SERIE A, L’INTER VINCE IL DERBY DI MILANO E VOLA IN VETTA ALLA CLASSIFICA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:30

L’Inter ha battuto il Milan, nel derby conclusivo della III giornata di campionato, per 1-0 grazie ad un gol di Guarin. Davanti ad San Siro tutto esaurito, con 77.500 spettatori sugli spalti e l’incasso record di oltre 3,5 milioni di euro, Mancini, senza Miranda, si è affidato a Medel, per la prima volta centrale difensivo insieme a Murillo. Ranocchia rimane in panchina. A centrocampo è la volta di Felipe Melo e Ivan Perisic; con loro anche Kondogbia. In attacco Icardi, con la fascia di capitano, nel tridente con Jovetic e Perisic. Mihajlovic ha schierato Honda trequartista dietro la coppia Luiz Adriano-Bacca. A centrocampo torna Montolivo dopo sette mesi di assenza, al suo fianco Kucka e Bonaventura. In difesa Abate, Zapata, Romagnoli e De Sciglio. Mario Balotelli ha cominciato il suo derby dalla panchina.

Roberto Mancini e l’attaccante Mario Balotelli si sono salutati nel tunnel degli spogliatoi prima del fischio d’inizio del derby. La Curva Nord ha fischiato senza interruzione l’attaccante rossonero durante la fase di riscaldamento nel prepartita. Il tecnico interista ha poi scambiato un saluto, sorrisi e qualche rapida battuta nel tunnel con il collega rossonero Sinisa Mihajlovic. I due, amici da oltre vent’anni, si ritrovano avversari per una sera nel derby.  Pioggia di fischi per  Milan Mihajlovic Balotelli da parte dei tifosi dell’Inter durante la lettura delle formazioni dello speaker.

In tribuna, assenti i presidenti Erick Thohir e Silvio Berlusconi, spiccano l’ex patron dell’Inter Massimo Moratti insieme a Barbara Berlusconi e Adriano Galliani. Fra i volti noti in tribuna presente anche il presidente della Figc Tavecchio, il team manager della Nazionale Gabriele Oriali e l’allenatore del Torino Giampiero Ventura, la famiglia Facchetti, il trio comico Aldo Giovanni e Giacomo, oltre a diversi protagonisti delle sfide del passato fra nerazzurri e rossoneri, da Djorkaef a Shevchenko passando per Recoba.

Il primo tempo si conclude con uno 0-0: l’inizio è avvincente, poi i ritmi si abbassano. Occasioni sprecate per Luiz Adriano, Jovetic e Icardi. Al 13′ del secondo tempo, Guarin trova lo spazio per inserirsi in area, si smarca sul sinistro e con un gran bel tiro infila la palla nell’angolino, portando in vantaggio i nerazzurri. Mihajlovic tenta di corre ai ripari mandando in campo Balotelli al posto di Bacca. Supermario è accolto dai fischi dei tifosi interisti. Dopo l’infortunio di Juan Jesus, Mancini fa entrare in campo Telles, mentre al 72′ manda in campo Palacio per Jovetic. Dopo pochi minuti Balotelli tenta il gol del pareggio, ma trova il palo. Il Milan avanza, Handanovic salva la situazione fermando il calcio di punizione tirato da Balotelli. Ranocchia per Perisic all’85’ è l’ultima scelta di Mancini, che riesce a incassare la vittoria. L’Inter ora è in vetta alla classifica a punteggio pieno.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.