MARTEDÌ 03 APRILE 2018, 22:48, IN TERRIS


CHAMPIONS LEAGUE

Ronaldo extraterrestre, Juve spazzata via

Il Real ne fa 3 allo Stadium e mette un piede in mezzo in semifinale: doppietta di CR7 e gol di Marcelo

MASSIMO CICCOGNANI
Juventus-Real Madrdi, la prodezza di Cristiano Ronaldo che vale il momentaneo 2-0 - Photo © Facebook
Juventus-Real Madrdi, la prodezza di Cristiano Ronaldo che vale il momentaneo 2-0 - Photo © Facebook
F

inisce come a Cardiff, con il trionfo Real e probabilmente i sogni bianconeri che svaniscono in una notte che la Juve sognava magica, di rivincita. Che non c'è stata. E' arrivata invece la conferma che il Real a queste latitudini timbra sempre il cartellino e che il suo gioiello Cristiano Ronaldo merita un altro Pallone d'oro. Due gol, il primo di cattiveria, in anticipo, il secondo in acrobazia che merita gli applausi dello sportivissimo pubblico dello Stadium. La chiude Marcelo per un 3-0 che è quasi una sentenza perché tra una settimana a Madrid potrebbe non bastare neppure un miracolo.


Doccia fredda

Juve senza Pjanic e Benatia, con Allegri che alla fine sceglie Bentancur preferendolo a Marchisio. Mandzukic è recuperato ma si accomoda in panca. Nel tridente dietro Higuain invece Alex Sandro, Douglas Costa e Dybala. Confermato invece il 4-3-1-2 del Real che presenta gli stessi uomini di Cardiff, con Bale in panchina, Isco a galleggiare tra le linee dietro Cristiano Ronaldo e Benzema. Atmosfera incantata allo Stadium. Si parte e subito Real che prova a fare la partita: fraseggio e giro palla prolungato con la Juve che attende. Tre minuti e la partita si sblocca: gran giocata di Marcelo che pesca Isco defiltato sulla sinistra, il centro è una rasoiata a filo d'erba sulla quale, con guizzo felino, si avventa Cristiano Ronaldo che beffa la retroguardia bianconera e fa secco Buffon: 1-0 Real. Inizio da incubo per i campioni d'Italia che non riescono a reagire al possesso palla blancos. Ci prova Dybala a scuotere i bianconeri ma il Real è messo bene in mezzo e concede nulla. Anzi Varane, con la colpevolezza della retroguardia bianconera, stacca imperiosamente in area ma spedisce altissimo. Pericolo. Asamoah salva tutto su una percussione di Cristiano che libera Benzema al limite. Il Real tiene palla, fraseggio lento, ritmo basso voluto con la Juve che fatica. Ci provano i bianconeri su calcio da fermo: Dybala la mette in mezzo, Higuain la tocca, Navas c'è. La Juve fatica in mezzo, Khedira capisce il disagio e prova a prendere per mano i suoi, ma la Juve rischia ancora su una percussione di Carvajal che viene affrontato e toccato in area al volto. Çakir lascia correre. La partita si apre, De Sciglio prova a sfruttare la profondità e la mette in mezzo, con Dybala che arriva con un attimo di ritardo. Kroos centra la traversa dal limite poi occasionissima Juve: Higuain la mette in mezzo e a porta vuota salva tutto Varane. Dybala va giù in area allo scadere e prende il giallo per simulazione e poco prima proteste juventine per un tocco in area di mano di Casemiro. Si chiude qui un primo tempo con il Real avanti grazie al gran gol di Cristiano Ronaldo. Adesso ai bianconeri serve un'impresa.


