LUNEDÌ 10 OTTOBRE 2016, 10:15, IN TERRIS

Passo indietro per gli azzurri, Immobile e Belotti ci salvano dalla Macedonia

L'Italia passa in vantaggio con il granata ma si fa rimontare e va sotto. Poi ci pensa il laziale al risolvere

REDAZIONE
Passo indietro per gli azzurri, Immobile e Belotti ci salvano dalla Macedonia
Passo indietro per gli azzurri, Immobile e Belotti ci salvano dalla Macedonia
Deciso passo indietro degli azzurri guidati da Gianpiero Ventura, costretti a rimontare la Macedonia dopo essere passati in vantaggio. Le uniche note positive provengono da Ciro Immobile (doppietta) e Andrea Belotti (un gol). Italia, se non da bocciare, da rimandare nonostante la reazione e la vittoria.

Si comincia con Ventura che rivoluzione la squadra schierata contro la Spagna: ben sei le novità. Tutto confermato in difesa dove Romagnoli viene confermato al posto dell'infortunato Chiellini, mentre a centrocampo solo De Sciglio conserva il posto sull'out di sinistra. A destra c'è Candreva e non Florenzi, in regia Verratti e non De Rossi, gli interni sono Bonaventura e, un po' a sorpresa, Bernardeschi. In attacco, cacciato dal ritiro il ribelle Pellè, Belotti e Immobile. Dall'altra parte Angelovski dispone la Macedonia a specchio con un attacco tutto "italiano": il palermitano Nestorovski e il genoano Pandev. E sono proprio loro, dopo appena due minuti, a chiamare subito in causa Buffon costretto a intervenire in uscita bassa sull'ex Inter. Centrocampo senza incontristi per gli azzurri che provano a sfondare con gli esterni, ma che dopo un gol giustamente annullato per offside a Candreva, vengono salvati dalla buona sorte al 18°.

Sulla pregevole giocata di Nestorovski stop e destro da fuori area di prima intenzione, Buffon è scavalcato, ma la traversa dice no all'attaccante rosanero. E' l'episodio che sveglia l'Italia che in 5 minuti crea tre occasioni e alla terza passa: prima Belotti e poi Immobile impegnano Bogatinov, quindi il "Gallo" lo infila al 24° deviando in rete di destro l'angolo battuto da Bernardeschi. Il vantaggio azzurro non demoralizza i macedoni che continuano a giocarsela e a mettere in difficoltà un'Italia che soffre gli inserimenti di Alioski e le giocate di Pandev e Nestorovski, quest'ultimo ancora pericoloso al 41°, ma il suo colpo di testa è centrale e Buffon para. Nel finale una chamce anche per l'Italia, ma la palla di Candreva per Bonaventura è appena alta e il centrocampista rossonero da pochi metri non trova la porta. Finisce qui un primo tempo con tante ombre e il lampo di Belotti per un'Italia che va negli spogliatoi sullo 0-1 e tante cose da registrare.

Nella ripresa va anche peggio. Dopo un'iniziativa di Immobile fermato da Bogatinov, i macedoni pareggiano. Clamoroso l'errore di Verratti che serve un delizioso assist a Nestorovski, l'attaccante del Palermo non si fa pregare punta l'area e dal limiti, di destro, batte Buffon per l'1-1. Ventura si infuria, ma va anche peggio due minuti dopo perchè su un altro errore in fase di manovra, parte il contropiede dei padroni di casa che vanno a bersaglio con il destro di Hasani. Incredibile a Skopje. Ventura mette dentro Parolo e Sansone, ci provano Immobile e Candreva senza successo, poi Buffon salva su Mojsov e Alioski. Le parate del capitano (per la verità non perfetto in una precedente occasione) tengono in vita gli azzurri che, al 30°, trovano il pareggio con Immobile su assist di Candreva. La partita cambia, l'Italia la deve e la vuole vincere, Candreva e Parolo impegnano Bogatinov, entra Eder per Belotti. La Macedonia sbanda e, all'89°, Parolo sigla il 3-2 su assist di Verratti, ma il guardalinee vede un fuorigioco che non c'è e l'arbitro annulla. Insiste la nazionale di Ventura e al 91° arriva il gol regolare: assist di Candreva e colpo di testa di Immobile. Ciro-gol salva l'Italia, ma le cose da rivedere sono tante, tantissime.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
EUROPA LEAGUE

Atalanta e Milan, cinquine per i sedicesimi

Orobici e milanesi, con un 5-1, passano il turno con una giornata di aniticipo. Pari della Lazio
Robinho
VIOLENZA SESSUALE

Robinho condannato a nove anni

L'attaccante dell'Atletico Mineiro, ex Milan, avrebbe praticato una violenza di gruppo nel 2013
Una foto d'archivio di Pietro Orlandi con il manifesto che ricorda la sorella Emanuela
GIALLO IRRISOLTO

Caso Orlandi, presentata denuncia in Vaticano

L'avvocato Sgrò: "Emersi nuovi dati, speriamo che la Gendarmeria indaghi"
Il premier Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan
ETÀ PENSIONABILE

Nel 2019, stop all'aumento a 67 anni per 14.600

Presentato l'emendamento del Governo: aumentano a 15 i lavori gravosi
Il Sostituto della Segreteria di Stato mons. Angelo Becciu
MALESIA

Inaugurata la Nunziatura "green"

Il sostituto mons. Becciu ricorda la libertà religiosa sancita dalla Costituzione
TRAGEDIA DEL RIGOPIANO

Altre 23 informazioni di garanzia per il disastro

A spedirle la Procura di Pescara: la valanga aveva provocato 29 vittime
Papa Francesco riceve in udienze le famiglie francescane in Vaticano
VATICANO

La peggiore delle mondanità secondo Bergoglio

Il Pontefice riceve in udienza il Primo e Terz’Ordine regolare francescano
Monsignor Lorenzo Leuzzi
VESCOVI

Monsignor Leuzzi trasferito a Teramo

Nominati ausiliari a Roma don Paolo Ricciardi e padre Daniele Libanori