Paura per il calciatore Emiliano Sala

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:53

Grande preoccupazione nel mondo dello sport per Emiliano Sala, il calciatore 29enne argentino di origini italiane disperso da ieri sera nei cieli della Manica. Era su un aereo improvvisamente scomparso dai radar. Il velivolo era decollato dall'aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff ed è scomparso dai radar mentre sorvolava il Canale della Manica nei pressi del faro di Casquets, intorno alle 21:30, come riferisce la polizia di Guernesey. A bordo del Piper Malibu oltre all'attaccante c'erano altre due persone, tra cui il pilota.

La carriera

Emiliano Sala (Progreso, 31 ottobre 1990) è un calciatore argentino di origini italiane, nuovo attaccante del Cardiff City. Cresciuto nel settore giovanile del Proyecto Crecer, club argentino partner del Bordeaux, nel 2010 approda in Francia ai girondini. Gioca la prima parte della stagione 2014-2015 al Bordeaux. Fa il suo esordio con i girondini il 9 agosto 2014 nella vittoriosa trasferta a Montpellier. La settimana successiva realizza il suo primo gol in Ligue 1 nel 4-1 rifilato al Monaco. 

Il 20 luglio 2015 viene acquistato a titolo definitivo dal Nantes con cui firma un contratto di cinque anni siglando 31 presenze e 6 gol il primo anno, 12 gol in 34 partite nel secondo e nel terzo anno. Nella stagione 2018-2019 Sala realizza la sua prima tripletta con la maglia del Nantes nel 4-0 contro il Tolosa. Allenato da Ranieri, ha segnato 12 gol in 19 partite nel campionato francese in questa stagione, prestazioni che avevano convinto la squadra del Cardiff City a convocarlo in Premier League pagando il suo cartellino 17 milioni di euro, cifra record per il team gallese. Ieri sera, la scomparsa. Le condizioni meteo complicano il lavoro dei soccorritori che lo stanno cercando in una zona molto vasta.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.