Serie A: poker del Napoli alla Fiorentina, azzurri a -1 dalla Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:35

Nel secondo anticipo della 37ma giornata di Serie A, il Napoli batte la Fiorentina per 4 a 1, dominando la gara del San Paolo e portandosi, ancora una volta, a -1 dalla Roma, che nel pomeriggio vince 5 a 2 contro il Chievo. La qualificazione diretta alla Champions League si deciderà, per tanto, all’ultimo turno di campionato, quando il Napoli sfiderà la Sampdoria e la Roma il Genoa. In rete Mertens (doppietta), Insigne, Hamsik e Ilicic.

La partita

La squadra di Sarri chiude il primo tempo in vantaggio di due gol grazie a Koulibaly e a Insigne. Nella ripresa Mertens trova una splendida doppietta. Di Ilicic il gol della bandiera viola. Partita a senso unico dominata senza fatica dagli uomini di Sarri, che stabiliscono il suo nuovo primato di punti realizzati in un campionato di serie A a venti squadre. Con i tre di stasera, infatti, il Napoli è arrivato a 83 punti, uno in più del record precedente, che era stato stabilito lo scorso anno dalla quadra di Sarri. I quattro gol contro la Fiorentina ingrossano anche lo score della squadra azzurra che sorpassa nuovamente la Roma e torna ad essere il miglior attacco del campionato con 90 gol, arrivando a quota 111 gol stagionali.

Sarri: “Campionato straordinario”

“Abbiamo fatto un campionato strepitoso, di cui siamo orgogliosi. Non abbiamo fatto alcun tipo di errore: con 83 punti altri anni si vincevano i campionati, ma quest’anno ci sono squadre che hanno fatto medie punti mostruose”. Così il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, dopo la vittoria contro la Fiorentina. “L’abbraccio finale dei tifosi testimonia quanto si siano divertiti durante la stagione – aggiunge il tecnico – Siamo sempre in miglioramento e il sogno che abbiamo dobbiamo continuare a coltivarlo, ma il sogno è nostro: non deve essere la critica a imporcelo. Abbiamo fatto più punti dell’anno scorso, in una stagione pur difficile per via dell’infortunio di Milik e per via dell’impegno in Champions”. “Il prossimo anno – prosegue – abbiamo tutta l’intenzione di migliorare una stagione già straordinaria e se ci riusciremo sarà tanta roba. La sostituzione di Mertens? Non mi avevano aggiornato sui gol di Dzeko, ma al di là di questo non posso anteporre gli obiettivi personali a quelli della squadra”.

Sousa: “Napoli fortissimo”

“Il Napoli è una squadra fortissima, che gioca bene e che mantiene intensità molto alte: ha grandi qualità collettive e individuali. Noi abbiamo provato a creare, ma abbiamo anche subìto perché gli avversari giocano davvero bene. Una delle squadri più forti che ho incontrato nella mia carriera, in tutti i reparti”. Il riconoscimento arriva dal tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, dopo il ko del San Paolo. “Durante la settimana, mi son divertito molto a vedere le partite della squadra di Sarri – aggiunge Sousa – Se ho dei rimpianti per questa stagione? In questo momento sono concentrato sul chiudere bene queste partite: spero di continuare a lavorare nel calcio e fare l’allenatore, ma il mio futuro è cercare di vincere l’ultima partita. Bernardeschi? È cresciuto molto, specialmente sulla fascia e questa crescita mi rende felice”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.