LUNEDÌ 06 MAGGIO 2019, 21:56, IN TERRIS


CALCIOPOLI

Scudetto 2006, inammissibile il ricorso della Juventus

La decisione è arrivata dal Collegio di Garanzia: respinta la richiesta juventina contro Inter, Coni e Figc

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
I festeggiamenti juventini per lo scudetto 2005-2006, poi revocato
I festeggiamenti juventini per lo scudetto 2005-2006, poi revocato
N

on ci sarà alcuna revisione della decisione di assegnare all'Inter lo scudetto del 2006, quello revocato ai vincitori sul campo della Juventus per la vicenda Calciopoli. Il Collegio di Garanzia dello Sport, infatti, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla squadra torinese contro la società nerazzurra, la Figc e il Coni. Non solo: il Collegio ha anche estromesso il Coni dal giudizio, condannando infine la società bianconera al pagamento delle spese in favore del Coni (pari a 1.500 euro oltre accessori di legge). Si chiude così, probabilmente in modo definitivo, la querelle legata alal revoca del titolo di campione d'Italia della stagione 2005-2006, quella che segnò l'inizio della caldissima estate pre-Mondiale che portò alla condanna alla retrocessione della Juventus a seguito dello scandalo che investì il mondo del calcio italiano, poi in parte riscattato dalla conquista della Coppa del Mondo in Germania. Una vicenda giudiziaria che non coinvolse solo la Juventus ma portò alla penalizzazione anche di altre squadre e, di fatto, segnò l'inizio del quinquennio d'oro dell'Inter di Mancini prima, di Mourinho poi.


Dal 2011 in poi

Confermata, quindi, la decisione del Tnas alla quale la Juventus si era opposto in virtù di "ragionevolezza" ed "etica", appellandosi all'eventualità che, già allora, si fosse a conoscenza di intercettazioni riguardanti l'Inter che, però, vennero considerate ininfluenti dai pm di Napoli, seppur duramente relazionate dal procuratore federale Stefano Palazzi. L'istruttoria fu consegnata nel luglio 2011 e, da allora, la decisione rimase in sospeso: all'epoca, arrivò quella di non revocare lo scudetto ai nerazzurri da parte del Consiglio federale presieduto da Giancarlo Abete e, in seguito, dal Tnas che si dichiarò non competente.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...