LUNEDÌ 27 GIUGNO 2016, 002:45, IN TERRIS

OTTAVI EURO 2016, CONTE: "SPAGNA TI POSSIAMO FARE MALE. NON VOGLIO TORNARE A CASA"

Buffon: "Solo noi li facciamo soffrire". Le probabili formazioni degli azzurri in campo al Saint Denis

REDAZIONE
OTTAVI EURO 2016, CONTE:
OTTAVI EURO 2016, CONTE: "SPAGNA TI POSSIAMO FARE MALE. NON VOGLIO TORNARE A CASA"
"Se vogliamo vincere con la Spagna e compiere una vera e propria impresa dobbiamo andare al di là del prevedibile e pensabile, fare cose straordinarie". Antonio Conte, a ridosso della partita con la Spagna, match valido per la qualificazione ai quarti di finale di Euro 2016, trasmette a tutti la sua convinzione: "I miei giocatori sono capaci di fare questo, e anche altro". Il ct manda messaggi (diretti e subliminali) con un'inconsueta aria da guru. "La gara la dobbiamo vincere tutti insieme nella fase offensiva - spiega -, è quando abbiamo palla che dobbiamo fare male alla Spagna. Stiano attenti, gli iberici: in fase possesso possiamo devastare chiunque. Sento parlare di Morata, Nolito, del loro attacco: ma pensiamo anche alla nostra fase offensiva. Abbiamo un'organizzazione difensiva, ma anche offensiva. La Spagna stia attenta a noi. Anche perché - scandisce - io non voglio tornare a casa. E lo stesso vale per tutti gli azzurri: l'Italia qui non è vittima sacrificale. E' una sfida impari, ma il bello della vita è lavorare per sovvertire questo tipo di pronostici" .

Gli azzurri non battono gli attuali campioni d'Europa dal 1994, facendo a meno di quello che probabilmente era il giocatore meno sostituibile di questa nazionale: Antonio Candreva, uno che ha spunto in velocità ma anche fosforo, dribbling e tiro. Perfetto con le sue ripartenze per mandare in difficoltà avversari piuttosto statici in difesa. Tuttavia, fermo restando il 3-5-2 classico degli azzurri di Conte, l'infortunio muscolare che ha messo k.o. il laziale dovrebbe indurre il ct a schierare nella formazione, ormai collaudata, Florenzi a destra, sostituito a sua volta a sinistra da uno tra De Sciglio (favorito) e Darmian. Inserire El Shaarawy o Insigne, se è una decisione che probabilmente è rinviata a situazioni contingenti a gara in corso. Il sogno azzurro di superare gli iberici si alimenta di obiettive considerazioni di qualità dell'avversario: che è certo, come dice Conte, la squadra favorita per la gara di domani. Ma da molti viene considerata a fine ciclo, con un Tiki-Taka meno stordente (complice il pensionamento di Xavi) e paradossalmente limitato nel passaggio dal falso nueve a un centravanti verissimo (tre gol finora) come Morata.

L'Italia, dal canto suo, ha sicuramente centimetri e corsa: la squadra di Conte, statistiche Uefa alla mano, è sicuramente più fisica, tonica, persino "tosta", della Spagna. "E' la finale di quattro anni fa - riprende Conte - e per una delle due squadre non ci sarà un domani all'europeo. Non dovremo avere recriminazioni, dovremo avere dato tutto: se poi l'avversario si dimostra più forte saremo i primi ad applaudire. Ma - ammonisce - ricordatevi che noi non giochiamo in orizzontale, colpiamo in verticale. E (lo dice l'Uefa) corriamo tanto. Non è facile starci dietro, non credo proprio che deluderemo milioni di italiani". Queste le probabili formazioni di Italia-Spagna, ottavo di finale di Euro 2016 in programma allo Stade de France:

Italia (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 8 Florenzi, 18 Parolo, 16 De Rossi, 23 Giaccherini, 2 De Sciglio, 9 Pelle', 17 Eder (12 Sirigu, 13 Marchetti, 5 Ogbonna, 4 Darmian, 10 Thiago Motta, 14 Sturaro, 6 Candreva, 21 Bernardeschi, 20 Insigne, 22 El Shaarawy, 7 Zaza, 11 Immobile) All.: Conte

Spagna (4-3-3): 13 De Gea, 16 Juanfran, 15 S. Ramos, 3 Piquè, 18 Jordi Alba, 10 Fabregas, 5 Busquets, 6 Iniesta, 21 David Silva, 7 Morata, 22 Nolito. (1 Casillas, 23 Rico, 2 Azpilicueta, 4 Bartra, 12 Bellerin, 17 San Josè, 8 Koke, 9 Lucas Vazquez, 11 Pedro, 14 Thiago Alcantara, 19 Bruno, 20 Aduriz). All.: Del Bosque. Ad arbitrare ci sarà il turco Cakier. Le quote Snai danno la vittoria Italia a 4, il pareggio a 3, la vittoria Spagna a 2.15.

"Nelle quattro precedenti sfide ufficiali - racconta Buffon ai giornalisti stranieri che lo osservano come si fa con un simbolo globale del pallone - a parte Kiev dove arrivammo stremati nella testa e nel fisico, la Spagna ci ha sempre sofferto: l'Italia è l'unica che li ha fatti sudare davvero, anche quando dominavano il mondo in giro per tutti i continenti". E argomenta: "Due volte siamo arrivati pari al 120' e una al 90', e sempre con grandi sofferenze per loro". Il pensiero vola al quarto di finale di Euro 2008, 0-0 e poi sconfitta ai rigori che lanciò il ciclo vincente del tiki taka iberico; all'1-1 di Danzica a inizio Euro 2012, quando gli azzurri avrebbero persino meritato la vittoria; e della semifinale della Confederations 2013, Italia più brillante e Spagna vincente ai rigori.

Buffon c'era in tutte e quattro le partite, ma a bruciare nell'anima è la ferita della finale 2012 (0-4, con gli azzurri praticamente in nove dal 60' causa infortuni). Ma lo spirito non è quello di rivalsa.:"Non c'è nulla da fare, a 38 anni dopo infinite partite del genere mi emoziono ancora, eccome - racconta - Certo, l'esperienza conta per gestirla meglio. Ma vivo per sfide del genere, le considero ancora la cosa più bella della mia vita, almeno di una parte. Morata? E' vero, a inizio stagione stava attraversando un periodo difficile - conclude il capitano azzurro - e gli consigliai di piangere chiuso in una stanza: come spesso capita ai giovani, quando incontrano una difficoltà vanno in depressione, cercano alibi, si piangono addosso. Gli dissi smetti di farlo e tornerai a essere un giocatore determinante".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Facebook
SOCIAL MEDIA E FISCO

Svolta Facebook: pagherà le tasse dove incassa

Il colosso di Menlo Park passerà a un sistema di vendite locali
Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni (repertorio)
VERSO IL VOTO

Elezioni il 4 marzo, l'annuncio prima di Capodanno

Lo riporta il Corriere della Sera. Gentiloni l'antidoto di Mattarella allo "scenario spagnolo"
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...