DOMENICA 25 AGOSTO 2019, 02:02, IN TERRIS


SERIE A

Show e polemiche al Franchi, il Napoli fa il pieno

Gli azzurri replicano alla Juve e si impongono 4-3 sulla Fiorentina, furiosa per un penalty assegnato a Mertens

MASSIMO CICCOGNANI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
E

mozioni, spettacolo e gol. Il ricordo di Italia-Germania riaffiora nella mente degli spettatori al Franchi. Fiorentina e Napoli regalano una notte d'altri tempi, magari difese un po' troppo ballerine, ma sicuramente tanto spettacolo con continui botta e risposta. La vince il Napoli che conquista i primi tre punti della stagione, ma Fiorentina a testa altissima e con qualche giusta recriminazione per un rigore generoso concesso agli azzurri e per uno negato in pieno recupero. La sblocca Pulgar, nel finale doppio colpo Napoli: il pari di Mertens poi il rigore concesso da Massa permettono a Insigne di mettere la freccia. Nella ripresa nuovo pari di Milenkovic ma Callejon riporta avanti il Napoli con un diagonale pazzesco. Finita? Manco per idea: Boateng, appena entrato, rimette in piedi la Viola ma a stretto giro arriva il nuovo sorpasso Napoli ancora con Insigne.


Rigore dubbio

Una partita pazzesca. Fiorentina e Napoli giocano a ritmi alti, senza esclusione di colpi. Non bene l'approccio azzurro alla gara e Fiorentina più propositiva. Boateng e Ribery partono dalla panchina ed entreranno solo i corso d'opera. Montella si affida a Chiesa per scardinare la difesa azzurra. Napoli con il 4-2-3-1: Koulibaly e Mertens ministri della difesa, Ruiz in mezzo, davanti Mertens falso nueve con Insigne e Callejon ai lati. Ma il Napoli non decolla. Meglio la Fiorentina che generosamente ci prova e dopo la mezz'ora trova il vantaggio con un rigore fischiato da Massa dopo consulto Var. Le nuove regole puniscono il braccio largo di Zielinski e permettono a Pulgar di firmare i vantaggio. Mertens prova a scuotere i suoi e dopo aver saltato Badelj scarica alle spalle di un colpevole Dragowski. Giusto i tempo di festeggiare i pari che il Napoli mette la faccia avanti grazie ad una discutibile scelta di Massa per un contatto in area dubbio: dal dischetto la freddezza di Insigne che regala il vantaggio ad Ancelotti ad una anciata di minuti dall'intervallo.


Vantaggio decisivo

Ripresa e ancora Fiorentina e stavolta l'errore è tutto della retroguardia azzurra che si addormenta sull'angolo di Pulgar: Milenkovic salta più in alto di Koulibaly e beffa un Meret non impeccabile. Di nuovo parità, ma anche stavolta dura poco perché in controgioco si aprono praterie per i folletti napoletani con Callejon che da destra incrocia digiustezza sul palo più lontano. Napoli di nuovo avanti. Ma le emozioni non sono finite e al Franchi non ci si annoia. Boateng appena entrato firma il 3-3 su assit di Castrovilli ma a stretto giro arriva il definitivo vantaggio napoletano, ancora con Lorenzo Insigne pescato in controgioco da Mertens. Partita pazzesca al Franchi. La Fiorentina non molla, trascinata dalla sua gente ci prova fino alla fine e in pieno recupero rivendica un altro rigore, ma per Massa è tutto regolare. Finisce qui, col primo squillo del Napoli che si prende subito i tre punti e con la Fiorentina che esce a testa alta dalla sfida. Molto lavoro per Ancelotti, con una difesa ancora da registrare. Tre punti che permettono di tenere il passo della Juve, vittoriosa a Parma nel pomeriggio. E sabato allo Stadium, c'è già Juve-Napoli.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Gino Paoli
ARTISTA E POETA

Gino Paoli e un compleanno senza celebrazioni

L'autore di "Senza fine" e di "Sapore di sale" festeggia oggi 85 anni
Il cenno d'intesa fra Vettel e Leclerc all'arrivo del Gp di Singapore - Foto © Twitter
IL GP

Vettel-Leclerc: Singapore è rosso Ferrari

Straordinaria doppietta per il team di Maranello davanti a Verstappen ed Hamilton
La sacca dell'iniziativa
AMBIENTE

Legambiente: “Rifiuti e pregiudizi inquinano”

700 mila volontari a “Puliamo il mondo”: effetto Greta sull’eco-mobilitazione arrivata alla 27° edizione
L'epicentro del sisma
SISMA

Terremoto in provincia di Udine

Magnitudo 3.8 con epicentro a Tolmezzo, stamattina ha tremato il Centro Italia
Ospedali riuniti di Foggia
CERIGNOLA | FOGGIA

Picchiati da coetanei senza motivo: 2 ragazzi in ospedale

Un secondo agguato a Foggia nei confronti di altri due minorenni
Giuseppe Conte con Maurizio Landini
LECCE

Conte dalla Cgil: "Pugno duro
con chi evade"

Il premier chiude le Giornate del lavoro organizzate dalla sigla sindacale
Carcere di san Gimignano
SAN GIMIGNANO | SIENA

Sospesi quattro poliziotti penitenziari accusati di tortura

Altri quindici hanno ricevuto un avviso di garanzia
L'epicentro del sisma
CENTRO ITALIA

La terra trema nel maceratese

Il comune più vicino all'epicentro, ad 8 chilometri, è Castelsantangelo sul Nera
Gesù

L'avarizia del cuore

Non c’è solo un’avarizia economica, ma anche una del cuore. Nel Vangelo di questa domenica il...
Aggressione

Facciamo sentire il nostro sdegno

Continuano le aggressioni ai danni di persone di colore. Questa volta è accaduto ad Anzio con due giovani che...
Milan-Inter 0-2. Lukaku esulta dopo la rete del raddoppio
SERIE A

L'Inter si prende il derby: Brozo-Lukaku stendono il Milan

Due reti nella ripresa permettono a Conte di restare in vetta. I rossoneri durano solo un tempo
Papa Francesco in visita ad Albano Laziale
VISITA ALLA DIOCESI DI ALBANO LAZIALE

Papa: “No ai circoli chiusi”

Francesco esorta i credenti a “non avere paura di andare incontro a chi è più dimenticato”