VENERDÌ 22 FEBBRAIO 2019, 004:25, IN TERRIS


EUROPA LEAGUE

Napoli e Inter sul velluto, ottavi centrati

I partenopei regolano 2-0 lo Zurigo, i nerazzurri ne fanno 4 al Rapid Vienna: attesa per il sorteggio

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Ivan Perisic e Simone Verdi, entrambi a segno
Ivan Perisic e Simone Verdi, entrambi a segno
T

utto facile per Napoli e Inter, che riscattano qualche amarezza di troppo negli ultimi giorni andando a guadagnarsi gli ottavi di finale di Europa League, superando in scioltezza rispettivamente Zurigo (2-0) e Rapid Vienna (4-0). Partenopei senza Hamsik, nerazzurri senza Icardi ma entrambe a bottino pieno e senza subire gol: un risultato che fa morale nonostante la non certo elevata caratura tecnica degli avversari, specie in una settimana che non ha regalato grosse soddisfazioni al calcio italiano in Europa, visto i k.o. di Lazio e Juventus, una in Europa League l'altra in Champions, entrambe maltrattate da club spagnoli, nello specifico Siviglia e Atletico Madrid (2-0 in entrambi i casi). Per le due italiane rimaste in corsa per la seconda competizione europea si attende il sorteggio di Nyon, con un'urna che potrebbe riservare qualche sorpresa poco gradita. O emozionante, a seconda dei punti di vista.


Napoli-Zurigo

Dopo l'1-3 dell'andata in Svizzera, il ritorno al San Paolo è poco più di una formalità per il Napoli. Ancelotti applica un po' di turnover, dà spazio a Ounas e Verdi davanti e al rientrante Chiriches in difesa. Tutte scelte ripagate, visto che prima l'ex Bologna e poi l'algerino vanno a segno, archiviando la pratica elvetica nonostante una super prestazione del portiere Brecher, capace di tenere i suoi sullo 0-0 per quasi tutto il primo tempo. Funziona l'asse Verdi-Ounas, che confeziona la prima rete: imbeccata dell'algerino e piattone secco dell'ala lombarda che, di fatto, archivia la qualificazione. Il raddoppio arriva a un quarto d'ora dalla fine: Mertens serve Ounas che, col destro, batte Brecher per la seconda volta, prendendosi gli applausi di un San Paolo semivuoto.


Inter-Rapid Vienna

La scottatura del caso Icardi non sembra far troppo male all'Inter che, dopo il successo in campionato, fa bene anche in coppa, andando a prendersi quella qualificazione agli ottavi che mancava da un po' di tempo. I viennesi, apparsi freschi e propositivi fra le mura amiche, si arrendono senza condizioni a San Siro, travolti dall'Inter già nella prima frazione. Dopo 11' gli uomini di Spalletti sono già avanti con la rete di Vecino, raddoppiata 7 minuti più tardi da Ranocchia, che si toglie una bella soddisfazione e si prende l'applauso di San Siro. Nella ripresa, i conti li chiudono Perisic  e Politano allo scadere. Ora occhio all'urna.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Classe elementare

I meno pagati

I   Sindacati della Scuola hanno revocato lo sciopero programmato per il 17 maggio, a fronte della...
Milan-Lazio 0-1. Un contrasto fra Luiz Felipe e Castillejo
COPPA ITALIA

Correa stende il Milan: Lazio in finale

Una rete dell'argentino manda i biancocelesti alla loro decima finalissima con una tra Atalanta e Fiorentina
Aereo EasyJet
PAURA AD ALTA QUOTA

Tenta di aprire il portellone in volo: fermato dai passeggeri

Attimi di panico sul volo Londra-Pisa: l'uomo, un giovane con disturbi psichiatrici, è stato immobilizzato e poi...
Sergio Mattarella
25 APRILE

Mattarella: "Fu un secondo Risorgimento"

Il Capo dello Stato alle associazioni dei combattenti: "La Liberazione, un momento fondante della nostra democrazia"
Di Maio al tavolo permanente per il Contratto istituzionale di sviluppo.
TARANTO

Di Maio: "Tolta l'immunità penale per i vertici di Ilva"

L'annuncio del vicepremier non lo esenta da dure contestazioni dei cittadini
Lo striscione inneggiante a Mussolini
25 APRILE

Choc a Milano, striscione neofascista e saluti romani

Autori del gesto sarebbero alcuni ultrà laziali. La scritta "Onore a Mussolini" esposta nei pressi di Piazzale...