MARTEDÌ 14 APRILE 2015, 13:39, IN TERRIS

OFFESE ULTRA' ROMA A PALLOTTA, CAPELLO: "STOP AL TRIBUNALE DEL TIFO"

A Trigoria è comparso tra domenica e lunedì notte una striscione offensivo contro il presidente

REDAZIONE
OFFESE ULTRA' ROMA A PALLOTTA, CAPELLO:
OFFESE ULTRA' ROMA A PALLOTTA, CAPELLO: "STOP AL TRIBUNALE DEL TIFO"
"This fucking idiot gonna pay you mother fucker!" (questo fottuto idiota ti paga figlio di ....) è stato il tenore dello striscione offensivo contro James Pallotta comparso tra domenica e lunedì fuori dai cancelli di Trigoria. Ennesima puntata della scandalosa vicenda legata agli attacchi alla mamma di Ciro Esposito durante Roma-Napoli. Il numero uno giallorosso aveva insultato i responsabili delle scritte e rinunciato a presentare ricorso contro la squalifica della Curva Sud scatenando l'ira dei tifosi. In realtà anche sugli spalti dell'Olimpico di Torino i sostenitori della Roma in trasferta avevano esibito un messaggio significativo ("Idiots") mostrando chiaramente di non aver gradito la presa di posizione del presidente.

"Lo striscione contro Pallotta punto di non ritorno? Dovrebbe essere il punto di non ritorno per tutti. A partire da questi momenti. Io l'ho sempre detto, l'ho sempre fatto. Probabilmente ero uno dei pochi che aveva il coraggio di dirlo – afferma Fabio Capello che scende in campo "contro i tifosi" direttamente da Shanghai – Una delle cose più brutte che mi è capitata nel calcio è quando, dopo la sconfitta che subimmo contro l'Atalanta, arrivarono i tifosi della Roma, gli ultras, e noi dovemmo andare lì di fronte. Io ero assolutamente contrario a questa decisione, però il presidente disse che dovevamo fare questo ed essendo un dipendente ho accettato, ma malvolentieri, infatti rimasi molto lontano dalla rete, andò a parlare Totti e basta. Dobbiamo essere giudicati per quello che facciamo e non davanti a dei tribunali inventati da persone con la fedina penale non puramente pulita – ha continuato l'ex allenatore della Roma- E' il limite principale in tutti i posti, non solo a Roma, non vedo per quale motivo uno deve fare questo. Sono dispiaciuto che questo succeda continuamente e non si prendano delle decisioni serie".

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"