceco annuncia il ritiro a fine stagione. Una carriera sempre al top, nonostante il gravissimo infortunio