SABATO 01 AGOSTO 2015, 003:00, IN TERRIS

MERCATO: LA JUVE TORNA ALLA CARICA PER BENATIA. ASTORI APPRODA ALLA FIORENTINA

Il centrale marocchino è valutato dal Bayern 25 milioni ma i bianconeri faranno un tentativo. Oggi la firma con i viola per l'ex Cagliari

AUTORE OSPITE
MERCATO: LA JUVE TORNA ALLA CARICA PER BENATIA. ASTORI APPRODA ALLA FIORENTINA
MERCATO: LA JUVE TORNA ALLA CARICA PER BENATIA. ASTORI APPRODA ALLA FIORENTINA
Incassato il secondo ko consecutivo in precampionato la Juventus guarda alla Bundesliga per rinforzare il suo reparto difensivo. Il sogno ha un nome e un cognome: Mehdi Benatia. L'ex centrale della Roma la scorsa stagione è stato impiegato a singhiozzo e potrebbe pensare di cambiare aria. I due club ne avevano già parlato ma i bianconeri si erano ritirati quando da Monaco, come parziale contropartita, era stato chiesto il giovane Koman, considerato incedibile da Marotta e Allegri. Ma ora il discorso potrebbe riaprirsi. Tra le due società, dopo l'affare Vidal, i rapporti sono ottimi e mettersi attorno a un tavolo non sarà difficile. Il problema è il cartellino: Benatia è valutato 25 milioni. Tanti per la Juve che vorrebbe investire la gran parte del suo tesoretto nel sostituto di Vidal.

Mentre a Torino cercano un difensore a Firenze sono pronti ad accoglierne un altro. E' cosa fatta l'accordo tra la Fiorentina e il Cagliari per Davide Astori. Secondo quanto riportato da SkySport i club hanno chiuso l'operazione per 5,5 milioni di euro più uno di bonus. Questa sera è attesa la firma del difensore sul contratto che lo legherà alla società viola. Arriva dunque l'erede di Stefan Savic nella rosa di Paulo Sousa.

Roma e Inter, invece, si contendono Musuaku. Il terzino sinistro dell'Olympiacos è valutato 15 milioni. Il club greco ha già rifiutato l'offerta dei nerazzurri da 4 milioni più 2 di bonus e, con ogni probabilità, farà lo stesso con quella da 9 più bonus formulata nelle ultime ore dai giallorossi. Il giocatore ha deciso: vuole lasciare la squadra ateniese e ha già dato detto sì ad entrambe le società italiane. Si accende un altro duello di mercato.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"