Lo Stadium applaude Ronaldo

Ma la ripresa si apre ancora nel segno del Madrid con Ronaldo che incrocia a pochi centimetri dal palo. Ramos prende un giallo per un fallo su Dybala e salterà il ritorno al Bernabeu. Zidane cambia: fuori Benzema, dentro Lucas Vazquez. La Juve prova ad attaccare, ma in controgioco è ancora Real. Pasticcio Buffon-Chiellini che non si intendono favorendo Vazquez che calcia di prima intenzione con il portiere bianconero che stavolta ci mette i pugni. Ma non è finita perché sul cross dalla destra, Cristiano in rovesciata fa una cosa pazzesca e la mette all'angolino. E stavolta tutto lo Stadium si alza in piedi ed applaude il fuoriclasse portoghese. Allegri prova a scuotere la Juve, ma piove sul bagnato perchè Dybala entra scoordinato su Carvajal, già ammonito, prende il rosso e Juve in dieci. Allegri adesso cambia: fuori Asamoah dentro Mandzukic mentre Matuidi prende il posto di Douglas Costa con la Juve disposta col 4-3-2. Venti alla fine, serve un miracolo: lo Stadium capisce il disagio dei suoi e prova a spingere la Juve ma arriva il terzo gol. Uno-due stupendo Cristiano-Marcelo col brasiliano che dribbla anche Buffon e la mette dentro a porta spalancata: 3-0 Real, risultato pesantissimo. Esce Khedira per Cuadrado, mentre Asensio rileva Isco. Non c'è più partita perché il Real controlla e prova ancora a fare male mentre la Juve va avanti con la forza della disperazione mentre i minuti passano inclementi con Ronaldo che proprio allo scadere, a porta vuota, si divora il gol più facile come Cuadrado in pieno recupero fallisce l'1-3 che avrebbe alimentato qualche speranza in più. Finisce così con il trionfo madridista e Allegri impassibile, in giacca, sotto il diluvio di Torino ma col pubblico di fede bianconera che giudiziosamente applaude la Juve che ce l'ha messa tutta, ci ha provato... Ma applaude anche il Madrid che ha stravinto la sfida meritatamente. Tra meno di una settimana si replica al Bernabeu ma la sentenza è stata emessa stasera. Ribaltarla sarà da extraterrestri. O forse no, perché l'unico extrarrestre acclarato veste la maglia bianca, indossa la camiseta numero sette, il suo nome è Cristiano Ronaldo. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
CHAMPIONS LEAGUE

Roma, errori e sfortuna: il Barça ne fa 4

Autoreti di De Rossi e Manolas, gol di Piqué e harakiri di Gonalons che regala il poker a Suarez. Inutile il gol di Dzeko

La delusione di Perotti in Barcellona vs Roma - Photo © Twitter
Nel doppio Spagna-Italia la spuntano nettamente gli iberici. Dopo il 3-0 del Real a Torino contro la Juve, stasera è arrivato il replay con il...
NEWS
La sede della Corte suprema polacca
GIUSTIZIA

Polonia deferita davanti alla Corte Ue

Secondo la Commissione la riforma della Corte suprema viola l'indipendenza dei giudici
Il viadotto Marco Polo, in via di Varlungo a Firenze, teatro dell'aggressione
FIRENZE

Aggredita e violentata una studentessa

La violenza è avvenuta poco dopo mezzanotte in via di Varlungo
TERREMOTO

Crollo del campanile di Accumoli, al via il processo

La torre campanaria piombò sul tetto dell'edificio adiacente uccidendo la famiglia Tuccio
Brexit
BREXIT

May al bivio, c'è lo spettro del voto bis

Ore calde per la premier dopo il flop di Salisburgo, Corbyn non chiude al nuovo referendum ma spinge per le elezioni anticipate
VACCINI

Nas scoprono false certificazioni: sette denunce

Il reato ipotizzato nei loro confronti è di falso ideologico
UGANDA

Le missioni aiutano mamme e neonati in ospedale

Al “St Luke Health Centre" acquistati un'ambulanza, incubatrici e macchinari per le ecografie
BOLOGNA

Frode fiscale internazionale: 16 indagati

Sequestrati beni mobili e immobili per quasi 25 milioni di euro
I soccorsi davanti l'archivio di Stato ad Arezzo il giorno della tragedia
TRAGEDIA NELL'ARCHIVIO DI STATO

Dipendenti morti ad Arezzo: 5 indagati

Disposta l'autopsia sui corpi dei due dipendenti deceduti a causa dell'intossicazione da argon
TUNISIA

Alluvioni a Cap Bon: almeno 6 morti

Le piogge torrenziali in Tunisia sono state provocate dal ciclone che si è formato nel Mar Tirreno e che nei giorni scorsi...
Arresti nella cosca Alvaro
REGGIO CALABRIA

‘Ndrangheta: smantellata la cosca Alvaro

Tra i 18 fermi anche il sondaco di Delianuova Francesco Rossi
Aleksei Navalny
RUSSIA

E' durata poco la libertà di Navalny

Oppositore scarcerato e poi arrestato. Ha partecipato a proteste non autorizzate
Il Papa durante l'incontro con le autorità lettoni - Foto © Vatican Media
VIAGGIO NEI PAESI BALTICI

Il Papa a Riga: "La libertà è costruita sulle radici"

Il Santo Padre incontra le autorità lettoni: "La maternità della Lettonia focalizza strategie per le...