SABATO 12 NOVEMBRE 2016, 000:40, IN TERRIS

Qualificazione mondiali: Ventura si affida al 4-2-4, Verratti e De Rossi in regia

Azzurri in campo contro il Liechtenstein. Il Ct cambia modulo. Esordio in nazionale per Zappacosta

REDAZIONE
Qualificazione mondiali: Ventura si affida al 4-2-4, Verratti e De Rossi in regia
Qualificazione mondiali: Ventura si affida al 4-2-4, Verratti e De Rossi in regia
Tutto pronto per la sfida tra Liechtenstein e Italia, valida per le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018.Quello del Rehinpark Stadion di Vaduz sarà il primo incontro ufficiale tra le due selezioni.

Una sfida accessibile ma da non sottovalutare, come sottolineato dallo stesso Ct azzurro, Giampiero Ventura, durante la conferenza stampa del 7 novembre scorso: "È una partita di qualificazione che se la vinci è normale, ma la devi vincere: nessuno nel calcio vince prima di giocare. Con la Spagna hanno perso 8-0 ma fino al 65' erano sotto solo 1-0 e non c'erano state tante palle gol".

Pochi dubbi sull'Italia che dovrebbe scendere in campo: Ventura sembra orientato alla scelta del 4-2-4, con Verratti e De Rossi in cabina di regia. Esterni alti dovrebbero essere Bonaventura a sinistra e Candreva (o il giovane Bernardeschi) a destra, mentre, in avanti, fiducia confermata all'ex coppia gol del Torino formata da Belotti e Immobile (17 gol stagionali in due, 21 se si comprendono le sfide di qualificazione mondiale). In difesa, sull'out di destra, probabile l'esordio in azzurro per un altro giocatore del Toro, Davide Zappacosta. Al centro, davanti al portiere Buffon, con Barzagli e Chiellini fuori causa per infortunio, spazio allo juventino Bonucci e al milanista Romagnoli, alla terza apparizione consecutiva da titolare. Sulla corsia di sinistra sarà confermato De Sciglio.

Grande attesa, a Vaduz, per la performance della selezione locale (che occupa la 183esima posizione del Ranking mondiale Fifa), in questo primo storico confronto con la nazionale italiana. Probabile modulo 4-1-4-1 per il commissario tecnico Rene Pauritsch,  reduce da un pesantissimo 8-0 incassato dalla Spagna. In campo anche una conoscenza del calcio italiano: si tratta di Marcel Buchel, centrocampista dell'Empoli cresciuto nel settore giovanile della Juventus.

La nazionale ha effettuato l'ultimo allenamento a Coverciano prima di imbarcarsi per il Liechtenstein all'aeroporto di Firenze. La sfida sarà disputata in uno stadio nel quale si prevede il tutto esaurito: un motivo in più per non sottovalutare questo impegno.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"