GIOVEDÌ 14 MARZO 2019, 16:22, IN TERRIS


SCI

Paris immenso: SuperG e Coppa del mondo

L'altoatesino vince anche a Soldeu e centra il trofeo di categoria che all'Italia mancava dal '95

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Dominik Paris
Dominik Paris
T

utto bello sulle nevi di Soldeu, sui Pirenei di Andorra. Dominik Paris chiude come aveva iniziato, si prende il SuperG finale e anche la coppa del mondo di categoria, coronando una stagione da incorniciare, nella quale è stato semplicemente il più forte di tutti. Peccato per aver mancato l'accoppiata con la discesa libera ma niente che vada a intaccare la gioia del momento, al termine di una gara condotta come sempre: capitalizzando al massimo sui suoi punti di forza e regalandosi uno dei successi più importanti degli ultimi anni per lo sci italiano. Bello il momento della premiazione, con Dominik apparso sorridente ed entusiasta, forte di una prestazione maiuscola e del 16esimo successo in Coppa del mondo messo in bacheca. Meglio di lui hanno fatto solo Alberto Tomba (50) e Gustavo Thoeni (24).


SuperG da incorniciare

Pare trascorsa una vita, e in un certo senso è così, dall'ultimo trionfo in SuperG targato Italia: era la stagione 1994-95, lo sci azzurro viaggiava a ritmi vertiginosi e Peter Runggaldier vinceva la coppa di categoria in un'annata che vide Alberto Tomba mettere le mani su tre delle 5 categorie. Segno evidente che, in quegli anni, l'Italia in pista diceva la sua ben più di oggi anche se, va detto, gli exploit di Paris (ma anche di Sofia Goggia e le buone prestazioni di altri sciatori come Christof Innerhofer) hanno ridato nuovo lustro allo sci alpino azzurro. Lui, Dom, al termine dell'ennesima gara senza rivali mette la giusta corona, firmando un successo tanto bello quanto difficile. E per questo ancora più meritato: "Da anni provo a essere così costante - ha detto a Rai Sport - e non c'ero mai riuscito come questa stagione. Mia moglie e mio figlio sono la mia ispirazione e sono qui per festeggiare insieme a me. Non credo di essermi mai spinto verso il limite così tanto come oggi. Questa stagione è stata divertentissima, a partire da Bormio. Sciare ed essere allegri è la cosa che mi piace di più: è un'emozione enorme. Ringrazio tutti i tifosi e gli appassionati, oggi si fa festa".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sassuolo-Roma 0-0. Under inseguito da Rogerio
SERIE A

Sassuolo-Roma a reti bianche: vince la contestazione

Tifosi giallorossi contro la società dopo il caso De Rossi. In coda pari Cagliari-Genoa, vince l'Udinese
Passeggeri su un convoglio Trenord
MILANO

Maxi rissa in treno: 4 feriti

Tre gambiani e un senegalese sono finiti in ospedale
I soccorsi

Torino: anziano aggredisce donna incinta

L'uomo si è scagliato anche contro i carabinieri che lo stavano arrestando
Il camper della famiglia dopo il rogo
CONFESSIONE CHOC

Cagliari, la madre di Esperanza: "L'ho soffocata io"

Della bimba di 20 mesi si erano perse le tracce il 23 dicembre scorso
La Luna
SPAZIO

La Nasa presenta Artemis

La sorella gemella di Apollo si prepara per riportare gli astronauti sulla Luna
LAVORO

L'impegno di Assisi per contrastare la disoccupazione

Ecco i percorsi messi in campo dalla diocesi