SABATO 17 FEBBRAIO 2018, 20:19, IN TERRIS


SERIE A

La Roma sbanca Udine, il Chievo batte il Cagliari

Under e Perotti espugnano la Dacia Arena; Giaccherini e Inglese stendono i sardi

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Serie A, 25ma giornata
Serie A, 25ma giornata
I

giallorossi espugnano la Dacia Arena di Udine e festeggiano il terzo posto in attesa dell'Inter che questa sera gioca a Genova contro il "Grifone". Nel primo anticipo della 25ma giornata di Serie A, è ancora una volta il turco Cengiz Under, al suo quarto gol nelle ultime tre gare, seguito poi da Perotti, che firma una rete allo scadere, a regalare i tre punti alla Roma. Nell'altro anticipo pomeridiano, non basta lo show di Alessio Cragno al Cagliari, per uscire indenne dal Bentegodi. Giaccherini e Inglese portano a casa tre punti scacciacrisi, più che meritati; inutile il gol di Pavoletti.


Udinese vs Roma 

La Roma cerca fin dal fischio d'inizio di gestire il match, ma le improvvise giocate dei padroni di casa impongono un gran ritmo. Nei primi dieci minuti di gara nessuna conclusione nello specchio della porta, ma Allison deve uscire di piedi su Perica dopo una disattenzione di Juan Jesus; dalla parte opposta El Shaarawy, per poco, non arriva alla sfera, mentre Under si accanisce nel dribbling in area prima di far partire un tiro deviato in corner. Le due squadre si pungono a vicenda commettendo troppo spesso errori nelle conclusioni e negli ultimi passaggi. Al 23' torna pericolosa la Roma: al termine di una ripartenza iniziata da Nainggolan, sviluppata da una corsa di Florenzi sulla destra, Under tira di sinistro a rientrare ma Bizzarri risponde presente. Alle mezzora l'Udinese penetra le linee giallorosse con Fofana che però lancia troppo in alto un gran tiro dai trenta metri. Poco dopo, grazie ad una splendida iniziativa di Naninggolan, El Shaarawy va al tiro, ma il suo piatto non entra nello specchio. Ma se Under sembra al top, ed El Shaarawy è in una fase di stallo, Dzeko risulta non pervenuto per tutto il primo tempo. Nella ripresa l'approccio alla gara della Roma è più convinto, anche se distratto. Su di un fallo laterale la difesa capitolina si fa trovare fuori posizione, Perica si palesa davanti ad Allison, ma il portiere brasiliano salva il risultato. Le due squadre cercano ora il bottino pieno e lasciano spazio al contropiede dell'avversario. El Shaarawy spara alto, invece che tentare l'ultimo passaggio; poi ci prova anche Dzeko, con un accelerazione che lascia sul posto la difesa friulana, ma la tiene troppo e non riesce a concludere nel migliore dei modi. A sbloccare il macth il nuovo beniamino dei tifosi giallorossi, Under, giunto al suo quarto gol nelle ultime tre partite. Il turco realizza uno splendido missile da fuori area che supera Bizzarri. L'Udinese non riesce a reagire: ci prova De Paul a dieci minuti dal termine, ma ancora una volta trova sulla sua strada Allison. A tempo scaduto, l'Udinese commette l'ennesimo errore in ripartenza; ne approfitta Perotti il quale firma la rete del 2-0.


Chievo vs Cagliari

Il Chievo, dopo quattro sconfitte consecutive, torna alla vittoria. La banda di Maran vicne contro un Cagliari spento, reduce da tre risultati utili consecutivi. I sardi non affondano del tutto grazie ad Alessio Cragno che nel primo tempo risponde con un intervento prodigioso su un colpo di testa di Inglese da situazione di palla inattiva. Il copione della gara è sempre lo stesso per tutti e novanta i minuti di gioco: il Chievo domina, il Cagliari risponde con alcune ripartenze di Joao Pedro e le grandi parate di Cragno. Ma proprio quest’ultimo però, ritardando il rilancio su un retropassaggio di Castan ad inizio ripresa, rischia l'autogol. Ma la sua stella brilla al 68’, quando si impone davanti ad Inglese, deviando in corner con un provvidenziale colpo di reni. Lopez rimodella la formazione inserendo Faragò e Sau, rispettivamente per Dessena e Joao Pedro; Maran da nuova linfa all’attacco con Meggiorini subentrato a Pucciarelli, e con Giaccherini al posto di uno spento Birsa. Ed è proprio l’ex Napoli a sbloccare il match. Dopo appena 4’ trasforma una punizione dal limite dell’area: la palla si spegne sotto il sette, dove neanche il portiere può nulla. Due minuti dopo Inglese segna il 2-0: giocata fenomenale del centravanti che salta Andreolli e Padoin, e insacca la sfera in rete. Ma il Cagliari non si dà per vinto e tenta il tutto per tutto, facendo esordire in Serie A il coreano Han. Ma nel finale è Pavoletti, con uno strepitoso colpo di testa, ad accorciare le distanze siglando il 2-1; negli ultimi minuti Sorrentino gli nega la doppietta. Il Chievo aggancia così il Cagliari a quota 25 punti. Questa sera occhi puntati sull'Inter per la sfida del terzo posto. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
SERIE A

L'Inter cade a Marassi, la Roma scavalca Spalletti

Pandev e un autogol di Ranocchia mandano il club nerazzurro al quarto posto

Una frazione di gioco di Genoa-Inter - Photo © Twitter
AGenova l'Inter crolla sotto i colpi del "Grifone" di Ballardini. Nel terzo anticipo della 25ma giornata di Serie A, il Genoa...
NEWS
Pupi Avati
CINEMA

Ecco “Il signor diavolo” di Pupi Avati

Il regista cattolico trasforma in film il suo libro sulla presenza del male
SPAZIO

Nella Via Lattea fino a 10 milioni di "gemelli" della Terra

Lo ha calcolato l’università della Pennysilvania con i dati del telescopio Kepler. La prossima missione spaziale...
 Alexei Navalny
RUSSIA

Mosca: rilasciato il dissidente Alexei Navalny

Era stato arrestato sotto casa lo scorso 24 luglio
La corona del Rosario

Avere con sé il Rosario non è mai peccato

Un simbolo che esula da ogni connotazione che non abbia a che fare con la fede e la preghiera
Migranti
FLUSSI MIGRATORI

Le crisi sugli sbarchi in un anno di governo

Nel 2019 sono sbarcati in Italia 3.073 migranti: soltanto 248 sono arrivati a bordo delle navi delle ong, (8 %)
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo