L'Hellas mette ko il Milan: al Bentegodi finisce 3-0

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:08

L'Hellas Verona cala il tris in casa e stende il Milan. Per Gattuso è la prima sconfitta in campionato da allenatore dei rossoneri, la seconda dopo quella in Europa League con il Rijek. Donnarumma e co. sbagliano l'approccio al match, realizzando una prestazione deludente: dopo un primo tempo nella norma, nella ripresa i rossoneri sembrano essere completamente assenti. Per il Milan la situazione diventa complicata con l'Europa sempre più lontana. L'Hellas si riscatta dall'eliminazione in Coppa Italia, e conquista tre punti fondamentali in chiave salvezza. Pecchia, ancora contestato dai tifosi, torna a respirare grazie alle reti di Caracciolo, Kean e Bessa. 

Le formazioni

Gattuso schiera il 4-3-3 con Kalinic al centro dell'attacco, affiancato da Suso e Borini. In difesa ecco Calabria come terzino al fianco di Bonucci, Romagnoli e Rodriguez. A centrocampo Kessie, Montolivo e Bonaventura. In porta Gigio Donnarumma, nonostante le polemiche dei giorni scorsi. Dal canto suo, Pecchia si affida ad un 4-4-2 con il trio Romulo e Verde esterni Valoti in coppia con Cerci in avanti.

La partita

Nonostante il freddo, entrambe le squadre mantengono un ritmo relativamente alto. Il Milan prova a sfondare sulla destra con Suso e Calabria, ma la difesa del Verona mantiene e cerca sempre ripartenze, ed è proprio di Caceres il primo tiro in porta della partita, un destro centrale facilmente parato da Donnarumma. Con il passare del tempo la pressione del Milan si fa sempre più incessante e poco dopo il quarto d'ora Kalinic sfiora il vantaggio con un destro dal limite deviato in angolo. Al 23' il Verona passa in vantaggio: calcio d'angolo di Romulo, poi la testata di Caracciolo che manda la palla in rete. Il Milan accusa il colpo, ma dopo qualche minuto di assestamento torna ad attaccare con Kessie e Montolivo. Ci provano, senza riuscirci, anche Suso e Borini. L'esterno spagnolo del Milan ci riprova su una punizione dal limite, ma Nicolas si fa trovare pronto. Al termine della prima frazione di gara, viene ammonito Borini per una manata a Ferrari: decisione presa con il supporto del Var.

La ripresa

Nel secondo tempo, dentro Cutrone, fuori Rodriguez. Il Milan cambia modulo, tornando alla difesa a tre con Calabria che si accentra. In precedenza il Verona, nel primo tempo, aveva perso per infortunio prima Valoti e poi Cerci con Pecchia costretto a mandare in campo Bessa e Kean. Dopo una buona occasione fallita da Kalinic, al 55' il Verona allunga: Bessa sfonda sulla sinistra, cross basso per Kean che appostato in area appoggia comodamente la palla in rete. Il Milan è del tutto assente ora e dopo venti minuti, nonostante gli ingressi di Andre Silva e Locatelli per Kalinic e Montolivo, subisce il tris ad opera di Bessa in contropiede su assist di Romulo. Primo gol in Serie A per l'attaccante gialloblu, che nel finale esce, tra gli applausi, per far spazio a Franco Zuculini. Nel recupero espulso con il Var Suso per gioco violento: salterà quindi la sfida con l'Atalanta. Per il Milan la crisi sembra non avere fine.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.