VENERDÌ 04 OTTOBRE 2019, 16:52, IN TERRIS

MONDIALI

Sudafrica a valanga, l'Italrugby dura un tempo: 49-3

Gli Springboks dilagano dopo il rosso a Lovotti a metà gara. I quarti restano una chimera

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Italia-Sudafrica 3-49. Lo sconforto azzurro dopo una meta degli Springboks
Italia-Sudafrica 3-49. Lo sconforto azzurro dopo una meta degli Springboks
S

erviva un'impresa per battere gli Springboks, e questo si sapeva fin dalla vittoria con il Canada. L'Italia però è costretta a prendere atto della differenza ancora abissale che la separa dal rugby d'elite, con il Sudafrica che non fa troppa fatica a staccare il pass per i quarti del Mondiale nipponico, travolgendo gli Azzurri per 49-3 sul manto verde dell'Ecopa Stadium di Shizuoka, beneficiando anche dell'espulsione a metà gara del pilone Lovotti che, di fatto, mette il punto alle speranze italiane di andare a riprendere un match che la prima frazione vedeva già sul 17-3 in favore dei sudafricani. Questo nonostante una prima parte di gara giocata discretamente dagli uomini di O'Shea, ordinati nel contenere gli attacchi di Kolbe e compagni ma praticamente mai in grado di costruire un'azione realmente pericolosa in zona avanzata, riuscendo a oltrepassare la linea di fondo solo con un calcio di Allan che vale l'unica segnatura azzurra.


Il match

Si chiude con il mesto risultato di sette mete a zero a favore dei Boks, che manco a dirlo sfruttano alla grande la situazione di superiorità numerica a partire dal minuto 42, dilagando nella ripresa in lungo e in largo sul terreno di gioco, con Kolbe sugli scudi (due mete) e un match estremamente fisico fin dalle fasi iniziali, tanto che O'Shea dovrà probabilmente lavorare sodo per riuscire a mettere insieme un quindici accettabile in vista dell'impegno finale contro gli All Blacks (in appena 15', sia Ferrari che Riccioni escono per problemi fisici). Nemmeno a pensarci che possa accadere qualcosa contro i neozelandesi, avversari fuori portata per una squadra che, contro il Sudafrica, riesce a reggere ritmi e contrasti per una quarantina di minuti, riuscendo persino a tenere basse le distanze (3-7) per venti minuti dal fischio di inizio. Poi la spinta sudafricana prende il sopravvento, Pollard ricaccia in gola il debole urlo per l'ovale spedito fra i pali da Allan e, sul finire di frazione, Mbonambi mette la ciliegina sul costante avanzamento delle retrovie Boks confezionando il 17-3.


La svolta

Il vero giro di boa è a inizio ripresa, quando uno spear tackle di Lovotti costa l'inferiorità numerica per gli Azzurri già in sofferenza e la furia di O'Shea, aprendo agli africani quegli spazi che consentono di ammazzare definitivamente la partita. E il passivo si fa sempre più duro man mano che il match avanza: Kolbe, Am, Mapimpi e Snyman fanno incetta di mete, che arrivano praticamente da ogni lato del campo, fissando un 7-0 pesantissimo per un'Italia che, coi XV in campo, magari non avrebbe evitato la sconfitta ma, forse, un passivo meno pesante sì. I quarti del Mondiale restano un miraggio per gli Azzurri, apparsi non ancora pronti per sbarcare definitivamente nel rugby dei grandissimi e in parziale ritardo anche nel fornire incoraggianti segnali di crescita. Il Sudafrica, comunque, era un banco di prova ai limiti del proibitivo, considerando che l'ambizione di essere i migliori loro ce l'hanno eccome. E questa vittoria è un avviso anche agli All Blacks, vincenti nella sfida del girone ma con distacchi quasi nulli, che i campioni in carica faranno bene a non sottovalutare.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Silvia Romano
IL CASO

Silvia Romano, gli sviluppi a un anno dal rapimento

Prime voci sulla giovane volontaria italiana che, secondo la Procura, sarebbe in mano a un gruppo di jihadisti somali
EDUCAZIONE

Scuola, riaprire il tavolo sul costo standard di sostenibilità

Il punto al convegno "Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia promosso da USMI E CISM
Palazzo Montecitorio
IL PUNTO

Politica

ad alta tensione

Il dossier ex Ilva, lo ius soli e gli emendamenti alla manovra. Il dibattito nella maggioranza, le critiche dell'opposizione
Il ponte crollato
FRANCIA

Crolla un ponte a nord di Tolosa: muore 15enne

Un camion e due auto sono precipitati nel fiume, nove i feriti
Area archeologica del Tempio di Apollo Aleo, a Crotone
CROTONE

Maxi retata contro i "tombaroli": 23 arresti e 80 indagati

Recuperati numerosi reperti archeologici per un valore di diversi milioni di euro
Forma di Parmigiano Reggiano
DAZI USA

Vendite in calo del 20% per il Made in Italy

Lo denuncia Coldiretti: "E' sempre più urgente l’attivazione di aiuti compensativi"
I soccorsi
CALIFORNIA | USA

Spara durante una festa in giardino: è strage

Almeno quattro morti e sei feriti a Fresno, sconosciuto movente e killer
Ambiente

L’ambiente

In un mondo come quello in cui viviamo è necessario che in ognuno di noi cresca l’attenzione sui problemi...
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige