MERCOLEDÌ 01 LUGLIO 2015, 11:45, IN TERRIS

L'ARGENTINA TRAVOLGE IL PARAGUAY E VOLA IN FINALE

In semifinale è goleada: 6-1. Ora la sfida contro il Cile

REDAZIONE
L'ARGENTINA TRAVOLGE IL PARAGUAY E VOLA IN FINALE
L'ARGENTINA TRAVOLGE IL PARAGUAY E VOLA IN FINALE
L'Argentina vince contro il Paraguay e guadagna la finale di Coppa America: sfiderà i padroni di casa del Cile domenica all'Estadio Nacional di Santiago. Prova strepitosa della squadra di Martino, che trova in un solo match tutta l'efficacia realizzativa mancata nel torneo.

Il risultato finale è 6-1: grande protagonista del match Angel Di Maria autore di una doppietta; la gara per la squadra di Messi è stata facile sin dall'inizio, grazie alle reti di Marcos Rojo al 14' ed Javier Pastore al 26', entrambe ispirate dalla "Pulce" a secco di gol ma perno della squadra. Prima dell'intervallo il Paraguay ha accorciato le distanze con Lucas Barrios al 42' ma per la formazione allenata dall'argentino Ramon Diaz si è trattato di una pia illusione. Subito dopo la pausa infatti è salito in cattedra Angel Di Maria con due reti al 47' ed al 52' ispirate da Pastore e Messi. A chiudere la pratica negli ultimi dieci minuti di gara ci hanno pensato Sergio Aguero all'80' e Gonzalo Higuain tre minuti più tardi.

"Veniamo da una finale al mondiale e ora siamo nella finale della Coppa America, la nostra speranza è di vincerla. Speranza e voglia di raggiungere l'obiettivo non ci mancano - ha detto Leo - Prima della partita abbiamo parlato fra di noi capendo che, per il modo in cui avevamo giocato, i pochi gol erano solamente una casualità. Per fortuna con il Paraguay siamo andati in gol quasi subito, fatto che ci ha permesso di trovare gli spazi necessari per altre azioni e reti. L'importante è che la nostra nazionale rimanga in alto... spero di segnare nella finale: l'importante non è però chi fa i gol, ma vincere"- ha spiegato Messi. L'Argentina non vince la Coppa America dal 1993 quando divenne campione per la 14ª volta ed in caso di successo contro i cileni nell'atto conclusivo della manifestazione raggiungerebbe l'Uruguay in cima all'albo d'oro del torneo per numero di vittorie. Il Cile, dal canto suo, giocherà la sua prima finale dal 1987 andando alla caccia del suo titolo numero uno di campione del Sudamerica.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Il luogo dell'esplosione
PRATI

Molotov contro un commissariato Ps

La bottiglia incendiaria ha colpito un vecchio furgone della polizia. Indagini in corso
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Cristiani perseguitati
GERMANIA

Cattolici e protestanti contro i nazionalismi

Presentato a Berlino il rapporto ecumenico sulla libertà religiosa dei cristiani nel mondo