Lazio k.o. ma avanza, il Milan ha il match-point

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:46

Perde e dice addio al primo posto la Lazio, sconfitta a Limassol dall'Apollon per 2-0 e, a una sola giornata dalla chiusura delal fase a gironi dell'Europa League, dista ora 6 lunghezze dall'Eintracht Francoforte. Discorso diverso per il Milan che, grazie alla cinquina rifilata (con qualche patema di troppo) al Dudelange, si giocherà la qualificazione ad Atene contro l'Olympiakos, ancora in corsa per i sedicesimi di finale a patto che batta il Milan con almeno due gol di scarto (il Betis, a 11 punti, è già qualificato). Scenari a incastro dunque, con i biancocelesti che pagano la rivoluzione della squadra nel match a Cipro, mentre i rossoneri faticano più del previsto a regolare i tenaci lussemburghesi: per andare avanti, basterà ora preservare il 3-1 della gara d'andata rifilato ai greci.

Lazio e Milan

Non funziona il turnover in casa Lazio, con Inzaghi che sceglie le seconde e terze linee per affrontare l'impegno cipriota, senza apparentemente pensare troppo al passaggio del turno come prima del girone. L'Apollon, già fuori dalla corsa ai sedicesimi, gioca la sua partita e lo fa con la giusta convinzione, andando a prendersi la prima vittoria contro una formazione italiana (lo scorso anno se la vide con l'Atalanta, senza imporsi) grazie alle reti di Faupala (splendida rovesciata al 31') e Markovic, bravo a capitalizzare un contropiede micidiale a 8' dalla fine. A Inzaghi resta il secondo posto. Non ha ancora la qualificazione acquisita il Milan, vincente a San Siro ma con una sofferenza imprevista contro i lussemburghesi che, dopo l'iniziale svantaggio firmato da Cutrone, riesce a rimontare fino al 2-1. Un incubo che, per fortuna dei milanisti, si materializza solo per una manciata di minuti: il Milan dilaga con le reti di Calhanoglu e Borini, oltre che con due autogol degli ospiti, facendo tornare a respirare il Meazza e lasciando tutto aperto (e con tanto di match point) in tema passaggio del turno.

Le altre

Nel girone della Lazio, tutto facile per l'Eintracht, che consolida il primato rifilando un poker (4-1) al Marsiglia di Rudi Garcia. Primo posto assicurato anche per il Betis che, in casa, regola l'Olympiakos assicurando al Milan un discreto margine sui greci. Nel gruppo A il Bayer Leverkusen passa il turno assieme allo Zurigo (entrambe già qualificate), così come il Salisburgo nel B, dove a giocarsi l'accesso ai sedicesimi sono ancora Celtic e Lipsia. Quasi tutto aperto nel girone dello Zenti (qualificato), con ben 3 squadre ancora in corsa per i sedicesimi (Slavia Praga, Copenaghen e Bordeaux). Tutto fatto, invece, per Fenerbhace e Dinamo Zagabria, così come per Arsenal e Sporting Lisbona e anche per il Chelsea (tuttora a punteggio pieno).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.