GIOVEDÌ 09 AGOSTO 2018, 12:54, IN TERRIS


CAMPIONATI ITALIANI

La sfida del nuoto di domani

Mentre da Glasgow arrivano medaglie, al Foro Italico scendono in acqua i campioni del futuro

DAMIANO MATTANA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La partenza dei 50 metri stile libero
La partenza dei 50 metri stile libero
E'

confortante, nell'osservare i giovanissimi atleti che ieri si sono sfidati allo stadio del nuoto, constatare come questo sport stia vivendo probabilmente il momento migliore degli ultimi anni a livello nazionale e, al contempo, notare come il futuro sembra essere davvero a portata di mano. E allo stadio del nuoto del Foro Italico, minacciato dalla pioggia, dagli altoparlanti arrivano belle notizie dai campionati europei di Glasgow. E' innegabile che l'Italia stia facendo bene: gli atleti vincono, gli argenti, i bronzi e qualche oro condito da record scendono come una pioggia scozzese sulla piscina scoperta dove i nuotatori del domani si giocano i Campionati italiani di categoria. In contemporanea ai loro idoli e mentori, sostenuti dall'incitamento di parenti e compagni di squadra, ragazzi e ragazze del nuoto giovanile italiano mettono in piedi, anzi in vasca, un bel pomeriggio di sport, mostrando scampoli di talento e, soprattutto, lampi di passione ben più forti di quelli che illuminano l'orizzonte del complesso del Foro. L'ingrediente essenziale e, a ben vedere, quello che più conta in questa parte della carriera. Vincere una medaglia è una bella soddisfazione, arrivare a giocarsela con nuotatori di tutta Italia però lo è altrettanto.


Collegamento Roma-Glasgow

Il filo rosso che lega Glasgow a Roma è fin troppo evidente. I ragazzi e le ragazze delle quasi 300 società partecipanti il loro percorso lo hanno appena cominciato ma, alle spalle, hanno già buona parte delle stesse fatiche di coloro che gareggiano agli Europei: allenamenti intensi e quotidiani, sacrificio di ore di svago per dedicarsi allo sport e tutti i derivati di un'attività agonistica. Ma la bellezza del nuoto è anche questa: confronto costante con se stessi e con gli altri, conoscenza dei propri limiti e dei propri punti di forza. Per ora conta crescere e, in fondo, è bello farlo mentre in tempo reale viene comunicato ciò che accade Oltremanica: sembra quasi un modo per dire che, dall'acqua dello Stadio del nuoto di Roma, ci sono passati anche i grandissimi. E' uno step obbligato, uno dei più belli e prestigiosi a livello giovanile. E non solo, considerando che in questa stessa vasca, nemmeno 10 anni fa, i big del nuoto mondiale collezionavano record su record agli iridati capitolini del 2009.


Le gare

E allora spazio alle gare, dagli 800 ai 50 stile libero, passando per finali accese e combattute in tutti e quattro gli stili che fanno registrare anche qualche spunto interessante, come quello dei quattro atleti della categoria maschile capaci di scendere sotto i 4' nei 400 stile. Non ci sono i misti per ora ma i record nelle staffette sì: per la precisione quello del team femminile di Leosport che migliora il record italiano di categoria appartenente al Team Veneto (8'34''23) facendo registrare un 8'33'07 con prestazioni perfette delle quattro frazioniste. In generale, il livello delle competizioni è stato piuttosto elevato, considerando la giovane età dei partecipanti (tutti millennials, fra il 2002 e il 2005) e il richiamo comunque rilevante dell'evento, con 276 società iscritte con 1940 presenze gara. Un bell'appuntamento di sport, con le orecchie in attesa di ascoltare l'annuncio di medaglie europee e gli occhi fissi a osservare quelli che saranno i campioni del domani.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Persecuzione dei cristiani nel mondo
AIUTO ALLA CHIESA CHE SOFFRE

Forum: "La persecuzione anticristiana nel mondo"

Il rapporto di Acs sarà presentato il 24 ottobre nella basilica capitolina di San Bartolomeo all’Isola
La scuola Giovanni Battista Pirelli di Milano, dove è avvenuto l'incidente
L'INCIDENTE

Tragedia a Milano, precipita bambino in una scuola

Il piccolo è ricoverato in condizioni gravissime
Giulia Lazzari, Roberto Lo Coco e la loro bimba
ADRIA

Morta la giovane mamma strangolata dal marito

La 23enne Giulia Lazzari, madre di una bimba di 4, era stata aggredita l'8 ottobre scorso
Un senza tetto
PADOVA

Domani la “Notte dei senza dimora”

Per sensibilizzare su povertà e marginalità con proposte, animazioni e incontri
A destra, Daniele Belardinelli, il tifoso del Varese ucciso dopo la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018
STADIO E VIOLENZA

Arrestato l'ultrà che, il giorno dopo Natale, investì un tifoso con un suv

Legato a clan della camorra, il napoletano Manduca è stato incastrato da alcuni video
Buca stradale
OPERAZIONE

Arrestati funzionari Anas e imprenditori siciliani

Portati alla luce "rodati meccanismi corruttivi" all'interno dell'Anas di Catania
Inps

Così è

E'successo proprio in questi giorni ed è capitato anche a me. Sono stati arrestati alcuni malfattori che...
A sinistra, migranti diretti verso l'Europa; a destra, le bare delle prime vittime recuperate nel naufragio avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre - Foto © Repubblica
MAR MEDITERRANEO

Si rinnova lo strazio di Lampedusa: sette corpi recuperati

Tra loro una mamma con il proprio figlio. Sul barchino erano in cinquanta
Guantoni da boxe
IL DRAMMA

Da Schaaf a Day: quando la tragedia è sul ring

Dalla morte dell'americano contro Primo Carnera fino al dramma di Chicago: quasi un secolo di interrogativi
Boris Johnson
REGNO UNITO

Brexit, Johnson strappa l'accordo a Bruxelles

Intesa ottenuta, rivisto il backstop ma il Dup si oppone: il voto in Parlamento è un'incognita
Foto di repertorio
EMERGENZA GIOVANI

WhatsApp, così in chat i ragazzini diventavano mostri

Video pedo-pornografici, Isis e insulti ai malati. Perquisizioni in tutta Italia
Prigione italiana - Foto © The Guardian

Carcere, sei guardie accusate di violenza e torture

Contestato il reato di tortura. Si cercano responsabili ed episodi analoghi