WIMBLEDON: TRIONFA SERENA WILLIAMS. E’ A UN PASSO DALLO SLAM

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:28

Serena Williams trionfa ancora a Wimbledon. Adesso, forte del successo odierno, di quello di inizio anno agli Australian Open e di quello recente al Roland Garros, è a un passo dalla conquista dello storico Grand Slam. Intanto si deve “accontentare” di aver firmato, grazie anche alla vittoria agli US Open del 2014, lo “Slam sporco”, ribattezzato oggi “Serena’s Slam”, ovvero di aver conquistato quattro major consecutivi ma a cavallo di due anni. Nella finale di oggi, sugli storici campi in erba dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club, la numero del mondo e del tabellone britannico ha sconfitto in due set la sorprendente Garbine Muguruza, 20 del mondo e del seeding.

La ventunenne spagnola, alla prima finale in carriera in una prova dello Slam, si è arresa in un’ora e ventiquattro minuti, col punteggio di 6-4 6-4. Per Serena quella odierna era la venticinquesima finale in un major (21 vittorie e 4 sconfitte) e l’ottavo atto conclusivo a Londra, dove ha trionfato anche nel 2002, nel 2003, nel 2009, nel 2010 e nel 2012, arrendendosi invece nel 2004 e nel 2008. Nelle interviste di rito a fine match la statunitense, felicissima, non si è voluta “sbilanciare” sul possibile traguardo che proverà a centrare davanti al suo pubblico. L’appuntamento con la storia è previsto per settembre, ai prossimi US Open.

“Era un po’ di tempo che non vincevo qui a Wimbledon: ci tenevo molto a riconquistare questo trofeo. Complimenti a Garbine Muguruza: ben presto sara’ lei a stringere questo piatto fra le braccia. Ringrazio il mio box, mia mamma, i miei amici e tutti i miei tifosi”, ha detto la Williams, subito dopo la premiazione odierna. “Non ci posso ancora credere di aver centrato il ‘Serena’s Slam’: e’ una gioia incredibile. E’ stata una vittoria sofferta. Non potevo mai immaginare di essere ancora qui, a trentatre anni, ad alzare questo ulteriore trofeo”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.