DOMENICA 20 NOVEMBRE 2016, 001:51, IN TERRIS

Ronaldo asfalta l'Atletico: tripletta e primo posto in classifica per il Real Madrid

Messi e Suarez non giocano, Barcellona a secco col Malaga. Siviglia vince in rimonta

REDAZIONE
Ronaldo asfalta l'Atletico: tripletta e primo posto in classifica per il Real Madrid
Ronaldo asfalta l'Atletico: tripletta e primo posto in classifica per il Real Madrid
E' un meraviglioso Cristiano Ronaldo, sempre più a un passo dal quarto Pallone d'Oro in carriera, a trascinare il Real al successo nel derby di Madrid, l'ultimo disputato sul terreno dello stadio Vicente Calderon, contro l'Atletico. Finisce 3-0 per i blancos, grazie a una tripletta del portoghese, che ha colpito per la prima volta al 23' del primo tempo, dopo essersi visto negare il gol da uno straordinario intervento del portiere sloveno Oblak, poco al di qua della linea di porta. Nella ripresa, il team di Zidane, al 29/o risultato utile consecutivo in una partita ufficiale, dilagano sempre con "CR7", che raddoppia su rigore al 26', quindi triplica al 32'. Con il successo di stasera, i campioni d'Europa in carica si sono portati a +4 sul Barcellona, fermato oggi nel Camp Nou contro dal Malaga sullo 0-0, e a +6 sul Siviglia, vittorioso a La Coruna, in Galizia. L'Atletico è adesso a -9.

Sorpresa al Camp Nou, dove il Barcellona fallisce il possibile sorpasso al Real Madrid in vetta alla classifica della Liga facendosi bloccare sullo 0-0 dal Malaga, che ha chiuso in nove uomini. L'esperto allenatore Juande Ramos ha issato un muro a protezione della porta difesa dal camerunense Kameni, protagonista assoluto con alcuni interventi decisivi. Privi di Leo Messi - vittima di un attacco virale nella notte, con vomito e altri disturbi - e Luis Suarez ma con Neymar e il recuperato Piquè in campo, i blaugrana non sono andati oltre lo 0-0, portandosi così a -1 dal Real Madrid capolista che stasera se la dovrà vedere contro i cugini dell'Atletico.

Vittoria in rimonta e nel finale per il Siviglia, avversario martedì prossimo della Juventus in Champions League. In un incontro valido per la dodicesima giornata del campionato spagnolo gli andalusi si sono imposti 3-2 sul campo del Deportivo La Coruna. Padroni di casa in vantaggio di due reti grazie a Babel (1' pt) e Andone (42'pt). Prima dell'intervallo (44'pt) N'Zonzi accorcia le distanze per il Siviglia. Il sorpasso degli ospiti si concretizza nel finale grazie a Vitolo (42' st) e Mercado (47'st).
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"